Danone

FR0000120644
Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
64,32 EUR 13/12/2018 17:36 Parigi
0,19 EUR (0,30 %) Variazione dall'ultima chiusura
61,74 71,82  52 settimane min max
-7,74 % Rendimento a 1 anno
3,27 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli
Contenuto premium

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Danone: attività in rallentamento un mese fa - lunedì 29 ottobre 2018
    Dopo un buon 1° semestre, l’attività di Danone è nettamente rallentata nel 3° trimestre. Nonostante gli sforzi del management, nei Paesi emergenti il gruppo non ottiene i risultati sperati. Dai massimi di inizio anno il titolo ha perso un po’ terreno.
     
     
     
     

    Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

    Desidero accedere a questo contenuto
  • Analisi
    Danone, svaluta le attività in Marocco 3 mesi fa - lunedì 3 settembre 2018
    I conti del secondo trimestre sono stati gravati dalle difficoltà riscontrate in Marocco: un simbolo dei problemi più generali del gruppo. Le nostre stime già ne tenevano conto e le confermiamo – utile per azione di 3,75 euro nel 2019.

    Prezzo al momento dell’analisi (31/8/2018): 67.82 euro

    Consiglio: vendi

    Se escludiamo i guadagni sulle cessioni di attività, l’utile di Danone (Isin FR0000120644) è calato del 53% nel 1° semestre, penalizzato dalle svalutazioni delle attività in Marocco dove sono stati boicottati i suoi prodotti ritenuti troppo cari. Niente di drammatico, ma è un fatto che evidenzia comunque le difficoltà del gruppo ad aumentare contemporaneamente prezzi e volumi di vendita. Per i latticini (50% delle vendite) il fatturato è progredito, ma poco: +1,4% in Nord America e +0,4% nel resto dei suoi mercati (Marocco escluso). Se complessivamente il fatturato è salito del 4,3% (senza il Marocco) è grazie soprattutto al latte per neonati in Cina (+30% grazie alla fine della politica del figlio unico). Il margine industriale (rapporto tra utili industriali e fatturato) è migliorato grazie soprattutto ai risparmi sui costi. Il titolo è caro. 

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Danone: vendite sopra le attese 7 mesi fa - lunedì 23 aprile 2018
    Forte della netta crescita delle vendite nel 1° trimestre, Danone ha confermato i suoi obiettivi sugli utili a breve e medio termine. 

    Prezzo al momento dell'analisi (20/04/2018): 66,38 euro

    Ai prezzi attuali l’azione resta, però, cara.

    Consiglio: vendi

    Danone (Isin FR0000120644) ha chiuso il 1° trimestre con delle vendite in netta crescita e superiori a quelle dei concorrenti. Il gruppo registra infatti un +4,9% (senza cessioni/acquisizioni) a fronte di un +3,4% per Unilever e +2,8% per Nestlé. Questo relativo vigore dell’attività si spiega con la forte presenza del gruppo nella nutrizione infantile in Cina (oltre il 50% della crescita), che ha beneficiato del boom delle nascite in questo Paese. Il colosso alimentare francese, come i suoi concorrenti, non può, però, permettersi di aumentare i prezzi di vendita, soprattutto nei Paesi industrializzati, ma anche in alcuni mercati emergenti; una situazione che pesa sulla redditività e che rischia di aggravarsi. Anche se l’Asia continua a rappresentare un importante motore della crescita e Danone cerca di rassicurare gli azionisti con dividendi e acquisti di azioni proprie, ai prezzi attuali l’azione è, secondo noi, sopravvalutata.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Danone: obiettivi ambiziosi 8 mesi fa - venerdì 30 marzo 2018
    Danone si è impegnata a rilanciare crescita e redditività da qui al 2020; un duplice e ambizioso obiettivo, che ci sembra molto difficile da centrare. 

    Prezzo al momento dell'analisi (29/03/2018): 65,73 euro

    Prevediamo un utile per azione di 3,45 euro nel 2018 e 3,75 euro nel 2019. In base a queste stime, ai prezzi attuali il titolo (in euro) resta secondo noi caro.

    Consiglio: vendi

    Nel 2017 la crescita delle vendite di Danone (Isin FR0000120644) è rallentata ancora (+2,5% contro +2,9% nel 2016). L’utile per azione è salito del 22%, ma grazie alla riforma fiscale Usa e al miglioramento nel 2° semestre dell’attività più redditizia, la nutrizione specializzata. Per sventare un’Opa ostile, il gruppo ha dato finora la priorità alla redditività e ai dividendi, contando di ritrovare una crescita sostenuta (tra +4% e +5%) entro il 2020. Per rilanciare le vendite nei Paesi industriali, dove i derivati del latte accusano, oltre alle pressioni sui prezzi, i cambiamenti nelle abitudini alimentari, Danone conta sull’integrazione di Whitewave (prodotti bio), ma non è detto che i consumatori siano disposti a pagare di più per prodotti più sani. Visto che ha un margine di manovra ridotto sui prezzi se vuole rispettare l’obiettivo di redditività industriale (almeno del 16% nel 2020), le cose si complicano.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Wall Street sale, Milano scende: la settimana delle Borse un anno fa - lunedì 23 ottobre 2017
    Altro passo avanti per New York che porta a sei il numero dei bilanci settimanali consecutivi chiusi in attivo. Bene anche Tokio, che ha fatto +1,4%. Piatte, in media, le Borse dell’eurozona, con Piazza Affari (-0,3%) tra le peggiori.
     
     
     
     

    Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

    Desidero accedere a questo contenuto
Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 71,82 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 61,74 EUR
ISIN FR0000120644
Borsa Parigi
Beta 0,49
Volatilità 16,07 %
Numero di azioni 670.710.300
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 43,01 EUR
Settore Alimentari e bevande
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 108.208 EUR
Punteggio corporate governance 3

Indici chiave per azione (EUR)

2018 (e) 2017 2016 2015
Dividendo 2,10 1,90 1,70 1,60
Utile corrente 2,60 3,35 2,79 2,10
Utile netto 3,70 3,92 2,79 2,10
Cash Flow corrente 5,00 4,84 3,99 3,92
Cash Flow netto 6,10 5,40 3,99 3,92
EBIT 4,80 5,27 4,74 3,63
EBITDA 7,15 6,83 6,02 5,62
Patrimonio netto 21,85 22,93 19,55 18,89
Patrimonio netto tangibile -6,90 -5,74 0,71 -0,05

Rendimento in euro

Danone Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -1,08 % -7,18 % -6,14 %
Rendimento ultimi 6 mesi -1,99 % -9,68 % -1,35 %
Rendimento ultimo anno -7,74 % -10,63 % 2,70 %
Rendimento ultimi 5 anni 7,32 % 2,44 % 12,56 %

Indici finanziari della società

2017 2016 2015 2014
Pay out 48,92 % 60,93 % 76,76 % 27,79 %
Current ratio 0,93 2,11 0,87 0,70
ROE 14,48 % 14,26 % 11,03 % 9,83 %
ROE netto 16,92 % 14,26 % 11,03 % 9,83 %
Margine lordo 49,51 % 51,04 % 49,97 % 47,71 %
Margine netto 10,39 % 8,33 % 6,24 % 5,93 %
EBIT margin 13,38 % 13,32 % 9,86 % 10,17 %
EBITDA margin 17,32 % 16,90 % 15,29 % 14,90 %
Tax rate 24,73 % 30,56 % 30,93 % 32,38 %
Gearing 129,47 164,66 90,36 89,75
Patrimonio netto / totale attivo 32,92 % 27,64 % 35,72 % 36,02 %

Dati di Borsa per azione

2018 (e) 2017
Rendimento da dividendo 3,27 % 2,96 %
Prezzo/utile corrente 24,67 19,12
Prezzo/cash flow corrente 12,83 13,25
Prezzo/patrimonio netto 2,94 2,80
Prezzo/patrimonio netto tangibile - -
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 6,00 % -

(e) : stima

×
Partecipa al sondaggio:
danone
Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia