Royal Dutch Shell A

GB00B03MLX29
22,74 EUR 21/02/2020 17:36 Amsterdam
-0,44 EUR (-1,90 %) Variazione dall'ultima chiusura
23,15 29,12  52 settimane min max
-11,36 % Rendimento a 1 anno
7,42 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli
Contenuto premium

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Royal Dutch Shell A: in calo l'utile industriale 5 giorni fa - lunedì 17 febbraio 2020
    I risultati del 4° trimestre 2019 e l’annuncio di un rallentamento degli acquisti di azioni proprie nel trimestre in corso hanno deluso il mercato. In più, il calo del prezzo del greggio non ha aiutato. 

    Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

    Desidero accedere a questo contenuto
  • Analisi
    Royal Dutch Shell: pesa il calo dei prezzi un mese fa - lunedì 30 dicembre 2019
    Gli ultimi mesi del 2019 non sono stati brillanti per Royal Dutch Shell e il titolo ha continuato ad accusare il calo dei prezzi del greggio. 

    Prezzo al momento dell'analisi (27/12/19): 26,55 euro

    Visto che il generoso dividendo non è a rischio, secondo noi l’azione merita di restare in portafoglio.

    Consiglio: mantieni

    Come temevamo, il 4° trimestre è stato difficile per Royal Dutch Shell (Isin GB00B03MLX29). Anche se il management ha confermato una produzione di idrocarburi di circa 2,8 milioni di barili al giorno, in leggero aumento, come atteso, rispetto al 3° trimestre, nelle attività a valle (come la chimica) la cattiva congiuntura economica pesa sui margini di raffinazione e sulle attività di marketing. Non per nulla, il gruppo dovrà mettere a bilancio nel 4° trimestre un onere straordinario da 1,7 a 2,3 miliardi di dollari (non sono stati forniti più dettagli). Per tenerne conto, abbassiamo le stime sull’utile per azione 2019 da 2 a 1,70 euro. Non ci attendiamo un miglioramento della situazione nel 2020, il che rischia di rendere più difficile la riduzione del debito, che resta più elevato di quello dei suoi principali concorrenti. Tuttavia, il controllo dei costi consentirà al gruppo di difendere il suo generoso dividendo.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Royal Dutch Shell: limita l'impatto del calo dei prezzi 3 mesi fa - venerdì 22 novembre 2019
    Il debito ancora un po’ troppo elevato spinge il gruppo a rivedere il piano di acquisto di azioni proprie pur di salvaguardare il dividendo; una revisione, secondo noi, giustificata, ma che non è piaciuta al mercato. 

    Prezzo al momento dell'analisi (21/11/2019): 26,4 euro

    Ai prezzi attuali, l’azione resta, comunque, correttamente valutata.

    Consiglio: mantieni

    Nel 3° trimestre Royal Dutch Shell (Isin GB00B03MLX29) è riuscita a limitare l’impatto del calo dei prezzi degli idrocarburi sui risultati (-15% l’utile corrente). L’utile per azione (0,73 Usd) ha, così, leggermente superato le nostre attese, grazie alla buona tenuta delle attività trading (intermediazione tra acquirenti e venditori) e al gas naturale liquefatto (Gnl). Il buon livello di liquidità generata ha permesso, inoltre, l’acquisto di azioni proprie (seconda tranche da 2,75 miliardi di Usd su un piano d’acquisto di azioni per complessivamente 25 miliardi di Usd) e il pagamento del dividendo. Per il futuro il management si è mostrato, però, più prudente, annunciando un possibile rallentamento del ritmo di acquisto di azioni proprie per non compromettere, nel caso in cui i prezzi del greggio restino bassi e pesino quindi sulla liquidità generata, il dividendo e il rimborso del debito ancora elevato.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Royal Dutch: delude il settore gas 5 mesi fa - venerdì 30 agosto 2019
    Questo settore dovrebbe essere uno dei punti di forza del gruppo, ma non è stato così.

    Prezzo al momento dell'analisi (29/08/2019): 25,32 euro

    Royal Dutch (Isin GB00B03MLX29) ha deluso, annunciando un dimezzamento dell’utile trimestrale (-25% senza tener conto degli elementi straordinari). È soprattutto l’attività gas ad azzoppare i conti, in seguito alla flessione della produzione e dei prezzi: il che è problematico per RD, che dopo l’acquisizione di British Gas fa di questo settore uno dei suoi cavalli di battaglia. Fortunatamente, il flusso di cassa generato è al di sopra delle aspettative, permettendo al gruppo di lanciare un nuovo programma di riacquisto di azioni. Tenendo conto anche di questo elemento, lasciamo invariato il nostro consiglio. Mantieni.

    Vuoi leggere tutte le analisi dei nostri esperti senza limiti? Abbonati ad Altroconsumo Finanza.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Royal Dutch: obiettivi 2021-25 8 mesi fa - venerdì 7 giugno 2019
    Tenendo conto dei dividendi, negli ultimi anni l’andamento delle azioni Royal Dutch Shell è stato sostanzialmente allineato a quello medio delle altre azioni del settore petrolifero. 

    Prezzo al momento dell’analisi (6/6/2019): 28.11 euro

    Consiglio: mantieni

    Royal Dutch (Isin GB00B03MLX29) ha dato qualche indicazione sugli obiettivi previsti nel periodo tra il 2021 e il 2025. La parte più rilevante riguarda la remunerazione degli azionisti: tra acquisti di azioni proprie e dividendi, ha deciso di mettere sul banco 125 miliardi di dollari, un valore in rialzo di quasi il 40% rispetto a quanto previsto per gli azionisti nel periodo 2016-2020. A questo aggiunge un piccolo aumento degli investimenti, sebbene inferiore rispetto a quello di alcuni concorrenti, e l’obiettivo di generare un buon livello di liquidità nel 2025, nonostante gli investimenti previsti. Sono obiettivi ambiziosi che si basano, però, su un presupposto fragile: che il prezzo del petrolio non scenda dai prezzi attuali – anzi il gruppo si aspetta un lieve aumento. Per questo noi preferiamo essere prudenti e confermiamo le nostre stime di un utile per azione di 2,5 euro nel 2019 e di 2,6 euro nel 2020.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 29,12 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 23,15 EUR
ISIN GB00B03MLX29
Borsa Amsterdam
Beta 0,59
Volatilità 19,10 %
Numero di azioni 4.119.751.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 95,50 EUR
Settore Energia e servizi alle collettività
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 192.702 EUR
Punteggio corporate governance 5
Paesi Olanda

Indici chiave per azione (EUR)

2020 (e) 2019 (e) 2018 (e) 2016
Dividendo 1,72 1,70 1,64 1,70
Utile corrente 2,00 1,79 2,40 0,53
Utile netto 2,00 1,79 2,40 0,53
Cash Flow corrente 5,00 5,00 4,80 3,29
Cash Flow netto 5,00 5,00 4,80 3,29
EBIT 3,45 3,40 3,50 1,02
EBITDA 6,75 6,60 6,00 3,90
Patrimonio netto 21,50 21,20 21,00 21,81
Patrimonio netto tangibile 18,80 18,50 18,50 20,29

Rendimento in euro

Royal Dutch Shell A Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -11,10 % 6,53 % 11,15 %
Rendimento ultimi 6 mesi -4,51 % 15,86 % 19,37 %
Rendimento ultimo anno -11,36 % 15,81 % 27,25 %
Rendimento annualizzato degli ultimi 5 anni 2,24 % 2,39 % 10,96 %

Indici finanziari della società

2019 (e) 2018 (e) 2016 2015
Pay out - - 214,21 % 489,27 %
Current ratio - - 1,17 1,32
ROE - - 2,45 % 1,19 %
ROE netto - - 2,45 % 1,19 %
Margine lordo - - - -
Margine netto - - 1,99 % 0,82 %
EBIT margin - - 3,67 % 0,15 %
EBITDA margin - - 14,08 % 10,10 %
Tax rate - - 14,79 % -7,47 %
Gearing - - 38,91 16,22
Patrimonio netto / totale attivo - - 45,84 % 48,25 %

Dati di Borsa per azione

2020 (e) 2019 (e)
Rendimento da dividendo 7,42 % 7,33 %
Prezzo/utile corrente 11,59 12,95
Prezzo/cash flow corrente 4,64 4,64
Prezzo/patrimonio netto 1,08 1,09
Prezzo/patrimonio netto tangibile 1,23 1,25
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 10,01 % -

(e) : stima