Buzzi Unicem IT0001347308

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
23,30 EUR 20/10/2017 17:37 Milano
0,33 EUR (1,44 %) Variazione dall'ultima chiusura
17,41 24,87  52 settimane min max
27,95 % Rendimento a 1 anno
0,04 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Buzzi Unicem: gli occhi agli Usa un mese fa - lunedì 4 settembre 2017

    Dopo un calo iniziato a metà anno, Buzzi Unicem si è ripreso un po’ negli scorsi giorni scontando i possibili guadagni futuri della società negli Usa, grazie ai lavori di ricostruzione in seguito all’uragano Harvey. Peccato che una delle linee produttive sia proprio in Texas.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Buzzi Unicem: ricavi in discreta crescita 4 mesi fa - lunedì 29 maggio 2017

    Il titolo Buzzi Unicem è andato bene negli scorsi anni. Nelle ultime settimane, però, sembra aver esaurito la sua corsa. Anche alla luce degli ultimi risultati trimestrali – discreti, nulla di più – abbiamo deciso di confermare le nostre stime sui risultati futuri e il giudizio sul titolo.

    Prezzo al momento dell'analisi (26/05/17): 23 EUR
    Consiglio:Vendi

    Buzzi Unicem ha chiuso il primo trimestre di quest’anno con ricavi in discreta crescita (+8,9% rispetto ai primi tre mesi del 2016), grazie anche a tassi di cambio favorevoli per i conti del gruppo. Le vendite di calcestruzzo hanno supportato la ripresa (+9,1%), con Italia e Germania a trainare i ricavi. L’Italia, in particolare, con il suo 10,7% rappresenta il secondo mercato più importante per il gruppo cementifero. Il fatturato di Buzzi Unicem realizzato nel mercato domestico è cresciuto del 12,7% nei primi mesi del 2017: si può leggere come un segnale positivo sul fronte del settore immobiliare? Solo in parte, perché la crescita è legata per lo più all’aumento di acquisti di materiali da parte della città di Milano. Insieme ai ricavi, però, sono aumentati anche i debiti. Confermiamo le stime sugli utili per azione (0,76 euro per il 2017, 0,80 euro per il 2018) e il giudizio sul titolo, che resta caro.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    In breve: pillole dalle società quotate un anno fa - lunedì 18 aprile 2016
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi al 15/04/16

    BUZZI UNICEM 15,96 EURO, +2,9%
    Ha annunciato l’emissione di un bond da 500 milioni di euro, rivolto a investitori qualificati. L’operazione serve da un lato a “rinnovare” i prestiti in scadenza, dall’altro a allungare la durata media del debito approfittando dei bassi tassi di mercato attuali. Le condizioni dell’emissione non sono ancora note, ma non pensiamo che possano modificare in maniera sostanziale le prospettive del gruppo. Ribadiamo il nostro consiglio sull’azione: vendi.

    IREN 1,59 EURO, +0,9%
    Nella documentazione che il management proporrà all’assemblea è prevista l’introduzione di un voto maggiorato (2 voti per ogni azione) a chi detiene i titoli per almeno due anni. La possibilità di voto multiplo, introdotta nella legge italiana qualche anno fa, non ci entusiasma. Oltre a questa novità, la documentazione assembleare contiene anche la delega al consiglio di amministrazione per varare un aumento di capitale: si tratta tuttavia di cifre piccole, circa il 2% dell’attuale valore di Borsa della società. Mantieni.

    SAIPEM 0,35 EURO, +8,1%
    Ha siglato un accordo preliminare con la compagnia iraniana Razavi Oil & Gas Development Ali Yadghar per una collaborazione nei lavori di sviluppo del giacimento di Toos. La notizia di questo accordo è positiva, ma per dimensioni e tipo di attività rientra nella “normale amministrazione” per un gruppo come Saipem. Non modifichiamo il consiglio: mantieni.

    YOOX NAP 26,64 EURO, +6,3%
    Ha annunciato una collaborazione con Tiffany. In base all’accordo, alcuni dei gioielli di Tiffany saranno disponibili sul sito di NAP, l’unico autorizzato alla vendita online. Anche se prestigiosa dal punto di vista dell’immagine, la collaborazione non comporta, a nostro avviso, introiti tali da modificare il nostro giudizio sul titolo. Vendi.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Nuovo bond per Buzzi Unicem un anno fa - giovedì 14 aprile 2016
    Ecco cosa ne pensiamo.
    Partirà lunedì prossimo il roadshow di presentazione della nuova obbligazione emessa da Buzzi Unicem (15,68 euro). Con il bond, la cui sottoscrizione sarà riservata solo agli investitori istituzionali, il gruppo cementiero piemontese si propone di raccogliere almeno 500 milioni di euro. Le condizioni dell’emissione non sono ancora note. Buzzi ha deciso di ricorrere al mercato, invece che direttamente alle banche, per sostituire alcuni finanziamenti in scadenza e per allungare la durata del debito. Buzzi Unicem ha chiuso il 2015 con un utile leggermente superiore a quello del 2014, ma ha visto aumentare considerevolmente, nel proprio stato patrimoniale 2015, la quota annua di  passività per coprire i finanziamenti a lungo termine – sono più che triplicati rispetto al 2014. Inoltre, l’acquisto della romana Sacci richiederà ulteriore liquidità, tutti motivi che rendono necessario contenere i costi del credito. La scelta di ricorrere al mercato – Buzzi ha reso noto che l’effettiva emissione del prestito dipenderà molto dalle condizioni di mercato e dalle reazioni dei possibili sottoscrittori – va letta in questo senso. Il periodo non roseo del settore cementiero e l’incertezza sui costi legati all’acquisizione del gruppo Sacci ci spingono a confermare il nostro consiglio. Il titolo resta caro. Se lo possiedi vendilo, altrimenti non acquistarlo.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Buzzi Unicem: ricavi in crescita un anno fa - lunedì 15 febbraio 2016
    Da inizio anno l’andamento di Buzzi Unicem è stato analogo a Piazza Affari: un crollo senza fine. Neppure i dati positivi sui ricavi 2015 ne hanno invertito la tendenza. Confermiamo le nostre stime.
    Prezzo al momento dell'analisi (12/02/16): 12,10 EUR
    Consiglio: Vendi


    Buzzi Unicem ha da poco reso noti i dati preliminari per il 2015, che evidenziano una crescita dei ricavi del 6,2%: un risultato di tutto rispetto, se si considerano le attuali difficoltà del comparto cementifero. A frenare il settore sono il rallentamento cinese e i problemi che hanno iniziato ad affliggere diversi Paesi in via di sviluppo, le cui economie sono dipendenti dal prezzo del petrolio; tra questi c’è anche la Russia, mercato molto importante per il gruppo piemontese. I volumi di vendita in questo Paese sono in crescita, ma solo perché ora includono la cementeria di Korkino, che nel 2014 non faceva ancora parte del gruppo (a parità di società, sarebbero in calo). In crescita anche le vendite in Polonia, Repubblica ceca e Slovacchia. Meno bene, invece, le vendite negli Usa e in Messico. Confermiamo le nostre stime e il nostro consiglio.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 24,87 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 17,41 EUR
ISIN IT0001347308
Borsa Milano
Beta 1,08
Volatilità 31,32 %
Numero di azioni 165.349.100
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 3,80 EUR
Settore Costruzioni e immobili
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 17.313 EUR
Punteggio corporate governance 4

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 2015 2011
Dividendo 0,01 0,10 0,08 0,05
Utile corrente 0,88 0,71 0,61 0,16
Utile netto 0,88 0,71 0,61 0,16
Cash Flow corrente 1,83 1,68 1,61 0,88
Cash Flow netto 1,83 1,68 1,61 0,88
EBIT 1,66 1,69 1,28 1,12
EBITDA 2,61 2,68 2,30 2,60
Patrimonio netto 18,59 13,50 12,42 15,83
Patrimonio netto tangibile 15,03 13,47 12,42 12,27

Rendimento in euro

Buzzi Unicem Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi 4,74 % 0,93 % 0,64 %
Rendimento ultimi 6 mesi 5,05 % 3,15 % -0,95 %
Rendimento ultimo anno 27,95 % 13,23 % 10,55 %
Rendimento ultimi 5 anni 19,74 % 7,26 % 14,47 %

Indici finanziari della società

2016 2015 2011 2010
Pay out 14,13 % 12,33 % 39,01 % -
Current ratio 3,29 1,46 1,71 2,08
ROE 5,26 % 4,91 % 1,01 % -3,98 %
ROE netto 5,26 % 4,91 % 1,01 % -1,62 %
Margine lordo - - - -
Margine netto 5,43 % 4,70 % 1,87 % -1,51 %
EBIT margin 12,71 % 9,68 % 6,43 % 0,01 %
EBITDA margin 20,12 % 17,35 % 14,85 % 14,09 %
Tax rate 47,06 % 42,32 % 35,80 % -
Gearing 55,00 18,17 39,96 45,25
Patrimonio netto / totale attivo 48,32 % 46,72 % 47,98 % 47,88 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016
Rendimento da dividendo 0,04 % 0,44 %
Prezzo/utile corrente 26,10 32,37
Prezzo/cash flow corrente 12,55 13,70
Prezzo/patrimonio netto 1,24 1,70
Prezzo/patrimonio netto tangibile 1,53 1,70
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 3,71 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia