Telecom Italia IT0003497168

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
0,80 EUR 22/09/2017 17:39 Milano
0,00 EUR (-0,13 %) Variazione dall'ultima chiusura
0,68 0,91  52 settimane min max
6,49 % Rendimento a 1 anno
1,25 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Telecom Italia: stop della Consob a Vivendi 9 giorni fa - giovedì 14 settembre 2017
    L’incertezza su chi sarà al timone della società ha pesato, nelle ultime settimane, sul titolo Telecom Italia. Le notizie sulla decisione della Consob aumentano ulteriormente queste incognite.
     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Telecom Italia: risultati positivi, ma non eccezionali un mese fa - venerdì 28 luglio 2017
    Viste le dichiarazioni che avevano accompagnato l’uscita del vertice, ci aspettavamo un semestre un po’ più brillante. 

    Prezzo al momento dell'analisi (27/07/2017): 0,87 euro

    Consiglio: vendi

    In attesa di novità sul fronte della “guerra di potere” (Telecom Italia è, per ora, ufficialmente francese, visto che la nomina di nuovi vertici è stata rinviata), i riflettori si sono concentrati sulla pubblicazione dei risultati trimestrali. Alla luce delle dichiarazioni che avevano accompagnato l’uscita dei vertici – motivata anche dal pieno raggiungimento, in anticipo, di gran parte degli obiettivi – ci aspettavamo risultati un po’ più brillanti. Quelli pubblicati ci hanno, invece, un po’ deluso. I ricavi sono cresciuti del 7,4% rispetto al primo semestre 2016, ma la crescita rallenta al 6,4% considerando il solo secondo trimestre. Oltretutto, il +7,4% del semestre è trascinato dal +23,4% del Brasile (Paese con forte volatilità e da cui Tim potrebbe anche uscire), mentre nel mercato domestico la crescita si ferma al 3,4%. Altre incertezze arrivano poi dal fronte finanziario: i proventi finanziari sono pressoché dimezzati rispetto allo scorso anno, portando l’utile per azione a fermarsi a 0,03 euro (-41,5% rispetto agli 0,05 euro del 1° semestre 2016). Troppo pochi, inoltre, gli sforzi sul fronte della riduzione del pesante indebitamento: a fine giugno è di 25.104 milioni di euro, in calo di soli 15 milioni (quasi nulla) rispetto a inizio anno. Alla luce di questi risultati, riduciamo le nostre stime sull’utile 2017 e 2018 da 0,09 a 0,08 euro per azione.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Telecom: dopo l'addio del vertice che succederà? 2 mesi fa - martedì 25 luglio 2017
    Ora che è stata ufficializzata l’uscita anticipata dell’amministratore delegato, che futuro si prospetta per il gruppo?
    Addio alla vecchia strategia per Telecom?

    Addio alla vecchia strategia per Telecom?

    Prezzo al momento dell'analisi (24/07/2017): 0,84 euro

    Consiglio: vendi

    Nuovo corso per Telecom Italia? Il commiato dell’attuale vertice, accompagnato da una buonuscita multimilionaria e da un consistente pacchetto di azioni, potrebbe aprire la strada a un cambio di rotta. L’aspetto rassicurante è che l’uscita non dovrebbe, con tutta probabilità, essere accompagnata da brutte sorprese nella pubblicazione dei conti. Spesso accade che i cambi alla guida di una società siano l’occasione per far pulizia degli “scheletri nell’armadio”, ma non dovrebbe essere questo il caso. Anzi, la società ha ribadito che il vertice uscente ha già raggiunto buona parte degli obiettivi del piano strategico. La relazione sul secondo trimestre, che sarà pubblicata venerdì, non dovrebbe quindi portare cattive notizie.

    Un po’ per questo, un po’ perché conta in un cambio di rotta sugli investimenti, il mercato sembra aver accolto bene le ultime notizie. Ma è davvero così positivo?

    Le dimissioni, e ancor di più le polemiche che le hanno precedute, sono secondo noi un chiaro segnale dell’incertezza sulla guida della società, sempre più nell’orbita di una invadente Vivendi che, però, deve ancora risolvere i problemi con le autorità antritrust per l’altrettanto pesante presenza anche in Mediaset.

    Tim sempre più verso un futuro integrato telecom-tv? Nelle intenzioni di Vivendi, sì, ma non tutto il management sembra essere disposto a seguire l’azionista “di peso” su questa strada. E a lungo termine, questa incertezza sulla strategia potrebbe pesare sul titolo, che ai livelli attuali è secondo noi caro. In attesa dei conti, il consiglio non cambia.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Telecom Italia: diverse incognite 5 mesi fa - venerdì 21 aprile 2017

    Il titolo Telecom Italia non ha reagito bene alla decisione dell’authority sulla presenza di Vivendi in Italia. A questo si aggiunge l’incertezza sulla rete a banda ultralarga.

    Prezzo al momento dell'analisi (20/04/17): 0,79 EUR
    Consiglio: Vendi

    Archiviato il capitolo dei conti 2016, e in attesa di quelli del 1° trimestre del 2017, due sono i temi dominanti in casa Telecom Italia. Il primo è lo sviluppo della rete a banda ultralarga: il gruppo sta cercando possibili partner per una società in comune che investa nelle aree C e D del Paese (quelle dove c’è necessità di un contributo pubblico, perché i privati non le considerano sufficientemente redditizie per investire nella rete). Oltre al nome del socio, le incognite sono molte: la definizione dei contributi statali, il futuro della nuova società (Telecom ne rileverà, in futuro, la maggioranza o sarà quotata come è stato fatto con la società delle torri Inwit?) e, non ultima, la concorrenza di Open Fiber, la società di Enel che si è già aggiudicata, il mese scorso, una gara da 1,4 miliardi in 6 regioni, soffiandola proprio a Telecom. Il secondo fronte è quello che si è aperto dopo la sentenza dell’Agcom, l’autorità di controllo delle telecomunicazioni, che ha imposto a Vivendi di ridurre entro un anno al di sotto del 10% la quota o in Telecom Italia (dove oggi ha quasi il 24%) o in Mediaset (oggi al 29,9%) perché la posizione dominante del colosso transalpino è in contrasto con la legge. La notizia sta penalizzando entrambe le società italiane, ma riteniamo più probabili mosse su Mediaset (sempre che Vivendi non ottenga un ribaltamento della sentenza dell’Agcom). Questo sia per la maggior perdita che realizzerebbe vendendo Telecom (circa 1 miliardo, 10 volte tanto quella in Mediaset), sia per le numerose vertenze giudiziarie che renderebbero complicata una scalata in Mediaset dopo la rinuncia a Telecom. Altro indizio del fatto che Vivendi non voglia mollare la presa su Telecom è il fatto che, tramite una società specializzata, sta raccogliendo deleghe di voto in vista della prossima assemblea. In ogni caso, anche se non ci aspettiamo massicce vendite di Vivendi su Telecom, resta un ulteriore elemento di rischio su un titolo che, di per sé, è già caro.

     

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Telecom Italia: conferma le indicazioni preliminari di bilancio 6 mesi fa - lunedì 27 marzo 2017

    Il titolo Telecom Italia continua a mantenere un certo ritardo rispetto all’intero listino di Piazza Affari. Anche le prospettive del gruppo non sono, tuttavia, entusiasmanti.

    Prezzo al momento dell'analisi (24/03/17): 0,83 EUR
    Consiglio:Vendi

    I risultati definitivi del 2016 non hanno riservato particolari sorprese rispetto alle indicazioni preliminari fornite a inizio febbraio. L’utile è di 1,8 miliardi (0,09 euro per azione), a fronte di una perdita di 70 milioni di euro nel 2015 – già a febbraio avevamo alzato le nostre stime. Sul fronte dei ricavi, tuttavia, la situazione non è poi così brillante: sono in calo del 2,6%. A pesare c’è il Brasile (-8,9%), ma anche l’attività domestica non ha registrato grandi sprazzi (-0,5%). Le difficoltà del Brasile preoccupano non solo per le prospettive di questo Paese, ma anche perché dopo questi risultati i ricavi domestici pesano per il 78,9% del totale (era 76,1% nel 2015), rendendo il gruppo sempre più dipendente dall’Italia. Nonostante l’utile, il gruppo distribuirà un dividendo solo alle azioni di risparmio (2,75 centesimi per non appesantire il debito, in calo ma ancora enorme). 

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 0,91 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 0,68 EUR
ISIN IT0003497168
Borsa Milano
Beta 0,95
Volatilità 34,45 %
Numero di azioni 15.203.120.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 12,16 EUR
Settore Telecomunicazioni
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 70.020 EUR
Punteggio corporate governance 4

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 2015 2014
Dividendo 0,01 0,00 0,00 0,00
Utile corrente 0,08 0,08 -0,02 0,05
Utile netto 0,08 0,09 0,00 0,07
Cash Flow corrente 0,32 0,27 0,15 0,20
Cash Flow netto 0,32 0,27 0,17 0,22
EBIT 0,21 0,18 0,15 0,23
EBITDA 0,44 0,38 0,36 0,45
Patrimonio netto 1,08 1,01 0,90 0,93
Patrimonio netto tangibile -0,33 -0,40 -0,62 -0,62

Rendimento in euro

Telecom Italia Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -4,33 % -1,45 % -4,05 %
Rendimento ultimi 6 mesi -2,03 % 1,92 % -3,27 %
Rendimento ultimo anno 6,49 % 11,80 % 8,01 %
Rendimento ultimi 5 anni 0,25 % 6,78 % 13,28 %

Indici finanziari della società

2016 2015 2014 2013
Pay out 0,00 % - 12,22 % -
Current ratio 0,95 0,93 1,11 1,03
ROE 8,37 % -2,59 % 5,47 % -3,41 %
ROE netto 8,53 % -0,41 % 7,51 % -3,95 %
Margine lordo - - - -
Margine netto 9,84 % 3,18 % 8,69 % -1,00 %
EBIT margin 18,62 % 14,33 % 20,08 % 11,45 %
EBITDA margin 40,04 % 33,90 % 38,94 % 40,20 %
Tax rate 30,92 % 37,90 % 32,13 % 127,26 %
Gearing 129,75 149,72 149,73 155,98
Patrimonio netto / totale attivo 33,43 % 29,72 % 30,10 % 28,75 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016
Rendimento da dividendo 1,25 % 0,00 %
Prezzo/utile corrente 10,00 9,49
Prezzo/cash flow corrente 2,50 2,95
Prezzo/patrimonio netto 0,74 0,79
Prezzo/patrimonio netto tangibile - -
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 4,44 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia