Enel IT0003128367

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
4,92 EUR 21/07/2017 16:27 Milano
0,00 EUR (0,08 %) Variazione dall'ultima chiusura
3,61 4,98  52 settimane min max
27,84 % Rendimento a 1 anno
4,23 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Enel: emissione di bond negli Usa un mese fa - lunedì 29 maggio 2017

    Tra il successo dell’emissione obbligazionaria negli Usa e la promessa di dividendi in crescita, il momento è positivo per il titolo Enel, che viaggia sui massimi degli ultimi anni e ha staccato la Borsa di Milano.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Enel: conti 2016 senza sorprese 3 mesi fa - lunedì 27 marzo 2017
    I conti del 2016 non hanno avuto un particolare impatto sull’andamento del titolo Enel in Borsa. Il bilancio degli ultimi 5 anni resta, dunque, migliore di quello di Piazza Affari – e non stiamo tenendo conto dei dividendi.

    Prezzo al momento dell'analisi (24/03/17): 4,29 EUR
    Consiglio:Mantieni

    Enel ha chiuso il 2016 con un calo dei ricavi di circa il 7%. Il dato era atteso e non ha spaventato, perché si è accompagnato a un rialzo dei margini di guadagno, soprattutto in America Latina, che ha portato l’utile industriale ad attestarsi sugli stessi valori del 2015. L’utile netto si è fermato a 0,26 euro per azione, ma al netto delle componenti straordinarie sarebbe salito a 0,33 euro per azione, leggermente superiore agli 0,32 euro che avevamo stimato. Il dividendo complessivo a valere sui conti 2016 è di 0,18 euro (hai già ricevuto un acconto a gennaio, il saldo sarà a luglio), un filo inferiore agli 0,19 euro che ci aspettavamo. In ogni caso, sono risultati in linea con le attese. Abbiamo fatto solo piccole limature alle stime: nel 2017 ci attendiamo utili di 0,33 euro per azione e un dividendo di 0,21 euro, per il 2018 stimiamo utili di 0,37 euro per azione e un dividendo di 0,24 euro. 

    condividi questo articolo

  • Analisi
    I dividendi staccati durante il mese di gennaio 5 mesi fa - lunedì 13 febbraio 2017
    Qui trovi l'elenco delle società che fanno parte della nostra selezione che hanno staccato dividendi nel mese di gennaio.
    NomeViene staccato il…La società lo paga il…Importo lordoImporto netto
    Abbott11/01/201715/02/20170,2650,17 USD
    AT & T06/01/201701/02/20170,490,31 USD
    BBVA10/01/201712/01/20170,080,05 EUR
    Cisco Systems04/01/201725/01/20170,260,16 USD
    Enel23/01/201725/01/20170,090,07 EUR
    Iberdrola05/01/201701/02/20170,1350,08 EUR
    Procter & Gamble18/01/201715/02/20170,66950,42 USD
    Santander30/01/201701/02/20170,0550,03 EUR
    Seaspan23/01/201730/01/20170,3750,24 USD
    Solvay16/01/201718/01/20171,320,68 EUR
    Telefônica Brasil03/01/2017-10,10970,08 USD
    Texas Instrum.27/01/201713/02/20170,500,31 USD
    US Ecology18/01/201727/01/20170,180,11 USD
    Verizon06/01/201701/02/20170,57750,36 USD
     

    (1) Le società brasiliane staccano i dividendi più volte l’anno, ma li pagano una volta l’anno dopo l’approvazione dell’assemblea.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    In breve: pillole dalle società quotate 5 mesi fa - lunedì 13 febbraio 2017
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi al 10/02/17

    ENEL 4,05 EURO, +3,4%
    La controllata per le energie rinnovabili Enel Green Power ha avviato la produzione di due impianti fotovoltaici in Sudafrica. Rimanendo nello stesso settore, Enel ha anche siglato un accordo con Aton Storage, specializzata in soluzioni di accumulo di energia da fonte rinnovabile. Tenendo conto anche di questi sviluppi, confermiamo il nostro giudizio: mantieni.

    INTERPUMP 18,49 EURO, +1,5%
    Ha acquisito il 100% del gruppo spagnolo Inoxpa, attivo nella fabbricazione e nella commercializzazione di apparecchiature per il trattamento dei fluidi nell’industria alimentare, cosmetica e farmaceutica. È un’operazione che giudichiamo interessante, e che rafforza le nostre aspettative di una crescita dell’utile nel 2017 e nel 2018. Ai prezzi attuali, tuttavia, il titolo è già caro. Vendi.

    POSTE ITALIANE 6 EURO, -1,4%
    Ha ceduto il 100% di Banca del Mezzogiorno – Medio Credito Centrale a Invitalia. Considerato il corrispettivo della vendita (390 milioni di euro), la situazione del gruppo non cambia in maniera sostanziale. In attesa dei conti 2016, e soprattutto considerando la possibilità dell’arrivo di una nuova tranche di titoli sul mercato, non modifichiamo la nostra posizione prudenziale sul titolo. Mantieni.

    TELECOM ITALIA 0,8 EURO, -1,8%
    L’Autorità antitrust ha aperto un’istruttoria su Flash Fiber, la società in comune tra Telecom e Fastweb per la realizzazione di una rete in fibra ottica in 29 città entro il 2020. Le indagini hanno lo scopo di verificare se tra i due gruppi c’è stata un’intesa restrittiva della concorrenza. I tempi non sono brevissimi (l’istruttoria potrebbe concludersi anche a fine 2017), ma è un ulteriore elemento di incertezza che potrebbe gravare sul titolo. Il nostro consiglio non cambia: vendi.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    In breve: pillole dalle società quotate 6 mesi fa - lunedì 16 gennaio 2017
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi al 13/01/17


    BANCA MEDIOLANUM  7,54 EURO, +4,7%
    Sul lato della raccolta, il 2016 si è rivelato un anno boom per il gruppo: dicembre ha registrato la miglior raccolta mensile di sempre, portando il bilancio da inizio anno a un +20%. Notizia positiva, ma che non necessariamente si tradurrà in un aumento degli utili: già nei primi nove mesi dell’anno, la raccolta era in crescita del 30% ma i profitti erano in lieve calo (-2%). Anche alla luce di queste informazioni, ribadiamo il consiglio: mantieni.

    ENEL 4,16 EURO, invariata
    Enel e la compagnia saudita Saudi Electricity Company hanno siglato un accordo di cooperazione nella distribuzione di energia della durata di 3 anni. Da questo accordo non ci aspettiamo impatti particolarmente rilevanti sui conti, non modifichiamo perciò il nostro consiglio: mantieni.

    L’ESPRESSO 0,81 EURO, +0,9%
    L’autorità Antitrust ha avviato un’istruttoria sull’acquisizione di Italiana Editrice, società controllante delle testate La Stampa e Il Secolo XIX. In attesa di conoscere maggiori dettagli, per il momento la nostra posizione sul titolo non cambia: è correttamente valutato, mantieni.

    TELECOM ITALIA 0,85 EURO, +0,5%
    La società ha smentito le voci riguardanti una possibile fusione tra la sua controllata Tim Brasil e l’altro operatore telefonico brasiliano Oi. Resta, comunque, il fatto che la presenza in Brasile è in questo momento una forte incognita per il gruppo. Nel frattempo, Telecom ha inaugurato il 2017 con l’emissione di un bond da un miliardo con una cedola al minimo storico, ma anche su questo fronte le incertezze stanno aumentando: se le aspettative di inversione di tendenza dei tassi si confermeranno esatte, il gruppo potrà sfruttare ancora per poco l’attuale contesto per alleggerire il peso del suo debito. Il titolo rimane caro: vendi.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 4,98 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 3,61 EUR
ISIN IT0003128367
Borsa Milano
Beta 1,09
Volatilità 24,15 %
Numero di azioni 10.166.680.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 50,53 EUR
Settore Energia e servizi alle collettività
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 152.363 EUR
Punteggio corporate governance 5

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 2015 2011
Dividendo 0,21 0,18 0,16 0,26
Utile corrente 0,34 0,33 0,31 0,42
Utile netto 0,34 0,26 0,23 0,44
Cash Flow corrente 0,93 0,77 0,83 0,94
Cash Flow netto 0,93 0,70 0,76 0,96
EBIT 0,92 0,89 0,82 1,21
EBITDA 1,51 1,53 1,63 1,88
Patrimonio netto 3,37 3,24 3,27 3,97
Patrimonio netto tangibile 1,99 1,91 1,80 2,01

Rendimento in euro

Enel Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi 15,49 % 2,20 % -1,58 %
Rendimento ultimi 6 mesi 22,89 % 6,25 % 0,68 %
Rendimento ultimo anno 27,84 % 14,30 % 9,30 %
Rendimento ultimi 5 anni 20,82 % 8,04 % 13,85 %

Indici finanziari della società

2016 2015 2011 2010
Pay out 71,21 % 74,04 % 36,28 % 38,56 %
Current ratio 0,86 0,98 0,88 1,08
ROE 9,84 % 9,40 % 10,70 % 12,14 %
ROE netto 7,79 % 7,14 % 11,13 % 12,14 %
Margine lordo - - - -
Margine netto 5,36 % 4,46 % 6,74 % 7,73 %
EBIT margin 12,64 % 10,16 % 14,29 % 15,34 %
EBITDA margin 21,64 % 20,22 % 22,28 % 23,82 %
Tax rate 34,48 % 36,15 % 36,50 % 29,74 %
Gearing 27,27 74,90 84,31 86,64
Patrimonio netto / totale attivo 32,61 % 31,10 % 31,17 % 30,85 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016
Rendimento da dividendo 4,23 % 3,62 %
Prezzo/utile corrente 14,62 15,29
Prezzo/cash flow corrente 5,34 6,48
Prezzo/patrimonio netto 1,47 1,53
Prezzo/patrimonio netto tangibile 2,50 2,60
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 7,37 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia