Tenaris LU0156801721

Avvisi: ON/OFF
Aggiungi al portafoglio
11,20 EUR 19/10/2017 10:53 Milano
-0,15 EUR (-1,32 %) Variazione dall'ultima chiusura
11,07 17,25  52 settimane min max
-9,94 % Rendimento a 1 anno
3,54 % Rendimento da dividendo
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Come valutiamo le azioni

Articoli

  • Analisi
    Tenaris: in utile, ma... 6 mesi fa - venerdì 14 aprile 2017

    Tenaris ha chiuso il 2016 in utile e il mercato ha apprezzato, senza far caso al fatto che l’utile è dovuto per lo più a proventi eccezionali. L’approvazione di dazi sulle importazioni di tubi negli Usa, principale mercato di Tenaris, potrebbe pesare sui risultati futuri.

     
     
     
     

    Il parere dei nostri esperti e le nostre valutazioni del rischio sono solo per gli abbonati. Vuoi accedere?

    Voglio accedere a questo contenuto!
  • Analisi
    Tenaris: il perché del rialzo nei giorni scorsi 10 mesi fa - lunedì 5 dicembre 2016
    Tenaris è un gruppo che produce sistemi per l’industria petrolifera. Risente, quindi, degli alti e bassi del greggio. L’accordo sottoscritto tra alcuni grandi produttori di greggio (Opec) ha recentemente favorito il titolo.
    Prezzo al momento dell'analisi (02/12/16): 15,55 EUR
    Consiglio: Vendi


    Dapprima è stata l’elezione di Trump a Presidente degli Usa a spingere il titolo Tenaris al rialzo. Durante la campagna elettorale, infatti, Trump ha promesso molte spese per le infrastrutture, soprattutto petrolifere – difende la produzione di energia da fossili rispetto a quella da fonti rinnovabili. Tenaris, che è il maggior produttore mondiale di tubi per il trasporto di petrolio e gas, con stabilimenti negli Usa, dovrebbe trarne vantaggio. Poi, c’è stato il rialzo sulla scia del recupero del greggio per l’accordo sottoscritto tra i membri dell’Opec (vedi pagina 2). In generale, le nostre stime, che abbiamo rivisto al rialzo in occasione dei positivi risultati trimestrali, tengono già in buona parte conto anche di uno scenario moderatamente positivo per il prezzo del greggio a lungo termine. Ciò nonostante, a nostro parere, il titolo resta comunque caro.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Tenaris: paga il calo del petrolio un anno fa - lunedì 29 febbraio 2016
    Il mercato non ha reagito bene alla pubblicazione dei dati annuali di Tenaris. Per questa ragione, il titolo non è riuscito a recuperare il ritardo accumulato da Piazza Affari.
    Prezzo al momento dell'analisi (26/02/16): 9,83 EUR
    Consiglio: Vendi

    Le difficoltà del settore petrolifero hanno penalizzato Tenaris, cheha chiuso l’anno 2015 in perdita. Il gruppo ha venduto poco più di un terzo rispetto al 2014 e ha archiviato un utile industriale di poco più di 24 milioni di dollari contro i circa 350 del 2014. Il quarto trimestre del 2015 è stato particolarmente negativo: in questo periodo le vendite si sono ridotte del 47%, l’utile industriale è precipitato di quasi il 70% e gli ordini si sono praticamente dimezzati in Nord America, il mercato più importante del gruppo. Le previsioni 2016 sono fosche: la crisi del settore petrolifero è destinata a continuare e la causa vinta contro il Venezuela, condannato a pagare (non si sa come, dato che è praticamente in bancarotta) per l’esproprio di Matesi ha poco peso. Abbiamo tagliato le nostre stime sull’utile per azione del 2016 da 1,2 a 0,016 euro.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    In breve: pillole dalle società quotate 2 anni fa - lunedì 14 settembre 2015
    Ecco tutte le altre notizie importanti della settimana per le società della nostra selezione.
    BANCA POP. DI MILANO 0,96 EURO, +4,5%
    Dopo diversi anni torna a collocare un covered bond, cioè un’obbligazione garantita da uno specifico “pacchetto” di attività, per un miliardo di euro e per una durata di 7 anni. Nel frattempo, il gruppo ha esaminato, insieme ai consulenti strategici Citi e Lazard, le possibili opzioni per una fusione. Sono emersi tre potenziali candidati: Bper, Carige e Creval. Anche alla luce di queste notizie, restiamo comunque scettici sulla società e sul titolo, che è caro. Il consiglio non cambia: vendi.

    FINMECCANICA 12,47 EURO, +5,9%
    Selex ES, società del gruppo Finmeccanica, si è aggiudicata un nuovo contratto con la Royal Bahrain Air Force per l’ammodernamento di sei unità navali in cinque anni. Il valore del contratto (50 milioni di dollari Usa) non è tale da spostare le dinamiche complessive dell’attività del gruppo. Confermiamo il consiglio: vendi.

    MONTE PASCHI 1,81 EURO, +0,4%
    Sta cercando una possibile controparte per una fusione, ma secondo alcune fonti la ricerca non ha finora dato risultati concreti. Questo a causa di incertezze sui nuovi requisiti patrimoniali fissati dalla Banca centrale europea: tradotto, gli interlocutori non si fidano dei conti Mps e la fusione slitta perlomeno al 2016. Non si tratta di buone notizie per il gruppo, che non ha un piano strategico alternativo alla fusione per proseguire “da solo”. Ribadiamo il consiglio: vendi.

    TENARIS 11,14 EURO, -3%
    La controllante Technint è indagata dalla procura di Milano nell’ambito di un’inchiesta che ipotizza il reato di corruzione internazionale per contratti ricevuti dalla brasiliana Petrobras. Al momento non è ancora possibile quantificare gli impatti di queste notizie sui conti del gruppo, ma di certo non si tratta di novità rassicuranti. Ribadiamo il nostro consiglio: vendi.

    condividi questo articolo

  • Analisi
    Tenaris: commessa da Statoil 2 anni fa - lunedì 29 giugno 2015
    Appena si è diffusa la notizia che Tenaris aveva ricevuto una commessa da parte di Statoil, il titolo si è entusiasmato. Ma l’euforia è durata poco e il divario nei confronti di Piazza Affari non è stato recuperato.
    Prezzo al momento dell'analisi (26/06/15): 12,48 EUR
    Consiglio: Vendi


    Negli ultimi giorni Tenaris si è aggiudicata un’importante commessa da Statoil, compagnia norvegese estrattrice di petrolio, per la fornitura dei tubi per il progetto Mariner, legato al più grande giacimento di petrolio al largo della Gran Bretagna. Statoil ha in progetto di sfruttare i due giacimenti al largo delle Isole Shetland con la costruzione di 130 pozzi. Oltre al materiale, Tenaris fornirà anche il supporto logistico – ovvero la pianificazione della domanda di materiali, la gestione del magazzino e le riparazioni necessarie. L’impianto vedrà la luce nel 2017 e, per il momento, non è noto il valore della commessa. Si tratta, però, di una buona occasione per dare impulso alle vendite in Europa, mercato che per il gruppo è il quarto dopo Nord e Sud America, Medio Oriente e Asia. Confermiamo le nostre stime, già generose, sul 2015 e 2016.

    condividi questo articolo

Altro

Informazioni chiave

Carta d'identità

Massimo degli ultimi 12 mesi 17,25 EUR
Minimo degli ultimi 12 mesi 11,07 EUR
ISIN LU0156801721
Borsa Milano
Beta 0,76
Volatilità 28,09 %
Numero di azioni 1.180.536.000
Capitalizzazione di Borsa (in miliardi) 13,58 EUR
Settore Energia e servizi alle collettività
Volume delle transazioni (media giornaliera, in migliaia) 43.964 EUR
Punteggio corporate governance 4

Indici chiave per azione (EUR)

2017 (e) 2016 (e) 2015 (e) 2012
Dividendo 0,40 0,37 0,41 0,33
Utile corrente 0,15 0,05 -0,03 1,12
Utile netto 0,15 0,05 -0,03 1,12
Cash Flow corrente 0,27 0,05 -0,03 1,51
Cash Flow netto 0,27 0,05 -0,03 1,51
EBIT 0,48 -0,05 0,00 1,55
EBITDA 0,61 -0,05 0,31 1,94
Patrimonio netto 8,38 8,75 9,11 6,99
Patrimonio netto tangibile 7,02 7,36 7,73 5,83

Rendimento in euro

Tenaris Stoxx Europe 600 S&P 500
Rendimento ultimi 3 mesi -19,58 % 0,93 % 1,58 %
Rendimento ultimi 6 mesi -25,05 % 2,59 % -1,13 %
Rendimento ultimo anno -9,94 % 15,71 % 12,57 %
Rendimento ultimi 5 anni -3,56 % 7,21 % 14,36 %

Indici finanziari della società

2016 (e) 2015 (e) 2012 2011
Pay out - - 29,90 % 33,73 %
Current ratio - - 2,49 2,70
ROE - - 15,62 % 13,24 %
ROE netto - - 15,62 % 13,24 %
Margine lordo - - - -
Margine netto - - 15,70 % 14,25 %
EBIT margin - - 21,75 % 19,00 %
EBITDA margin - - 27,19 % 24,92 %
Tax rate - - 24,14 % 26,99 %
Gearing - - 8,29 1,00
Patrimonio netto / totale attivo - - 69,23 % 72,15 %

Dati di Borsa per azione

2017 (e) 2016 (e)
Rendimento da dividendo 3,54 % 3,28 %
Prezzo/utile corrente 75,02 251,11
Prezzo/cash flow corrente 41,59 251,11
Prezzo/patrimonio netto 1,35 1,30
Prezzo/patrimonio netto tangibile 1,62 1,54
Prezzo per valore patrimoniale netto - -
Rendimento a lungo termine 7,27 % -

(e) : stima

Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia