Exor NL0012059018

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
52,00 EUR 20/10/2017 17:35 Milano
-0,35 EUR (-0,67 %) Variazione dall'ultima chiusura
35,47 56,00  52 settimane min max
42,34 % Rendimento a 1 anno
0,67 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Exor: cerca di rassicurare gli investitori 4 giorni fa - lunedì 16 ottobre 2017

    I cambi d’umore sono frequenti su Exor: un giorno il titolo sale, quello dopo scende, poi risale ancora.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Exor: paura uragani un mese fa - lunedì 11 settembre 2017

    Dopo una lunga corsa, il titolo in questi ultimissimi giorni non ha particolarmente brillato. L’incertezza sui danni provocati prima dall’uragano Harvey e poi da Irma, e, di conseguenza, su quanto dovrà essere ripagato da Partner Re, sono all’origine della recente debolezza.

    Prezzo al momento dell'analisi (08/09/17): 51,40 EUR
    Consiglio:Vendi

     

    Exor ha chiuso il primo semestre di quest’anno con dati decisamente positivi: gli utili sono più che raddoppiati rispetto allo stesso periodo del 2016. L’unica società del gruppo a chiudere in perdita è la Juventus, mentre da Partner Re, Fca, Cnh e Ferrari arrivano tutta una serie di contributi positivi. Nello stesso periodo la capogruppo ha anche incrementato la propria partecipazione in Gedi (è il gruppo editoriale che comprende, tra le altre, le testate La Stampa e Repubblica). Nonostante queste notizie positive e la prospettiva di un miglioramento futuro nei conti di Juventus, il titolo negli ultimi giorni si è arenato in Borsa. Il motivo è legato all’incertezza sulle perdite che potrebbe avere Partner Re, il gruppo di riassicurazione Usa chiamato a ripagare i danni provocati dall’uragano Harvey e quelli causati da Irma. In attesa di maggiori dettagli, il nostro giudizio è inalterato.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Exor: risultati in crescita, ma... 6 mesi fa - lunedì 10 aprile 2017
    Negli scorsi giorni il titolo ha ripiegato dopo una lunga corsa iniziata nel 2016: il mercato non ha apprezzato i conti del gruppo, in particolare la crescita dei debiti per l’acquisizione di Partner Re e la forte diminuzione della liquidità. A nostro parere, ai prezzi attuali il titolo è ancora molto caro.

    Prezzo al momento dell'analisi (07/04/17): 48 EUR
    Consiglio: Vendi

    Ricavi più che quadruplicati nel 2016 rispetto al 2015, utile “ordinario” (elementi straordinari esclusi) quasi triplicato sullo stesso periodo, eppure il mercato ha punito Exor in Borsa dopo la pubblicazione dei conti del 2016. Che cosa non è piaciuto nel bilancio del gruppo? Innanzitutto l’aumento dei debiti contratti per acquisire Partner Re – le passività sono infatti aumentate di oltre il 30%. Ma non solo: per comprare questo gruppo di riassicurazione Exor ha ridotto di molto la liquidità in cassa – da quasi 4 miliardi di euro a poco più di 116 milioni. Da notare, infine, che il 2015 si era chiuso con un utile sulla carta più alto di un terzo rispetto al 2016. Ma questo dato era dovuto per lo più a quanto ottenuto dalla vendita della quota di partecipazione in Rcs - ricavi straordinari, quindi, non legati a una buona gestione. Dopo questi conti il nostro consiglio non cambia.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Exor: coinvolta da scandalo FCA 9 mesi fa - lunedì 16 gennaio 2017
    Il titolo Exor è stato penalizzato nell’ultima parte della giornata di giovedì 12 gennaio dalla notizia delle indagini negli Usa sulle emissioni truccate per i motori diesel di FCA. L’azione ha, però, tentato un recupero già dal giorno successivo.
    Prezzo al momento dell'analisi (13/01/17): 42,69 EUR
    Consiglio: Vendi


    Dopo aver iniziato bene il 2017, su Exor si è abbattuto lo scandalo delle emissioni truccate da parte della controllata FCA. Prima di questo episodio Exor era stata spinta dalla creazione del fondo Exor financial investments sicav-sif con base in Lussemburgo. Inoltre, gli investitori avevano iniziato a scommettere su massicci finanziamenti della nuova presidenza Usa nel settore auto, di cui FCA, e anche CNH, sempre di Exor, avrebbero beneficiato. La notizia dell’indagine sulla violazione delle emissioni da parte dell’Agenzia per la protezione ambientale Usaha fatto precipitare le quotazioni di FCA e di tutti i titoli del gruppo. La multa potrebbe superare i 4,6 miliardi di dollari: FCA, comunque, potrebbe far fronte anche a una simile cifra – vedi qui a fianco – ma questo potrebbe avere conseguenze negative sui suoi risultati e, quindi, su quelli di Exor.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Exor: il punto sui risultati semestrali un anno fa - lunedì 5 settembre 2016
    La completa acquisizione e il successivo consolidamento di PartnerRe, avvenuto negli scorsi mesi, ha rimpolpato i conti di Exor. Il titolo, dopo il tracollo registrato a febbraio scorso, ha recuperato terreno.
    Prezzo al momento dell'analisi (02/09/16): 37,27 EUR
    Consiglio: Vendi


    I risultati semestrali di Exor sono stati brillanti. L’utile è raddoppiato rispetto al 1° semestre 2015 grazie ai lauti dividendi percepiti, tra cui una parte di quelli di PartnerRe (prima di includerli totalmente nei conti di Exor), e alle plusvalenze derivanti da cessioni fatte nel periodo. Le precedenti stime sull’utile industriale tenevano in buona parte già conto dell’importante apporto di PartnerRe, mentre quelle sull’utile per azione non consideravano gli introiti straordinari. Le abbiamo quindi riviste tenendo conto di questi ultimi, della cessione di Arenella immobiliare avvenuta a luglio, della riduzione del numero di azioni e del risparmio fiscale derivante dal completo trasferimento della sede in Olanda, portando l’utile per azione 2016 dal precedente 0,125 euro a 0,327 euro. Ciò nonostante, il titolo secondo noi rimane molto caro.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 56,00 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 35,47 EUR
ISIN NL0012059018
Borsa Milano
Beta 0,83
Volatilità 25,12 %
Numero di azioni 241.000.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 12,62 EUR
Settore Industrie e servizi vari
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 19.682 EUR
Punteggio corporate governance 4

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 (e) 2015 (e) 2011
Dividendo 0,35 0,35 0,35 0,00
Utile corrente 3,05 2,44 0,10 2,18
Utile netto 2,93 2,44 0,10 2,18
Cash Flow corrente 2,94 2,55 0,11 6,20
Cash Flow netto 2,94 2,55 0,11 6,20
EBIT 1,83 1,81 0,40 17,32
EBITDA 1,84 1,82 0,41 35,12
Patrimonio netto 31,40 28,68 26,57 27,66
Patrimonio netto tangibile 31,40 28,68 26,57 27,66

Rendimento in euro

Exor Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi 2,75 % 0,93 % 0,64 %
Rendimento ultimi 6 mesi 10,02 % 3,15 % -0,95 %
Rendimento ultimo anno 42,34 % 13,23 % 10,55 %
Rendimento ultimi 5 anni 21,64 % 7,26 % 14,47 %

Indici finanziari della società

2016 (e) 2015 (e) 2011 2010
Pay out - - 0,00 % 55,47 %
Current ratio - - 1,90 2,20
ROE - - 7,87 % 2,26 %
ROE netto - - 7,87 % 2,26 %
Margine lordo - - - -
Margine netto - - 2,64 % 0,97 %
EBIT margin - - 4,75 % 3,31 %
EBITDA margin - - 9,64 % 3,68 %
Tax rate - - 32,04 % 55,29 %
Gearing - - 127,22 51,68
Patrimonio netto / totale attivo - - 16,23 % 19,31 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016 (e)
Rendimento da dividendo 0,67 % 0,67 %
Prezzo/utile corrente 17,15 21,44
Prezzo/cash flow corrente 17,81 20,51
Prezzo/patrimonio netto 1,67 1,83
Prezzo/patrimonio netto tangibile 1,67 1,83
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 4,12 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia