Mediobanca IT0000062957

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
9,03 EUR 22/09/2017 09:55 Milano
0,04 EUR (0,44 %) Variazione dall'ultima chiusura
5,75 9,19  52 settimane min max
51,44 % Rendimento a 1 anno
4,12 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Mediobanca: aumenta il dividendo 25 giorni fa - lunedì 28 agosto 2017

    Negli ultimi anni, il titolo Mediobanca è salito ben più della Borsa italiana. Ai prezzi attuali, l’azione non è poi molto distante dai massimi che aveva raggiunto un paio di anni fa.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Mediobanca vuole vendere una fetta di Generali 6 mesi fa - lunedì 13 marzo 2017
    Dopo la ripresa nella seconda metà del 2016, il titolo Mediobanca ha perso un po’ di smalto nella prima parte del 2017. Ora il titolo si è ripreso.
    Prezzo al momento dell'analisi (10/03/17): 8,40 EUR
    Consiglio: Vendi

    Spenti, almeno per ora, i riflettori sul “caso” Generali, dopo che Intesa ha chiuso a un’integrazione, si sono affievolite anche le luci su Mediobanca, azionista del gruppo assicurativo con il 13%. I vertici hanno dichiarato che intendono cedere il 3%, conservando il 10% residuo di Generali. Una quota ancora consistente, che permetterebbe a Mediobanca di continuare a rappresentare un ruolo di peso negli eventuali “giochi” sul Leone. In attesa di novità su questo fronte, i conti del gruppo mostrano un buon progresso: nel primo semestre dell’anno fiscale 2016/2017 l’utile è salito del 30%. È un risultato che cela, però, un aumento dei ricavi “limitato” al 5,5% e un aumento dei costi del 10,4%. L’aumento dell’utile è, quindi, legato a elementi “una tantum”, in particolare la cessione della quota in Atlantia. Anche per questo, il nostro giudizio non cambia.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    In breve: pillole dalle società quotate 10 mesi fa - lunedì 21 novembre 2016
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    Variazioni settimanali su prezzi 18/11/16


    BENI STABILI 0,5 EURO, +0,1%
    Ha definito le condizioni per la costituzione della maggiore Sicav immobiliare italiana, a cui il gruppo conferirà il patrimonio immobiliare dato in locazione a Telecom Italia. Beni stabili manterrà il 60% della Sicav, mentre Crédit Agricole Assurance e EDF Invest ne acquisiranno il 20% ciascuna. Il consiglio non cambia: vendi.

    LEONARDO-FINMECCANICA 11,8 EURO, -2,6%
    ATR, società di velivoli a turboelica che Leonardo-Finmeccanica controlla insieme ad Airbus, ha siglato un accordo con la compagnia messicana Aeromar per la consegna di otto velivoli ATR-600. Il nostro consiglio sul titolo non cambia: mantieni.

    MEDIASET 2,28 EURO, -2,61%
    Ha raggiunto un accordo commerciale con Sky Italia: per il catalogo 2016/17 quest’ultima potrà trasmettere in esclusiva, sulla sua piattaforma a pagamento, le prime visioni dei film di Medusa, la casa di produzione e distribuzione cinematografica controllata da Mediaset. I termini economici dell’accordo non sono stati resi noti. Per il momento, confermiamo il nostro consiglio: mantieni.

    MEDIOBANCA 6,53 EURO, -6,8%
    Ha varato un nuovo piano strategico che punta, da qui al 2019, a un rafforzamento patrimoniale e a un utile operativo di 1 miliardo, un terzo in più di quello con cui ha chiuso i conti dell’esercizio 2015/2016. Il gruppo punta inoltre a nuove acquisizioni, e la prima si sta già concretizzando: ha raggiunto un accordo con Banca Mediolanum per rilevare il suo 50% di Banca Esperia (l’altro 50% è già di Mediobanca). Le indicazioni del gruppo sono leggermente più ottimiste delle nostre previsioni, ma viste le incertezze attuali del settore preferiamo, prudenzialmente, confermare le nostre stime. Confermiamo anche il consiglio: il titolo è caro, vendi.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Mediobanca: alziamo le stime 10 mesi fa - lunedì 7 novembre 2016
    Mediobanca inaugura bene l’anno 2016/2017 con risultati trimestrali in miglioramento. Un progresso che ci ha spinto a rivedere al rialzo le stime sull’intero anno, ma che non basta per cambiare il giudizio sul titolo.
    Prezzo al momento dell'analisi (04/11/16): 6,36 EUR
    Consiglio: Vendi

     
    L’anno fiscale 2016/2017 parte con il piede giusto per Mediobanca: nel 1° trimestre il gruppo mette, infatti, a segno un utile in rialzo dell’11% (a 0,32 euro per azione). È un risultato sempre più guidato dalla banca al dettaglio: i ricavi da interesse salgono del 4% per l’intero gruppo, ma dell’8,1% nella banca al dettaglio. Il distacco è ancora più marcato nei ricavi da commissioni: +7% l’intero gruppo, +38% per la banca al dettaglio grazie alle attività acquisite da Barclays. Lo “storico” settore di attività di Mediobanca (nei confronti di operatori istituzionali) ha invece il fiato corto: -11,5% i ricavi e +3% i costi. L’utile del comparto sale del 32% solo grazie alle minori rettifiche su crediti. Tenendo conto dei risultati complessivi, abbiamo alzato rispettivamente a 0,78 e 0,80 euro per azione le stime sull’utile di quest’anno fiscale e del prossimo.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Mediobanca: Che Banca! raddoppia un anno fa - venerdì 2 settembre 2016
    La controllata CheBanca! ha concluso il processo di acquisizione delle attività italiane di Barclays. Il nostro giudizio sul titolo è cambiato? Leggilo qui.
    Prezzo al momento dell'analisi (1/9/2016): 6,7 euro

    Consiglio: vendi

    La controllata CheBanca! ha concluso il processo di acquisizione delle attività italiane di Barclays (85 filiali e 220.000 clienti). Grazie anche a questo il titolo Mediobanca ha ripreso un po’ tono, ma né più né meno dell’intero settore bancario europeo. L’acquisizione, che porta CheBanca! a raddoppiare le proprie dimensioni, non giunge a sorpresa: i primi accordi sono di qualche mese fa, e da allora le nostre stime ne tengono già conto. È però un’ulteriore conferma del cambio di rotta del gruppo Mediobanca: meno banca d’investimento e più banca al dettaglio. Lo confermano anche i risultati dell’anno fiscale 2015/2016: l’attività al dettaglio pesa già per il 55% dei ricavi, senza contare l’apporto che verrà nei prossimi anni da questa acquisizione. Tornando ai conti 2015/2016, il peso dell’attività al dettaglio mostra i suoi pro ma anche i contro: l’utile sale solo del 2,5% a 0,71 euro per azione (meno delle nostre stime) proprio per il peso delle svalutazioni sui crediti concessi in passato. Una sorpresa positiva è invece arrivata dal dividendo, salito a 0,27 euro (lo stimavamo stabile a 0,25).

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 9,19 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 5,75 EUR
ISIN IT0000062957
Borsa Milano
Beta 1,54
Volatilità 38,85 %
Numero di azioni 880.097.500
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 7,80 EUR
Settore Settore finanziario
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 35.922 EUR
Punteggio corporate governance 6

Indici chiave per azione (EUR)

2017-18 (e) 2016-17 (e) 2015-16 2014-15
Dividendo 0,37 0,37 0,27 0,25
Utile corrente 0,88 0,87 0,71 0,69
Utile netto 0,88 0,87 0,71 0,69
Cash Flow corrente 0,00 0,00 0,00 0,00
Cash Flow netto 0,00 0,00 0,00 0,00
EBIT 0,00 0,00 0,00 0,00
EBITDA 0,00 0,00 0,00 0,00
Patrimonio netto 11,03 10,52 10,06 10,04
Patrimonio netto tangibile 10,54 10,03 9,57 9,60

Rendimento in euro

Mediobanca Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi 5,54 % -1,86 % -4,54 %
Rendimento ultimi 6 mesi 6,68 % 1,14 % -5,26 %
Rendimento ultimo anno 51,44 % 12,02 % 9,16 %
Rendimento ultimi 5 anni 19,19 % 6,83 % 13,15 %

Indici finanziari della società

2016-17 (e) 2015-16 2014-15 2013-14
Pay out - 38,20 % 36,10 % 27,29 %
Current ratio - - - -
ROE - 7,03 % 6,90 % 6,03 %
ROE netto - 7,03 % 6,90 % 6,03 %
Margine lordo - - - -
Margine netto - - - -
EBIT margin - - - -
EBITDA margin - - - -
Tax rate - 17,47 % 21,66 % 7,92 %
Gearing - - - -
Patrimonio netto / totale attivo - 12,45 % 12,24 % 11,09 %

Dati di Borsa per azione

2017-18 (e) 2016-17 (e)
Rendimento da dividendo 4,12 % 4,12 %
Prezzo/utile corrente 10,22 10,33
Prezzo/cash flow corrente - -
Prezzo/patrimonio netto 0,82 0,85
Prezzo/patrimonio netto tangibile 0,85 0,90
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 6,45 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia