Procter & Gamble US7427181091

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
87,25 USD 26/05/2017 22:01 New York
0,39 USD (0,45 %) Variazione dall'ultima chiusura
81,04 91,67  52 settimane min max
9,30 % Rendimento a 1 anno
3,11 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    I dividendi staccati durante il mese di gennaio 3 mesi fa - lunedì 13 febbraio 2017
    Qui trovi l'elenco delle società che fanno parte della nostra selezione che hanno staccato dividendi nel mese di gennaio.
    NomeViene staccato il…La società lo paga il…Importo lordoImporto netto
    Abbott11/01/201715/02/20170,2650,17 USD
    AT & T06/01/201701/02/20170,490,31 USD
    BBVA10/01/201712/01/20170,080,05 EUR
    Cisco Systems04/01/201725/01/20170,260,16 USD
    Enel23/01/201725/01/20170,090,07 EUR
    Iberdrola05/01/201701/02/20170,1350,08 EUR
    Procter & Gamble18/01/201715/02/20170,66950,42 USD
    Santander30/01/201701/02/20170,0550,03 EUR
    Seaspan23/01/201730/01/20170,3750,24 USD
    Solvay16/01/201718/01/20171,320,68 EUR
    Telefônica Brasil03/01/2017-10,10970,08 USD
    Texas Instrum.27/01/201713/02/20170,500,31 USD
    US Ecology18/01/201727/01/20170,180,11 USD
    Verizon06/01/201701/02/20170,57750,36 USD
     

    (1) Le società brasiliane staccano i dividendi più volte l’anno, ma li pagano una volta l’anno dopo l’approvazione dell’assemblea.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Procter & Gamble: trimestre sopra le attese 4 mesi fa - lunedì 23 gennaio 2017
    L’annuncio di risultati trimestrali migliori del previsto ha spinto il titolo in Borsa.
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Procter&Gamble: offerta di scambio per “l’operazione” Coty 8 mesi fa - giovedì 15 settembre 2016
    Accettare o no?
    A luglio 2015 Procter&Gamble (PG; 87,01 USD; Isin US7427181091) aveva annunciato la fusione di una quarantina di marchi di prodotti di bellezza (cosmetici e profumi) con la connazionale Coty. Questa fusione, complessa nella realizzazione per ragioni fiscali, è ora partita ufficialmente. Noi ti consigliamo di non partecipare all’offerta di scambio. Ai prezzi attuali, il titolo PG tiene già più che conto dei passi avanti fatti nella strategia di riorientamento delle attività e del miglioramento della redditività. Limitati a mantenerlo.
    Un’operazione in 2 fasi
    In un primo momento, PG raggrupperà i marchi che scorpora in una società battezzata Galleria. Coty, dal canto suo, raggrupperà i marchi scorporati in una società battezzata Green Acquisition Sub. Al perfezionamento della fusione (la data non è stata ancora fissata) Galleria si fonderà con Green Acquisition Sub.
    PG propone ora ai suoi azionisti di scambiare entro il prossimo 29 settembre titoli PG con titoli Galleria, che però, al perfezionamento di questa complessa operazione, saranno automaticamente trasformati in azioni Coty (alla fine non avresti, quindi, azioni Galleria).
     
    Non partecipare all’offerta
    Per incentivare gli azionisti a partecipare, le condizioni dello scambio prevedono un piccolo sconto sui titoli offerti. Noi, però, ti sconsigliamo di accettare lo scambio. Primo, il titolo Coty non è più conveniente di PG, anzi. Secondo, PG offre un rendimento su dividendo del 3% contro appena l’1% di Coty. Terzo, con un debito importante, Coty è finanziariamente meno solida di PG. Sul piano delle attività, inoltre, Coty è meno diversificata di PG. È infatti presente unicamente nei prodotti di bellezza, un settore meno solido di quanto si creda: nel 2015/16 2 divisioni su 3 hanno subìto un calo delle vendite.
     
    Mantieni le Procter&Gamble
    Questa operazione consentirà a PG di fare un grosso passo avanti nella sua strategia di riorientamento e di liberarsi di marchi poco redditizi. Il gruppo non è mai riuscito, in effetti, a svilupparsi a sufficienza nel settore della bellezza. Nel frattempo, l’ondata di cessioni di attività meno redditizie, partita nel 2014, comincia a dare frutti, come illustrano i risultati del 4° trimestre 2915/16: il fatturato è sceso ancora dell’8%, ma a parità di società incluse nel gruppo e senza effetti di cambio cresce del 2%, mentre l’utile per azione è lievitato del 23%, “dopato” dal miglioramento dei margini. Questo miglioramento dovrebbe continuare con il perfezionamento dell’operazione Coty e sarà sostenuto da un piano di economie da 10 miliardi di dollari su 5 anni (lanciato nel 2012); risparmi che saranno in parte utilizzati per investire nell’innovazione e diventare più competitiva. Stimiamo un utile per azione di 4 dollari nel 2016/17 (senza i guadagni delle cessioni a Coty) e di 4,2 dollari nel 2017/18.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Procter & Gamble: il punto sull'andamento della società 11 mesi fa - lunedì 20 giugno 2016
    Procter & Gamble fa ancora fatica a rilanciare la sua crescita. Resta, comunque, una società solida. Stimiamo un utile per azione (elementi straordinari esclusi) di 3,9 Usd per l’anno fiscale 2015/16 e di 4,1 per il 2016/17.
    Prezzo al momento dell'analisi (17/06/16): 83,13 USD
    Consiglio: Mantieni


    Nel 3° trimestre (l’anno fiscale termina il 30/6) Procter&Gamble (Isin US7427181091) ha alzato i prezzi di vendita dell’1% per compensare l’impatto negativo del dollaro forte sulle vendite. Questo aumento, insieme al miglioramento della produttività e alla decisione di concentrarsi solo su alcuni marchi, ha fatto salire la redditività industriale al 21,6% (era al 19,2% nel 3° trimestre 2014/15). Rovescio negativo della medaglia, i volumi di vendita ne hanno comunque sofferto. Per far sì che questi ultimi crescano di pari passo ai prezzi di vendita servirebbe, quindi, un aumento del “peso” dei prodotti innovativi. Finché il gruppo non ci riuscirà, la crescita rischia di restare fiacca (+1% nel 3° trimestre contro +4% in media negli ultimi 10 anni) e l’aumento del dividendo sarà modesto (appena l’1% nel 3° trimestre). Correttamente valutata.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Procter&Gamble: risultati superiori alle attese un anno fa - lunedì 1 febbraio 2016
    I risultati del 2° trimestre (l’anno fiscale termina a giugno) di Procter&Gamble hanno superato le attese.

    Prezzo al momento dell'analisi (29/01/2016): 81,69 USD

    Ai prezzi attuali, l’azione resta correttamente valutata.
    Consiglio: mantieni
    Nel 2° trimestre Procter&Gamble (Isin US7427181091) ha realizzato degli utili migliori delle attese. L’aumento dei prezzi di vendita e la razionalizzazione del suo portafoglio di marchi gli hanno, infatti, consentito di aumentare le vendite (+2% senza effetti di cambio). Il management ha tuttavia avvertito che il dollaro forte peserà più del previsto sui ricavi annuali e ha quindi abbassato le previsioni per il 2015/16. Limitati a mantenere questa azione correttamente valutata.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 91,67 USD
Minimo degli ultimi 12 mesi 81,04 USD
ISIN US7427181091
Borsa New York
Beta 0,54
Volatilità 12,55 %
Numero di azioni 2.556.476.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 222,06 USD
Settore Beni di consumo
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 1.020.867 USD
Punteggio corporate governance 5

Indici chiave per azione (USD)

2016-17 (e) 2015-16 2014-15 2013-14
Dividendo 2,70 2,66 2,59 2,45
Utile corrente 4,00 3,80 3,16 4,19
Utile netto 5,70 3,80 2,50 4,19
Cash Flow corrente 5,15 4,90 4,25 5,30
Cash Flow netto 6,85 4,90 3,60 5,30
EBIT 5,30 4,98 4,35 5,67
EBITDA 6,45 6,12 5,50 6,82
Patrimonio netto 24,50 21,49 22,99 25,53
Patrimonio netto tangibile 7,50 4,87 5,56 5,72

Rendimento in euro

Procter & Gamble Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -9,39 % 5,98 % -3,84 %
Rendimento ultimi 6 mesi -0,03 % 14,51 % 3,19 %
Rendimento ultimo anno 9,30 % 12,50 % 14,82 %
Rendimento ultimi 5 anni 12,70 % 10,09 % 15,38 %

Indici finanziari della società

2015-16 2014-15 2013-14 2012-13
Pay out 72,53 % 103,70 % 58,45 % 56,69 %
Current ratio 1,10 1,00 0,94 0,80
ROE 17,88 % 13,72 % 16,46 % 16,26 %
ROE netto 17,88 % 10,86 % 16,46 % 16,26 %
Margine lordo 49,60 % 49,03 % 49,77 % 49,59 %
Margine netto 16,24 % 9,37 % 13,94 % 13,55 %
EBIT margin 20,58 % 15,46 % 18,24 % 17,21 %
EBITDA margin 25,30 % 19,57 % 21,95 % 20,75 %
Tax rate 23,96 % 28,99 % 21,51 % 23,18 %
Gearing 29,75 29,72 35,34 37,25
Patrimonio netto / totale attivo 45,61 % 48,69 % 48,50 % 49,34 %

Dati di Borsa per azione

2016-17 (e) 2015-16
Rendimento da dividendo 3,11 % 3,06 %
Prezzo/utile corrente 21,72 22,86
Prezzo/cash flow corrente 16,87 17,72
Prezzo/patrimonio netto 3,55 4,04
Prezzo/patrimonio netto tangibile 11,58 17,84
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 7,11 % -

(e) : stima

  • Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • (The response is mandatory)

    Precedente Seguente

  • Precedente Seguente

  • Invia