Beni Stabili IT0001389631

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
0,75 EUR 24/11/2017 13:59 Milano
0,00 EUR (-0,20 %) Variazione dall'ultima chiusura
0,48 0,79  52 settimane min max
56,89 % Rendimento a 1 anno
4,40 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Beni Stabili: riparte il mattone? un mese fa - lunedì 9 ottobre 2017

    Il titolo Beni Stabili è cresciuto in Borsa negli ultimi mesi dopo le ripetute notizie positive provenienti dal settore immobiliare italiano, che pare essere entrato in una fase di recupero.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Beni Stabili: annunciati i conti trimestrali 4 mesi fa - lunedì 24 luglio 2017

    Beni Stabili è cresciuta in Borsa dopo l’annuncio dei risultati semestrali e dell’intenzione di arrivare ad avere un patrimonio immobiliare concentrato per l’80% su Milano. Abbiamo ritoccato al rialzo le stime sull’utile per azione 2017 da 0,076 a 0,08 euro (0,086 nel 2018).

    Prezzo al momento dell'analisi (24/07/17): 0,69 EUR
    Consiglio: Vendi

     

    Beni Stabili ha chiuso il 1° semestre 2017 con ricavi in crescita del 2,9% rispetto allo stesso periodo del 2016, ma utili ridotti a un terzo rispetto allo stesso periodo. La reazione del mercato è stata, comunque, positiva. Il motivo è legato al fatto che gli utili non sono stati penalizzati da svalutazioni massicce di immobili o da un crollo dei ricavi, ma da un aumento degli oneri finanziari legato a nuovi investimenti in immobili. Beni Stabili, infatti, punterà molto su Milano e, in particolare, sul comparto uffici. Il gruppo immobiliare franco-italiano pensa di trarre grande beneficio dalla Brexit e scommette su un forte incremento della domanda di uffici nel capoluogo lombardo, legato al trasferimento di industrie e banche. Per ora, però, è la domanda di abitazioni private a essere cresciuta, mentre l’effettivo trasferimento delle aziende non è affatto scontato. Per il momento, il consiglio resta invariato.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Beni Stabili: completa acquisizione di Revalo 11 mesi fa - lunedì 19 dicembre 2016
    L’annuncio dell’acquisizione di tutto il capitale di Revalo è piaciuto ai mercati. Il titolo è cresciuto in Borsa nei giorni immediatamente successivi alla notizia, salvo poi ripiegare, condizionato anche dall’andamento di Piazza Affari.
    Prezzo al momento dell'analisi (16/12/16): 0,55 EUR
    Consiglio: Vendi


    A breve distanza dalla creazione di una nuova Sicaf - Società di investimento a capitale fisso - che nascerà dal conferimento di immobili Telecom Italia, Beni Stabili ha annunciato di aver completato l’acquisizione di Revalo - precedentemente Beni Stabili Property Service – di cui possedeva già il 37%. Revalo gestisce quasi 1.400 immobili in tutta Italia, per la maggior parte in Lombardia e per lo più destinati a uso ufficio. L’acquisizione dovrebbe portare al gruppo, ipotizzando un giro d’affari stabile, 235 milioni di euro di ricavi in più l’anno – per confronto, nel 1° semestre 2016 i ricavi di Beni Stabili sono stati 82 milioni di euro. Sembrerebbe un bel colpo per Beni Stabili. È presto, però, per dirlo: non è noto il costo dell’operazione, né l’intero bilancio di Revalo. Per il momento, in attesa di maggiori particolari, il nostro consiglio non cambia.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Beni Stabili: scorpora alcuni immobili un anno fa - lunedì 28 novembre 2016
    Beni Stabili ha annunciato che costituirà una nuova società a cui conferirà diversi immobili in uso a Telecom Italia. La notizia sul momento ha fatto recuperare terreno al titolo (in euro), ma la strada da fare per riportarsi sui valori di qualche mese fa è ancora tanta.
    Prezzo al momento dell'analisi (25/11/16): 0,48 EUR
    Consiglio: Vendi


    Dopo anni di quasi immobilismo, Beni Stabili annuncia importanti novità sul fronte dell’assetto societario. Il gruppo immobiliare ha raggiunto un accordo con Crédit Agricole Assurances e la divisione finanziaria di Edf. Queste ultime acquisiranno il 20% ciascuna del capitale della più grande Sicaf italiana – Sicaf sta per società di investimento a capitale fisso, si tratta di una forma societaria introdotta a marzo 2014, che offre vantaggi fiscali, per esempio, alle società immobiliari. Questa Sicaf sarà creata da Beni Stabili, conferendo alla nuova entità molti immobili in uso a Telecom Italia. Dal ricavato dell’operazione, compresi i minori oneri – Beni Stabili conferirà anche i debiti gravanti sugli immobili – il gruppo ricaverà nuove risorse per fare nuovi investimenti. In attesa che questi siano effettivi, stime e consiglio sul titolo non cambiano.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    In breve: pillole dalle società quotate un anno fa - lunedì 21 novembre 2016
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi 18/11/16


    BENI STABILI 0,5 EURO, +0,1%
    Ha definito le condizioni per la costituzione della maggiore Sicav immobiliare italiana, a cui il gruppo conferirà il patrimonio immobiliare dato in locazione a Telecom Italia. Beni stabili manterrà il 60% della Sicav, mentre Crédit Agricole Assurance e EDF Invest ne acquisiranno il 20% ciascuna. Il consiglio non cambia: vendi.

    LEONARDO-FINMECCANICA 11,8 EURO, -2,6%
    ATR, società di velivoli a turboelica che Leonardo-Finmeccanica controlla insieme ad Airbus, ha siglato un accordo con la compagnia messicana Aeromar per la consegna di otto velivoli ATR-600. Il nostro consiglio sul titolo non cambia: mantieni.

    MEDIASET 2,28 EURO, -2,61%
    Ha raggiunto un accordo commerciale con Sky Italia: per il catalogo 2016/17 quest’ultima potrà trasmettere in esclusiva, sulla sua piattaforma a pagamento, le prime visioni dei film di Medusa, la casa di produzione e distribuzione cinematografica controllata da Mediaset. I termini economici dell’accordo non sono stati resi noti. Per il momento, confermiamo il nostro consiglio: mantieni.

    MEDIOBANCA 6,53 EURO, -6,8%
    Ha varato un nuovo piano strategico che punta, da qui al 2019, a un rafforzamento patrimoniale e a un utile operativo di 1 miliardo, un terzo in più di quello con cui ha chiuso i conti dell’esercizio 2015/2016. Il gruppo punta inoltre a nuove acquisizioni, e la prima si sta già concretizzando: ha raggiunto un accordo con Banca Mediolanum per rilevare il suo 50% di Banca Esperia (l’altro 50% è già di Mediobanca). Le indicazioni del gruppo sono leggermente più ottimiste delle nostre previsioni, ma viste le incertezze attuali del settore preferiamo, prudenzialmente, confermare le nostre stime. Confermiamo anche il consiglio: il titolo è caro, vendi.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 0,79 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 0,48 EUR
ISIN IT0001389631
Borsa Milano
Beta 1,15
Volatilità 25,94 %
Numero di azioni 2.269.592.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 1,68 EUR
Settore Costruzioni e immobili
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 2.764 EUR
Punteggio corporate governance 6

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 (e) 2015 (e) 2011
Dividendo 0,03 0,03 0,02 0,02
Utile corrente 0,08 0,07 -0,03 0,01
Utile netto 0,08 0,07 -0,03 0,01
Cash Flow corrente 0,09 0,10 -0,03 0,05
Cash Flow netto 0,09 0,10 -0,03 0,05
EBIT 0,14 0,09 0,04 0,08
EBITDA 0,10 0,06 0,01 0,12
Patrimonio netto 0,79 0,74 0,70 0,97
Patrimonio netto tangibile 0,79 0,74 0,70 0,97

Rendimento in euro

Beni Stabili Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi 9,93 % 3,00 % 5,69 %
Rendimento ultimi 6 mesi 26,23 % -1,04 % 3,53 %
Rendimento ultimo anno 56,89 % 13,50 % 5,92 %
Rendimento ultimi 5 anni 17,95 % 7,33 % 15,34 %

Indici finanziari della società

2016 (e) 2015 2011 2010
Pay out - - 224,29 % 52,96 %
Current ratio - - 0,81 1,54
ROE - - 0,98 % 4,02 %
ROE netto - - 0,98 % 4,02 %
Margine lordo - - - -
Margine netto - - 4,79 % 19,39 %
EBIT margin - - 39,60 % 57,26 %
EBITDA margin - - 60,88 % 61,93 %
Tax rate - - -16,26 % 28,81 %
Gearing - - 115,49 104,69
Patrimonio netto / totale attivo - - 40,66 % 41,04 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016 (e)
Rendimento da dividendo 4,40 % 4,40 %
Prezzo/utile corrente 9,38 10,71
Prezzo/cash flow corrente 8,82 7,50
Prezzo/patrimonio netto 0,95 1,01
Prezzo/patrimonio netto tangibile 0,95 1,01
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 4,48 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia