ENI IT0003132476

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
13,37 EUR 29/06/2017 16:05 Milano
-0,19 EUR (-1,40 %) Variazione dall'ultima chiusura
12,26 15,72  52 settimane min max
5,21 % Rendimento a 1 anno
5,90 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Senza infamia e senza lode: la settimana delle Borse un mese fa - lunedì 15 maggio 2017
    New York ha chiuso la settimana a -0,3%, mentre le Borse europee, in media, sono riuscite a salire dello 0,8%. 
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    New York rialza la testa: la settimana delle Borse 2 mesi fa - lunedì 3 aprile 2017
    E le altre Borse con lei. Alla fine della settimana il listino americano fa segnare un guadagno dello 0,8%. Le Borse europee, in media, hanno chiuso con un +1,1%. In lieve calo Londra, col suo -0,2%, nella settimana dell’avvio ufficiale delle procedure per uscire dall’Unione Europea.
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    In breve, pillole dalle società quotate 3 mesi fa - lunedì 13 marzo 2017
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi al 10/03/17

    ENI 14,63 EURO, -4,2%
    Ha firmato un accordo con ExxonMobil per la cessione della partecipazione del 25% che Eni detiene nell’Area 4 in Mozambico. È una cessione che contribuirà a ridurre il livello di indebitamento del gruppo (te ne abbiamo parlato anche su Altroconsumo Finanza n° 1211), ma non al punto tale da modificare il nostro giudizio. Titolo correttamente valutato, mantieni.

     
    INTESA SANPAOLO 2,43 EURO, +4,1%
    Ha firmato un accordo per la cessione dell’intera quota in Allfunds Bank ai fondi Hellman&Friedman e al fondo sovrano di Singapore GIC. Il valore della vendita è di 900 milioni di euro, il che significa un guadagno straordinario di 800 milioni (0,05 euro per azione, circa un quarto dell’utile che Intesa ha realizzato nel 2016). Anche in seguito a questa notizia ribadiamo il nostro giudizio positivo: acquista.

     
    PARMALAT 3,03 EURO, +3,9%
    Viste le poche adesioni, Lactalis ha alzato il prezzo d’Opa da 2,8 a 3 euro per azione e ha prolungato il periodo di adesione fino al 23 marzo. Molto curiosamente (il mercato se lo aspettava?) il prezzo di Borsa era già allineato ai 3 euro, motivo per cui il nostro consiglio resta vendere in Borsa, anziché aderire all’Opa. Offrendo 3 euro per azione, Lactalis si è allineata ai valori di mercato. Al momento dell’analisi il prezzo di Borsa è lievemente sopra quello d’Opa, il che compensa le spese bancarie. Vendi.

     
    STEFANEL 0,13 EURO, -1,2%
    Ha chiesto – e ottenuto –  dal Tribunale di Treviso una proroga di due mesi della protezione dai creditori ottenuta a novembre. Con questo allungamento dei tempi, il management spera di riuscire a chiudere l’accordo di ristrutturazione e rilancio con le banche, per evitare il peggio; ma non è affatto detto che ci riesca. Non farti trovare con il cerino in mano: vendi.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Eni: buon quarto trimestre 3 mesi fa - lunedì 6 marzo 2017
    La scivolata registrata dai prezzi del greggio nel 2014 ha pesato tanto sul titolo Eni. Ora i prezzi del greggio si stanno stabilizzando, a tutto vantaggio della società, ma il titolo in Borsa non riesce a recuperare il divario accumulato rispetto a Piazza Affari.
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    In breve: pillole dalle società quotate 5 mesi fa - lunedì 30 gennaio 2017
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi al 27/01/17

    ENI  14,77 EURO, -5%
    Diversi sviluppi in Africa per il gruppo. Da un lato, ha siglato un accordo con Nigerian National Petroleum Corp. per nuove attività in Nigeria, dall’altro ha raggiunto un’intesa preliminare con Sonatrach per effettuare studi di fattibilità per la realizzazione di un complesso petrolifero in Algeria. Il giudizio non cambia: mantieni.

    INTERPUMP 17,62 EURO, +4%
    Attraverso la propria controllata britannica ha acquisito il 100% di Bristol Hose Ltd, società attiva nel settore dei tubi e raccordi per l’oleodinamica. Le dimensioni dell’operazione non sono tali da modificare il nostro giudizio, che di conseguenza resta negativo. L’azione, secondo noi, è cara. Vendi.

    MONTE PASCHI (titolo sospeso)
    Ha emesso due bond, per un totale di 7 miliardi di euro. Grazie alla garanzia dello Stato la cedola è irrisoria (0,5% per quello che scade nel 2018, 0,75% per quello che scade nel 2020). Al momento i bond non sono stati collocati - restano in portafoglio alla stessa Mps - ma in futuro potranno essere venduti o usati come garanzia per ottenere prestiti dalla Bce. Servono, in sostanza, per “galleggiare” e ottenere liquidità in attesa dell’aumento di capitale. Non modificano, pertanto, la situazione del gruppo, che resta critica. Quando (e se) le negoziazioni delle azioni in Borsa riprenderanno, vendi.  

    POSTE ITALIANE 5,98 EURO, -1,7%
    Secondo le ultime dichiarazioni, il Tesoro potrebbe vendere un ulteriore 30% della società entro il primo semestre di quest’anno. Una notizia che potrebbe “raffreddare” il titolo, in un periodo già penalizzato dalla vicenda del collocamento dei fondi di cui ti abbiamo già parlato nelle scorse settimane (vedi Altroconsumo Finanza n° 1205). Per questo, la nostra posizione resta prudenziale: nonostante i progressi nei conti, limitati a mantenere.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 15,72 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 12,26 EUR
ISIN IT0003132476
Borsa Milano
Beta 0,78
Volatilità 23,83 %
Numero di azioni 3.634.183.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 49,28 EUR
Settore Energia e servizi alle collettività
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 223.632 EUR
Punteggio corporate governance 5

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 2015 2011
Dividendo 0,80 0,80 0,80 1,04
Utile corrente 0,32 -0,09 0,09 1,89
Utile netto 0,39 -0,41 -2,44 1,89
Cash Flow corrente 2,54 1,87 3,97 4,04
Cash Flow netto 2,53 1,67 2,07 4,04
EBIT 1,04 0,60 -0,77 4,81
EBITDA 3,17 2,57 3,25 7,38
Patrimonio netto 13,92 14,33 13,97 14,79
Patrimonio netto tangibile 13,55 13,96 13,61 13,68

Rendimento in euro

ENI Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -7,42 % 2,26 % -1,04 %
Rendimento ultimi 6 mesi -8,99 % 6,72 % -0,77 %
Rendimento ultimo anno 5,21 % 21,82 % 16,58 %
Rendimento ultimi 5 anni 2,64 % 9,54 % 14,96 %

Indici finanziari della società

2016 2015 2011 2010
Pay out - - 27,46 % 28,68 %
Current ratio 1,37 1,57 1,08 1,02
ROE -0,66 % 0,66 % 12,80 % 12,79 %
ROE netto -2,84 % -17,46 % 12,80 % 12,79 %
Margine lordo - - - -
Margine netto -2,57 % -13,60 % 7,06 % 7,42 %
EBIT margin 3,80 % -4,03 % 15,78 % 16,20 %
EBITDA margin 16,30 % 16,97 % 24,21 % 25,83 %
Tax rate 404,18 % - 57,77 % 55,36 %
Gearing 28,61 32,29 47,91 48,44
Patrimonio netto / totale attivo 41,47 % 38,75 % 40,93 % 40,89 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016
Rendimento da dividendo 5,90 % 5,90 %
Prezzo/utile corrente 42,38 -
Prezzo/cash flow corrente 5,34 7,25
Prezzo/patrimonio netto 0,97 0,95
Prezzo/patrimonio netto tangibile 1,00 0,97
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 8,41 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia