Fiat Chrysler Automobiles NL0010877643

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
10,33 EUR 27/04/2017 17:40 Milano
-0,27 EUR (-2,55 %) Variazione dall'ultima chiusura
5,11 10,82  52 settimane min max
51,50 % Rendimento a 1 anno
0,00 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi

    Inquietudini: la settimana delle Borse

    18 giorni fa - lunedì 10 aprile 2017
    Una serie di punti interrogativi grava sull’economia e sulle Borse. Questo spiega il perché di una settimana fiacca: New York ha chiuso a -0,3%, le Borse della zona euro a -0,1%.
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi

    FCA: fusione con GM?

    2 mesi fa - lunedì 20 febbraio 2017
    FCA ha recuperato tutto quanto aveva perso a metà gennaio dopo l’apertura delle indagini su presunte emissioni truccate. Ora viaggia sui massimi degli ultimi anni.
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi

    Entusiasmo smorzato: la settimana delle Borse

    3 mesi fa - lunedì 16 gennaio 2017
    Settimana incolore per le Borse: New York -0,1%, Borse europee, in media, -0,1%, Milano -0,9%.
    Variazioni settimanali su prezzi al 13/01/17

    La prima conferenza stampa di Trump non è stata degna di nota: l’unico passaggio che ha mosso un po’ il mercato è stato il nuovo attacco ai prezzi troppo alti dei medicinali negli Usa. Questo spiega il ribasso del settore in settimana (-0,9%). Teva (33,97 Usd; Isin US8816242098) è scesa più del settore (-3,2%) per le deludenti previsioni fatte da parte dei vertici per l’anno in corso. Secondo noi, però, il titolo vale ancora un acquisto e a pagina 4 trovi il perché. Qualche spunto in più l’ha dato l’avvio della stagione dei conti trimestrali negli Usa. Per esempio, Bank of America (23,01 Usd; Isin US0605051046) ha di poco superato le attese del mercato dal punto di vista degli utili. Il titolo ha chiuso la settimana in rialzo dell’1,5% e per noi resta da mantenere. La Borsa svizzera ha fatto un risultato lievemente migliore delle colleghe europee (+0,4%) grazie al traino di Adecco (70,60 franchi svizzeri; Isin CH0012138605) che è salita di quasi il 6% da inizio anno (+50% circa da inizio luglio). Il titolo è correttamente valutato, ma temiamo che i futuri risultati trimestrali mostreranno un calo della redditività e che il mercato possa reagire in modo eccessivamente negativo. Meglio vendere ora.


    Risposte per te
    @Federico Se scegli il risparmio amministrato, sarà la tua banca a gestire per conto tuo tutti gli obblighi fiscali, compresi quelli che riguardano le azioni estere.
    @Paolo Dal 1° gennaio 2017 la Tobin Tax sulle azioni francesi è salita allo 0,3% del tuo investimento. La paghi sugli acquisiti di grandi azioni francesi, fatti su qualsiasi Borsa.
    @Rupert Nel tuo portafoglio non vedi dividendi per FCA perché la società, da quando è nata, non li hai mai staccati – e potrebbe non staccarne ancora per un po’.

    condividi questo articolo

  • Analisi

    Fca e lo scandalo emissioni: che fare ora?

    3 mesi fa - venerdì 13 gennaio 2017
    Ecco cosa fare con il titolo.
    Lo scandalo delle emissioni truccate è arrivato a toccare anche Fca (10,47 euro) che ora rischia una multa pari a fino 4,6 miliardi di dollari (in euro è poco meno). Quanto peserà questa eventuale multa su Fca? Contando che il 2016 dovrebbe chiudersi con un utile netto superiore ai 2,3 miliardi di euro e che il 2017 dovrebbe mostrare un'altra crescita, la multa equivarrebbe a poco meno di due anni di utili. Non poco, ma Fca ha anche in totale 23,2 miliardi di euro di soldi in cassa, più l'eventuale liquidità che genererà da qui al momento in cui dovrà pagare la multa. I veri problemi si avranno però sugli obiettivi che Fca si è data. Entro il 2018 vuole infatti azzerare il debito, che ora è pari a 6 miliardi di euro, ma se si dovesse dover trovare a sborsare 4,6 miliardi, questo rovinerebbe i piani di almeno un paio d'anni. Soldi per coprire la multa potrebbero arrivare dalla vendita di Magneti Marelli, operazione di cui si parla da un po' di tempo, ma anche in questo caso sarebbero soldi tolti alla riduzione dell'indebitamento, perché fino ad ora questa è sempre stata l'ottica della scelta di vendita della Marelli. E non è tutto. L'obiettivo di arrivare a non avere debito nel 2018 è figlio anche della volontà di fondersi con un'altra casa automobilistica. Avere i conti a posto e senza debiti rende infatti Fca un partner più gradito con cui fondersi, ma se la multa dovesse far slittare la data dell'azzeramento del debito, ecco che anche il progetto di una fusione potrebbe allontanarsi. Passando alle stime sui conti, considerato che lo scandalo che ha investito Volkswagen è scoppiato nel terzo trimestre 2015 e si sta concludendo solo ora, riteniamo che la multa dovrebbe arrivare a essere pagata nel 2018. Per cui per il 2017 manteniamo stime di 1,60 euro per azione, mentre per il 2018 le abbassiamo e prevediamo una perdita di 1,69 euro per azione. Per cui già con le stime precedenti di crescita il titolo era caro, a maggior ragione considerando questa multa. E attenzione, c'è poi un altro pericolo che incombe su Fca che potrebbe far peggiorare uletriormente i conti: lo scandalo emissioni potrebbe creare un danno di immagine che potrebbe tradursi in un calo delle vendite, con un ulteriore peggioramento dei risultati futuri. Per cui il titolo rimane caro e da vendere, mentre portiamo da 4 a 5 il grado di rischio del titolo.

    condividi questo articolo

  • Analisi

    FCA: investe con Google

    4 mesi fa - venerdì 23 dicembre 2016
    Il titolo FCA da inizio 2013 fino a inizio 2015 ha corso più di Piazza Affari e, grazie all’accelerazione degli ultimi mesi, ha un buon vantaggio nei confronti di quest’ultima.
    Prezzo al momento dell'analisi (22/12/16): 8,46 EUR
    Consiglio: Vendi

    FCA ha consegnato 100 minivan a Waymo, la neonata società di Google che si occupa di auto senza guidatore. Con l’inizio del 2017 partiranno anche i test su strada: le due società puntano a creare e lanciare sul mercato un servizio di trasporto condiviso – il cosiddetto ride sharing - entro fine 2017. Per una buona notizia, ce n’è, però, anche una negativa. L'autorità per la sicurezza stradale Usa, infatti, è in procinto di aprire un’indagine su un milione di pickup e suv Ram (sempre di FCA) dopo aver ricevuto lamentele sul fatto che i veicoli si muovono dopo essere stati parcheggiati. Tenendo conto sia delle incognite legate alla questionedi queste nuove indagini,sia delle nuove opportunità sulle auto a “guida autonoma”, confermiamo le nostre stime di un utile per azione (elementi straordinari esclusi) pari a 1,31 euro nel 2016 e pari a 1,6 euro nel 2017.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 10,82 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 5,11 EUR
ISIN NL0010877643
Borsa Milano
Beta 1,15
Volatilità 41,80 %
Numero di azioni 1.284.918.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 13,62 EUR
Settore Settore automobilistico
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 141.792 EUR
Punteggio corporate governance 6

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 (e) 2015 (e) 2015
Dividendo 0,00 0,00 0,00 -
Utile corrente 2,08 1,64 0,22 -
Utile netto 1,60 1,18 1,31 -
Cash Flow corrente 3,48 2,94 1,66 -
Cash Flow netto 3,00 2,31 2,75 -
EBIT 4,80 4,10 2,47 -
EBITDA 6,20 5,40 3,91 -
Patrimonio netto 8,99 7,39 6,21 -
Patrimonio netto tangibile 5,97 4,37 3,19 -

Rendimento in euro

Fiat Chrysler Automobiles Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi 2,60 % 5,78 % 1,97 %
Rendimento ultimi 6 mesi 70,70 % 13,75 % 12,01 %
Rendimento ultimo anno 51,50 % 11,93 % 18,66 %
Rendimento ultimi 5 anni 34,10 % 8,61 % 15,71 %

Indici finanziari della società

2015
Pay out - - - 0,00 %
Current ratio - - - 1,30
ROE - - - 0,85 %
ROE netto - - - 2,08 %
Margine lordo - - - 11,97 %
Margine netto - - - 0,34 %
EBIT margin - - - 2,37 %
EBITDA margin - - - 7,25 %
Tax rate - - - 30,57 %
Gearing - - - 0,00
Patrimonio netto / totale attivo - - - 15,48 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016 (e)
Rendimento da dividendo 0,00 % 0,00 %
Prezzo/utile corrente 5,10 6,46
Prezzo/cash flow corrente 3,05 3,61
Prezzo/patrimonio netto 1,18 1,43
Prezzo/patrimonio netto tangibile 1,78 2,43
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 3,50 % -

(e) : stima

  • Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • (The response is mandatory)

    Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Invia