IBM US4592001014

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
141,01 USD 22/08/2017 22:00 New York
0,68 USD (0,48 %) Variazione dall'ultima chiusura
139,70 181,95  52 settimane min max
-12,79 % Rendimento a 1 anno
4,20 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Male l'Europa, si salva Wall Street: la settimana delle Borse un mese fa - lunedì 24 luglio 2017

    Settimana poco esaltante per le Borse: i primi conti trimestrali societari stanno riservando qualche sorriso, ma anche amarezze. New York ha chiuso a +0,5%, le Borse europee, in media, a -1,6%. Debole anche Milano, -1,3%. Parliamo qui anche di JinkoSolar e di Atlantia. 

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Senza una direzione precisa: la settimana delle Borse 2 mesi fa - lunedì 19 giugno 2017
    Altra settimana nervosa per le Borse. Il bilancio, in media, è sostanzialmente piatto: New York archivia un piccolo progresso (+0,1%), le Borse europee un piccolo calo (-0,5%).
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Scappare dai titoli tecnologici? 2 mesi fa - lunedì 19 giugno 2017
    Negli scorsi giorni i titoli dei colossi del settore sono scesi bruscamente. Ci sarà un tracollo come a metà 2000, quando le azioni tecnologiche persero più del 50% in pochi mesi?
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Tutti pazzi per la tecnologia 3 mesi fa - lunedì 22 maggio 2017
    Il settore sta correndo molto: devi puntarci qualcosa? 

    Da inizio anno i titoli tecnologici mondiali han reso quasi il doppio rispetto agli altri titoli quotati: sono saliti in media del 19% contro il +10% circa dei listini mondiali. Due sono i motivi principali dietro questa corsa.

    Il primo è squisitamente americano, ma ha senso citarlo perché i pesi massimi del settore – Apple, Alphabet (Google), Microsoft, Amazon e Facebook – sono Usa. Queste società, per non pagare il fisco Usa, hanno “congelato” negli scorsi anni buona parte della loro liquidità all’estero – oltre il 90% di quella di Apple è fuori dagli Stati Uniti. Ora, con la riforma fiscale di Trump, c’è la possibilità che questi soldi siano “rimpatriati”: pure al netto delle tasse da pagare una tantum, stile “condono”, è una montagna di soldi a disposizione per aumentare i dividendi e gli acquisti azioni proprie. È una prospettiva sui cui il mercato ha fin qui scommesso.

    Il secondo riguarda il peso sempre più presente della tecnologia nelle nostre vite: si stima che già nel 2017 quasi 9.000 negozi di beni di consumo negli Usa chiuderanno i battenti, soppiantati dal commercio elettronico.

    Tecnologia sul tetto del mondo

     Tecnologia

    I titoli tecnologici (grassetto; indice Datastream relativo a 400 titoli del settore quotati su diversi listini mondiali) negli ultimi anni hanno corso molto di più rispetto agli altri titoli quotati (linea sottile; indice Datastream relativo a un andamento medio delle Borse mondiali). Questo li rende in media al più correttamente valutati.

     

    Ma non finisce qui: si stima che nel 2030, in media, circa il 40% di tutta la forza lavoro negli Usa potrebbe essere sostituita dalle macchine – la percentuale raggiunge picchi di oltre il 70% in alcuni settori, come la ristorazione (McDonald’s negli Usa sta già sperimentando un “bancomat” dei panini). Per chi vive di tecnologia sono prospettive da capogiro.

    Occhio, che ci sono dei rischi. Primo: la riforma fiscale di Trump è ancora fumosa. Non se ne conoscono i dettagli e se dovesse naufragare – c’è chi scommette che Trump possa essere costretto ad abbandonare la Casa Bianca prima della fine del suo mandato – per le società del settore tecnologico potrebbero essere dolori. Secondo: l’avanzamento tecnologico non necessariamente porta benessere alla comunità. Un recente studio commissionato dal governo Usa, ha dimostrato che negli scorsi anni, nel solo settore manifatturiero, ogni robot installato per ogni 1.000 operai ha finito, alla lunga, per distruggere circa 6 posti di lavoro e determinare un calo medio dei salari di circa l’1%. Sono prospettive che potrebbero portare anche a rivolte civili, nello scenario peggiore, o a nuove legislazioni per arginare lo sviluppo “eccessivo” dell’invasione tecnologica.

     

    La nostra pagella tra prospettive e rischi

    Abbiamo cercato di trasformare in numeri queste riflessioni. Ci aspettiamo un rendimento medio, in futuro, dei titoli del settore tecnologico di circa il 6% annuo - superiore al 5% stimato per i titoli del settore media, meno del quasi 8% stimato per i titoli del settore petrolifero (vedi tabella Il nostro giudizio sui principali settori). Non ti stupire: è vero che le prospettive sono buone, ma è anche vero che non tutte le società nel settore tecnologico fanno utili. Il caso più clamoroso è Tesla (310,83 Usd; Isin US88160R1014), società di auto elettriche il cui “capitano” è considerato un “guru” che rivoluzionerà il nostro mondo: nel primo trimestre 2017 ha bruciato 600 milioni di dollari, metà del recente aumento di capitale e quasi il 40% dei soldi bruciati in tutto il 2016. Come rischio, al settore, abbiamo attribuito circa 13, uno dei valori più elevati dopo il 20 delle materie prime e il 15 del settore energetico – i prezzi di petrolio e materie prime continueranno per noi a essere ballerini. Combinando i valori nelle due colonne, otteniamo un voto di 2,3 su una scala che va da 0 (molto caro) a 5 (molto conveniente). Ciò ci dice che il settore tecnologico è al più correttamente valutato. Per questo non consigliamo al buon padre di famiglia di puntare su tutto il settore. Piuttosto è meglio scegliere alcuni singoli titoli tecnologici.

    Il nostro giudizio sui principali settori

    Settore

    Rendimento atteso (più alto è meglio è)

    Valutazione rischio (più è basso, meglio è)

    Voto da 0 a 5 (0 minimo, 5 massimo)

    Utility

    7,5%

    8,9

    3,5

    Beni di consumo

    6,7%

    9,7

    3

    Alimentari e bevande

    6,3%

    9,2

    2,9

    Telecomunicazioni

    6,1%

    8,9

    2,9

    Energetico

    7,8%

    15,2

    2,8

    Immobiliare

    6,5%

    11,8

    2,7

    Finanziario

    6,7%

    12,4

    2,7

    Farmaceutico e biotech

    6,1%

    12,7

    2,4

    Tecnologico

    5,8%

    12,8

    2,3

    Media

    5,3%

    11,6

    2,2

    Materie prime

    5,9%

    20,1

    1,5

     

    Li abbiamo selezionati per te, sono convenienti e li trovi a pagina 10 nella sezione Alta tecnologia. Valuta tu quale acquistare, aiutandoti con il nostro Supplemento Tecnico o con www.altroconsumo.it/finanza – per esempio, puoi scegliere quello col rendimento da dividendo più elevato, che tra questi è IBM (151,98 Usd; Isin US4592001014). E se vuoi fare una scommessa su tutto il settore? Come detto, non la consigliamo, ma abbiamo comunque cercato lo strumento migliore per farla. È l’Etf Lyxor Msci world information technology (188,55 euro; Isin LU0533033667), quotato a Piazza Affari. Ha un costo dello 0,4% all’anno e investe su circa 160 titoli del settore tecnologico mondiali. Lo preferiamo sia agli Etf che investono sul Nasdaq (puntano solo su titoli Usa e hanno dentro anche società del settore farmaceutico), sia a un fondo comune sul settore tecnologico – ne abbiamo analizzati 70 e nessuno ha spiccato per qualità, anzi quasi tutti hanno offerto rendimenti molto inferiori a quelli medi del settore (1 stella nella nostra scala da 1 a 5). 

    condividi questo articolo

  • Analisi
    IBM: il mercato non ha gradito i conti del primo trimestre, ma... 4 mesi fa - venerdì 21 aprile 2017

    I risultati del 1° trimestre e la prudenza dei vertici per il 2° hanno pesato negli scorsi giorni sul titolo. Gli obiettivi per l’anno sono però confermati, così come il dividendo. Paghi 13,5 volte l’utile atteso 2017 contro le 22 volte in media per le altre azioni degli Usa.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 181,95 USD
Minimo degli ultimi 12 mesi 139,70 USD
ISIN US4592001014
Borsa New York
Beta 0,71
Volatilità 17,80 %
Numero di azioni 939.496.700
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 131,84 USD
Settore Alta tecnologia
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 620.545 USD
Punteggio corporate governance 7

Indici chiave per azione (USD)

2017 (e) 2016 2015 2014
Dividendo 5,90 5,50 5,00 4,25
Utile corrente 12,00 12,43 13,48 15,69
Utile netto 12,00 12,43 13,48 11,97
Cash Flow corrente 17,24 17,54 17,84 20,61
Cash Flow netto 17,24 17,54 17,84 20,61
EBIT 15,22 13,56 16,77 20,38
EBITDA 20,49 18,72 21,19 25,37
Patrimonio netto 22,12 19,29 14,77 11,98
Patrimonio netto tangibile -12,49 -18,98 -18,39 -18,87

Rendimento in euro

IBM Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -11,60 % -4,80 % -3,41 %
Rendimento ultimi 6 mesi -29,17 % -0,18 % -8,46 %
Rendimento ultimo anno -12,79 % 9,58 % 6,56 %
Rendimento ultimi 5 anni -2,91 % 6,46 % 12,66 %

Indici finanziari della società

2016 2015 2014 2013
Pay out 43,78 % 37,13 % 35,48 % 24,62 %
Current ratio 1,21 1,24 1,25 1,28
ROE 65,07 % 92,48 % 132,74 % 72,32 %
ROE netto 65,07 % 92,48 % 101,30 % 72,32 %
Margine lordo 47,92 % 49,77 % 50,01 % 48,63 %
Margine netto 14,86 % 16,14 % 12,96 % 16,52 %
EBIT margin 16,22 % 20,08 % 22,06 % 19,98 %
EBITDA margin 22,38 % 25,37 % 27,45 % 25,28 %
Tax rate 3,64 % 16,37 % 26,05 % 15,58 %
Gearing 186,72 223,26 61,27 18,65
Patrimonio netto / totale attivo 15,66 % 13,05 % 10,22 % 18,17 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016
Rendimento da dividendo 4,20 % 3,92 %
Prezzo/utile corrente 11,69 11,29
Prezzo/cash flow corrente 8,14 8,00
Prezzo/patrimonio netto 6,34 7,27
Prezzo/patrimonio netto tangibile - -
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 8,38 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia