Oriflame Holding CH0256424794

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
266,30 SEK 22/09/2017 17:29 Stoccolma
-3,60 SEK (-1,33 %) Variazione dall'ultima chiusura
227,00 380,80  52 settimane min max
-5,25 % Rendimento a 1 anno
5,32 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Oriflame: vendite sopra le attese 6 giorni fa - lunedì 18 settembre 2017

    Nonostante i risultati rassicuranti del 2° trimestre e la decisione di distribuire un dividendo straordinario, il mercato continua a “snobbare” Oriflame. Il titolo ha un livello di rischio abbastanza alto.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Sassolini sulla strada, la settimana della Borsa 6 mesi fa - lunedì 13 marzo 2017
    New York ha chiuso la settimana a -0,4% mentre i listini europei hanno perso in media lo 0,5%. 
    Variazioni settimanali su prezzi al 10/03/17


     
    In settimana Trump ha svelato il suo progetto di riforma sanitaria. I titoli del settore farmaceutico non ne hanno beneficiato – in media hanno chiuso a -0,1%. Del resto, oltre a presentare la riforma, Trump è tornato a scagliarsi contro il prezzo troppo alto dei farmaci negli Usa. Piuttosto è nel settore finanziario dove abbiamo trovato un titolo che potrebbe beneficiare della sanità a marchio Trump. Si chiama HealthEquity (41,69 Usd; Isin US42226A1079) ed è una scommessa: qui sul sito ne trovi i termini. A pesare su New York ci sono stati anche i titoli del settore energetico, scesi in media del 2,3% sulla scia del calo del prezzo del greggio del 6,8% – le trivelle di Iran, Iraq e Usa stanno correndo senza freni e le scorte di prodotti petroliferi negli Usa sono cresciute ben oltre il previsto. Non ci spaventiamo: sapevamo che nuove scivolate del greggio erano possibili. Continuiamo dunque a consigliarti alcuni titoli del settore: li trovi qui sul sito. Comprali però solo se hai un orizzonte d’investimento di più anni. Milano ha chiuso invariata: a sostenerla sono stati i titoli bancari (+1,4% in media in Europa) che hanno beneficiato del miglioramento delle prospettive economiche prospettato dalla Banca centrale europea per la zona euro.

    Risposte per te
    @Angelo Oriflame ha staccato una fetta del dividendo (0,20 euro lordi per azione) lo scorso 15 febbraio 2017 e l’ha messo in pagamento a partire dal 22 febbraio.
    @Silvana Non puoi usare le tue minusvalenze accumulate con gli Etf per compensare i guadagni fatti con altri Etf. Puoi usarle per compensare le plusvalenze sulle singole azioni.
    @Sissy La banca ha fatto i conti giusti: i 5 euro di tasse che hai pagato sull’acquisto di 5.000 euro di azioni Sias sono legati alla tobin tax (lo 0,1% del valore d’acquisto). 

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Oriflame: i motivi del recente calo 10 mesi fa - lunedì 21 novembre 2016
    I conti trimestrali sono stati buoni, ma il mercato è rimasto deluso dalle prospettive per fine anno. Questo spiega il tracollo del titolo: il mercato ne ha approfittato per portare a casa i guadagni fatti grazie alla corsa del titolo nel 2016.
    Prezzo al momento dell'analisi (18/11/16): 248,8 SEK
    Consiglio: Acquista


    Oriflame (Isin CH0256424794) ha chiuso bene il terzo trimestre. Grazie ai “nuovi mercati” (India, Cina, Messico), i cui risultati compensano la debolezza di quelli “storici” (Russia e Ucraina), i ricavi del gruppo salgono del 12% (in euro +6%). Una crescita che non si vedeva dal 2011. Grazie al rialzo dei prezzi di vendita, anche la redditività è salita (9% contro il 7% dell’anno scorso). E anche il debito si è dimezzato nel giro di un solo anno. Perché il titolo è sceso? Perché il mercato ha giudicato non all’altezza le prospettive per il quarto trimestre: la società si aspetta una crescita dei ricavi “solo” del 7% dopo una crescita a due cifre nei tre trimestri precedenti. È stato il pretesto per vendere, ma la situazione non è compromessa: la crescita comunque c’è e la società ha le carte in regola per vedere salire, a medio termine, la sua redditività al 15%.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Dilemma presidente: la settimana delle Borse 10 mesi fa - lunedì 7 novembre 2016
    L’umore dei mercati è condizionato dall’incertezza sull’esito elettorale negli Usa.
    Variazioni settimanali su prezzi al 4/11/16

    I mercati tifano Clinton. Nella mattinata di lunedì 7 novembre – quando chiudiamo questo numero – i sondaggi sono tornati favorevoli a quest’ultima e i mercati hanno interrotto una striscia negativa che per Wall Street durava da 9 sedute. Settimana scorsa New York ha perso l’1,9%, le Borse europee, in media, il 4,1%, Milano, in particolare, il 5,8%. Anche se l’esito elettorale fosse quello sperato dai mercati, l’euforia rischia di durare comunque poco: tutta la fine dell’anno si preannuncia calda. Tra i settori peggiori della settimana c’è stato il farmaceutico (-2,5%). Pfizer (30 Usd; Isin US7170811035), dopo conti trimestrali poco convincenti, ha ridotto ulteriormente le previsioni sui risultati di fine anno. Il titolo ha perso il 6% in settimana, ma resta da vendere. Male anche Teva (40,24 Usd; Isin US8816242098), che in settimana ha perso il 4,9% sulle indiscrezioni di pesanti multe in arrivo. La sanzione inflitta al titolo è eccessiva: acquista. Male anche il settore energetico (-3%) gravato dal brusco calo del prezzo del greggio (-9,2% il brent). In controtendenza Chevron (104,78 Usd; Isin US1667641005) che continua a beneficiare di conti trimestrali superiori alle attese: in settimana ha messo su lo 0,9% e secondo noi resta un titolo conveniente. Acquista. La mattina del 7 novembre è sbarcata in Borsa Italgas: il prezzo alle ore 12 è di 3,97 euro e il titolo è correttamente valutato. Mantieni sia le Italgas, che da settimana prossima entreranno in selezione e saranno costantemente seguite, sia le Snam (3,88 euro sempre alle ore 12 del 7 novembre).
     

    Risposte per te

    @Franco Puoi chiedere la restituzione di una parte della tassazione estera sui dividendi (per quelli Usa è già al minimo del 15%), ma rischia di costarti più di quanto recuperi.

    @Massimo Eni ha staccato 0,4 euro lordi di dividendo per azione lo scorso 19 settembre. Dovrebbe staccare il saldo, pari a altri 0,4 euro lordi per azione, verso fine maggio 2017.

    @Maria Teresa Oriflame non ha pagato nessun dividendo nel 2016. Ci aspettiamo un dividendo di 3,74 sek sui conti 2016: se in effetti ci sarà, verrà pagato nel 2017.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Oriflame: solidi risultati trimestrali un anno fa - venerdì 20 maggio 2016
    La svedese Oriflame ha realizzato dei soddisfacenti risultati trimestrali.
    Prezzo al momento dell'analisi (19/05/2016): 184,4 SEK
    Da quando te ne abbiamo consigliato l’acquisto all’inizio di marzo, il titolo ha già corso parecchio, ma il suo potenziale di crescita non è, secondo noi, esaurito.
    Consiglio: acquista
    Nel 1° trimestre il buon andamento delle vendite in Asia e in Sud America ha consentito a Oriflame (Isin CH0256424794) di compensare il crollo del fatturato in Russia. Le riduzioni dei costi e gli aumenti dei prezzi hanno, inoltre, permesso di migliorare la redditività. Alziamo quindi le nostre previsioni sugli utili del gruppo. Se il rischio non ti spaventa (4 nella nostra scala che va da 1 a 5), puoi continuare ad acquistare questa azione correttamente valutata.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 380,80 SEK
Minimo degli ultimi 12 mesi 227,00 SEK
ISIN CH0256424794
Borsa Stoccolma
Beta 0,93
Volatilità 38,51 %
Numero di azioni 54.393.620
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 14,68 SEK
Settore Beni di consumo
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 51.270 SEK
Punteggio corporate governance 6

Indici chiave per azione (SEK)

2017 (e) 2016 2015 2014
Dividendo 14,37 3,79 0,00 0,00
Utile corrente 14,63 11,34 8,24 9,48
Utile netto 14,63 11,34 5,83 6,13
Cash Flow corrente 19,18 15,44 12,21 14,20
Cash Flow netto 19,18 15,44 10,67 11,13
EBIT 23,30 20,25 17,08 16,00
EBITDA 27,85 24,36 21,06 20,72
Patrimonio netto 32,72 32,56 25,27 24,00
Patrimonio netto tangibile 31,79 31,64 24,38 23,08

Rendimento in euro

Oriflame Holding Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -19,49 % -1,45 % -4,05 %
Rendimento ultimi 6 mesi -18,30 % 1,92 % -3,27 %
Rendimento ultimo anno -5,25 % 11,80 % 8,01 %
Rendimento ultimi 5 anni 3,26 % 6,78 % 13,28 %

Indici finanziari della società

2016 2015 2014 2013
Pay out 33,42 % 0,00 % 0,00 % 17,67 %
Current ratio 1,67 2,43 2,00 2,19
ROE 35,22 % 31,50 % 41,12 % 54,83 %
ROE netto 35,22 % 22,27 % 26,58 % 50,97 %
Margine lordo 70,67 % 69,19 % 68,44 % 70,12 %
Margine netto 5,34 % 2,82 % 2,96 % 5,59 %
EBIT margin 9,54 % 8,27 % 7,73 % 10,12 %
EBITDA margin 11,47 % 10,19 % 10,00 % 12,22 %
Tax rate 33,64 % 45,05 % 49,53 % 26,52 %
Gearing 42,80 110,79 173,81 178,27
Patrimonio netto / totale attivo 25,40 % 21,21 % 20,16 % 20,12 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016
Rendimento da dividendo 5,32 % 1,40 %
Prezzo/utile corrente 18,45 23,81
Prezzo/cash flow corrente 14,07 17,48
Prezzo/patrimonio netto 8,25 8,29
Prezzo/patrimonio netto tangibile 8,49 8,53
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 8,22 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia