Banca Mediolanum IT0004776628

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
6,94 EUR 26/04/2017 09:34 Milano
-0,02 EUR (-0,22 %) Variazione dall'ultima chiusura
5,66 7,73  52 settimane min max
3,30 % Rendimento a 1 anno
5,76 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi

    In breve: pillole dalle società quotate

    3 mesi fa - lunedì 16 gennaio 2017
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi al 13/01/17


    BANCA MEDIOLANUM  7,54 EURO, +4,7%
    Sul lato della raccolta, il 2016 si è rivelato un anno boom per il gruppo: dicembre ha registrato la miglior raccolta mensile di sempre, portando il bilancio da inizio anno a un +20%. Notizia positiva, ma che non necessariamente si tradurrà in un aumento degli utili: già nei primi nove mesi dell’anno, la raccolta era in crescita del 30% ma i profitti erano in lieve calo (-2%). Anche alla luce di queste informazioni, ribadiamo il consiglio: mantieni.

    ENEL 4,16 EURO, invariata
    Enel e la compagnia saudita Saudi Electricity Company hanno siglato un accordo di cooperazione nella distribuzione di energia della durata di 3 anni. Da questo accordo non ci aspettiamo impatti particolarmente rilevanti sui conti, non modifichiamo perciò il nostro consiglio: mantieni.

    L’ESPRESSO 0,81 EURO, +0,9%
    L’autorità Antitrust ha avviato un’istruttoria sull’acquisizione di Italiana Editrice, società controllante delle testate La Stampa e Il Secolo XIX. In attesa di conoscere maggiori dettagli, per il momento la nostra posizione sul titolo non cambia: è correttamente valutato, mantieni.

    TELECOM ITALIA 0,85 EURO, +0,5%
    La società ha smentito le voci riguardanti una possibile fusione tra la sua controllata Tim Brasil e l’altro operatore telefonico brasiliano Oi. Resta, comunque, il fatto che la presenza in Brasile è in questo momento una forte incognita per il gruppo. Nel frattempo, Telecom ha inaugurato il 2017 con l’emissione di un bond da un miliardo con una cedola al minimo storico, ma anche su questo fronte le incertezze stanno aumentando: se le aspettative di inversione di tendenza dei tassi si confermeranno esatte, il gruppo potrà sfruttare ancora per poco l’attuale contesto per alleggerire il peso del suo debito. Il titolo rimane caro: vendi.

    condividi questo articolo

  • Analisi

    Banca Mediolanum: 3° trimestre superiore alle attese

    5 mesi fa - lunedì 14 novembre 2016
    Banca Mediolanum archivia un terzo trimestre superiore alle attese, aiutata dal buon andamento dei mercati.
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi

    In breve: pillole dalle società quotate

    6 mesi fa - venerdì 28 ottobre 2016
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Prezzi al 27/10/16

    BANCA MEDIOLANUM 6,41 EURO
    Con una lettera arrivata in questi giorni, la Banca centrale europea ha posto una sorta di veto alla partecipazione di Fininvest nel capitale della società. Per ora la notizia non ha avuto impatti negativi sul titolo, anche perché Fininvest ha già annunciato di voler presentare ricorso contro questa decisione. Mantieni.

    ENEL 3,94 EURO
    Nel 3° trimestre il gruppo ha registrato un calo del 10% della produzione elettrica, a causa del crollo della produzione delle centrali a carbone (-22%), idroelettriche (-15%) e nucleari (-19%). In attesa dei dati completi sul trimestre, pubblicati a novembre, il consiglio non cambia: mantieni.

    SALINI IMPREGILO 2,6 EURO
    L’agenzia di rating Fitch ha confermato la sua valutazione dell’affidabilità del gruppo (pari a BB), ma ha modificato l’outlook, cioè l’indicazione di come si potrà muovere il giudizio in futuro. L’outlook passa infatti da stabile (cioè nessun cambiamento in vista) a positivo (possibilità di un miglioramento). Alla base della decisione ci sono i progressi nell’attività del gruppo, che però sono già compresi nelle nostre stime (utile 2016 in netto rialzo rispetto al 2015). Non modifichiamo, perciò, il consiglio: mantieni.

    TERNA 4,45 EURO
    Il consorzio a cui Terna partecipa, in modo paritetico, con F2i, ha presentato un’offerta per acquisire il 24% del capitale di Admie, operatore di trasmissione della rete elettrica in Grecia (gestisce 11.000 km di linee ad alta tensione). L’esito di questa operazione è, per ora, incerto, anche perché il consorzio partecipato da Terna non è l’unico ad essersi fatto avanti: anche State Grid Corporation of China ha presentato un’offerta. Per il momento, ribadiamo la nostra posizione sostanzialmente neutrale: mantieni.  

    condividi questo articolo

  • Analisi

    Banca Mediolanum: bene la raccolta ad agosto

    7 mesi fa - venerdì 16 settembre 2016
    Continua ad aumentare il volume dei capitali raccolti dal gruppo.

    Prezzo al momento dell'analisi (15/09/2016): 6,32 euro

    Anche se il bilancio degli ultimi 5 anni resta superiore a quello del settore finanziario europeo, il titolo Banca Mediolanum da fine 2015 ha perso parecchio terreno. Ai prezzi attuali, è ormai correttamente valutato. Cambiamo, perciò, il consiglio: mantieni.

    Anche ad agosto Banca Mediolanum ha visto crescere il volume di capitali raccolti: il progresso è del 30% rispetto ad agosto 2015, confermando l’andamento della prima parte del 2016 (anche considerando tutti gli otto mesi, la crescita è sempre del 30%). Questo non basta, tuttavia, a garantire un’analoga progressione degli utili. Nei primi sei mesi dell’anno, per esempio, la raccolta ha segnato un +29% ma gli utili sono calati del 25% a 0,23 euro per azione – calo comunque in linea con le nostre stime, che confermiamo. A pesare è l’incertezza dei mercati, che riduce le commissioni di performance (quelle che paghi quando il tuo fondo batte l’indice di riferimento). Ci sono però spiragli positivi: se nei primi 3 mesi 2016 il calo delle commissioni totali era del 23%, nel 2° trimestre si è limitato a un -4%, ridimensionando il calo semestrale a un -15%.

    condividi questo articolo

  • Analisi

    Banca Mediolanum: utili dimezzati

    un anno fa - lunedì 9 maggio 2016
    Negli ultimi tempi il titolo Banca Mediolanum se l’è cavata meglio del settore finanziario europeo. Il primo trimestre si è rivelato, per alcuni aspetti, deludente.
    Prezzo al momento dell'analisi (06/05/16): 7,15 EUR
    Consiglio: Vendi


    I primi tre mesi dell’anno si sono chiusi con utili di 0,10 euro per azione, praticamente dimezzati rispetto agli 0,19 euro per azione dello stesso periodo dello scorso anno. Il principale responsabile di questa flessione sono le commissioni di performance – quelle che il cliente paga quando i risultati dell’investimento sono positivi – che sono calate da 0,18 a 0,07 euro per azione: l’andamento incerto dei mercati nella prima parte dell’anno ha impedito al gruppo di beneficiare appieno di questa fonte di reddito. C’è però da dire che, tra le commissioni, la parte del leone la fanno quelle di gestione (0,27 euro per azione, +2,6%), che dimostrano come la forte politica promozionale del gruppo gli permetta di farsi ben pagare anche in periodi di Borsa tutt’altro che brillanti. Peccato che il prezzo attuale delle azioni ne tenga già ampiamente conto.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 7,73 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 5,66 EUR
ISIN IT0004776628
Borsa Milano
Beta 1,38
Volatilità 31,80 %
Numero di azioni 739.290.900
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 5,13 EUR
Settore Settore finanziario
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 9.965 EUR
Punteggio corporate governance 6

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 (e) 2015 2011
Dividendo 0,40 0,40 0,30 0,11
Utile corrente 0,54 0,53 0,59 -
Utile netto 0,54 0,53 0,59 0,09
Cash Flow corrente - - - -
Cash Flow netto - - - -
EBIT - - - -
EBITDA - - - -
Patrimonio netto 2,82 2,68 2,66 1,00
Patrimonio netto tangibile 2,64 2,50 2,49 0,79

Rendimento in euro

Banca Mediolanum Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -3,30 % 6,68 % 3,10 %
Rendimento ultimi 6 mesi 15,50 % 12,15 % 10,59 %
Rendimento ultimo anno 3,30 % 10,80 % 17,47 %
Rendimento ultimi 5 anni 23,40 % 8,70 % 16,03 %

Indici finanziari della società

2015 2011
Pay out - - 23,57 % 43,61 %
Current ratio - - - -
ROE - - - -
ROE netto - - 22,30 % 9,18 %
Margine lordo - - - -
Margine netto - - - -
EBIT margin - - - -
EBITDA margin - - - -
Tax rate - - 21,85 % 20,13 %
Gearing - - - -
Patrimonio netto / totale attivo - - 4,40 % 2,16 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016 (e)
Rendimento da dividendo 5,76 % 5,76 %
Prezzo/utile corrente 12,85 13,09
Prezzo/cash flow corrente - -
Prezzo/patrimonio netto 2,46 2,59
Prezzo/patrimonio netto tangibile 2,63 2,78
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 7,80 % -

(e) : stima

  • Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • (The response is mandatory)

    Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Invia