Etfs long gbp short eur

JE00B3LXVB68
Avvisi
Aggiungi al portafoglio
48,92 EUR 23/02/2018 17:25 Borsa Italiana
0,22 EUR (0,45 %) Variazione dall'ultima chiusura
Obbligazionari - Gran Bretagna Politica d'investimento
-5,19 % Rendimento a 1 anno
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Articoli

  • Analisi
    No, non siamo strabici su Londra: compra sia la Borsa, sia la valuta! 5 mesi fa - venerdì 29 settembre 2017
    Non capisco: se la sterlina cala sull’euro le esportazioni inglesi dovrebbero crescere e la Borsa di Londra salire, ma viceversa se la sterlina va su la Borsa di Londra va giù. Come potete consigliare contemporaneamente le azioni inglesi e la valuta britannica? Non c’è una contraddizione? 
    UK flag

    UK flag

    No, tranquillo, Edoardo, non c’è alcuna contraddizione nei termini. Iniziamo dal consiglio più semplice da spiegare: quello sulla liquidità in sterline. In seguito al referendum sulla Brexit la sterlina inglese che, storicamente ha sempre quotato su livelli più alti (la media storica giornaliera dal 2005 in poi è 1,27 euro, con un minimo di 1,03 e un massimo di 1,53) è crollata fino a toccare quasi quota 1,1 euro. In quel preciso momento (era ottobre 2016) abbiamo iniziato a consigliarti la valuta inglese. Il motivo è che, comunque, su questi valori risultava sottovalutata rispetto all’euro. E, infatti, la sterlina successivamente è salita toccando più volte quota 1,19. Dallo scorso maggio ha ripreso, invece, a scendere fino a scivolare su livelli addirittura sotto livello 1,1 euro a fine agosto.

    Ora viaggia a 1,14 e risulta ancora sottovalutata di circa un 10%. In soldoni secondo i nostri modelli il valore corretto della sterlina si aggira intorno a quota 1,29. Il motivo della depressione attuale della valuta di sua maestà sta principalmente nell’incertezza che grava sul Paese con le numerose decisioni riguardo a Brexit che restano continuamente in sospeso, prima tra tutte l’irrisolto nodo dei rapporti con l’Europa. Tieni conto che la sterlina bassa ha portato una infiammata del carovita dalle parti di Londra con l’inflazione che è salita oltre le attese e l’ultimo dato noto (agosto) dice che siamo a un +2,9% su base annua.

    Questo potrebbe avere ripercussioni sui tassi: anche se la Bank of England ha recentemente confermato i suoi tassi a quota 0,25% (vedi AF n° 1236) questa situazione non pare destinata a durare in eterno proprio a causa del carovita e il rialzo dei tassi proprio per detta della stessa Bank of England potrebbe arrivare anche prima del previsto. Se così sarà i titoli inglesi diventeranno più attraenti e più soldi arriveranno in Gran Bretagna dal resto del mondo, facendo così apprezzare la sterlina. A rimetterci saranno semmai i prezzi dei bond in circolazione (i prezzi dei bond calano se salgono i tassi) e, infatti, proprio per questo, i nostri consigli vanno a favore di prodotti che investono in liquidità (cioè bond quasi in scadenza), il che equivale a una sensibilità assai bassa al rialzo dei tassi.

     

    Ma la Borsa teme il rialzo della sterlina?

    Bene, ora dirai: avete detto che salirà la sterlina, per cui c’è rischio per le esportazioni. Ecco, fermati qui: no, non è un problema che ci poniamo. Il nostro consiglio di acquistare la Borsa di Londra è molto anteriore alla Brexit e non è stato intaccato dalle scelte fatte da May e compagnia. In realtà si basa soprattutto sulla buona valutazione della Borsa inglese che ha un rapporto prezzo utili (il prezzo al metro quadro delle azioni, più basso è, meglio è) in linea con quello delle Borse mondiali (è intorno a 20 contro circa 19 delle Borse mondiali), un rapporto prezzo/ valore di libro più basso (1,6, contro 2,1 delle Borse mondiali) e un rendimento da dividendo (più alto è, meglio è) più alto delle Borse mondiali (3,65% contro 2,4% delle Borse mondiali), ma non solo. Si basa anche sul fatto che la Piazza di Londra non è esattamente Milano dove ci sono società attive più che altro nell’asfittico Bel Paese, ma è una Borsa ricca di società globali, soprattutto se si va a vedere nel plotone dei titoli più grandi del listino. I loro utili non sono prodotti solo in Gran Bretagna, ma in tutto il mondo, e non dipendono più di tanto dall’esito della Brexit.

    Per questo il nostro consiglio d’acquisto va o sui titoli singoli che trovi alle pagine 7-10 e su cui facciamo un’analisi specifica, o su Etf che puntano sulle azioni dell’indice Ftse 100 che sono in gran parte delle multinazionali, oppure su fondi comuni con una valutazione di almeno tre stelle (in tal caso ci affidiamo alla mano del gestore del fondo, e sarà lui a scegliere le società più promettenti).

     

    UN ANNO INSIEME CON LA REGINA

     

     Sterlina 1238

    Qui vedi come sono andati i due prodotti in sterline che ti consigliamo, ossia l'Etfs long gbp short eur (49,285 euro al 28/09, Isin JE00B3LXVB68; in grassetto, base 100, nel grafico) e il fondo Gam Multicash - Money Market Sterling B (2.320,11 sterline al 27/09, Isin LU0032254376; linea sottile nel grafico). Tra alti e bassi hanno saputo recuperare anche bene. Ora siamo più o meno in linea con i valori del nostro primo consiglio (AF 1191 uscito l’11 ottobre 2016 e Fondi Comuni n° 231, sempre di ottobre 2016). 

    condividi questo articolo

Dettagli

Carta d'identità

Codice ISIN JE00B3LXVB68
Forma giuridica Zero coupon di diritto inglese
Passaporto europeo si
Data di lancio 10/03/2010
Politica d'investimento Obbligazionari - Gran Bretagna
Dimensioni del fondo (31/01/2018) 44,240 Milioni di EUR
Gestore ETF Securities (UK) Limited
Commissioni di gestione annue 0,39 %
Fondo Etico no
Fondo di fondi no
Frequenza di calcolo Giornaliera
Dividendi no

Statistiche

Valutazione del rischio
Volatilità del fondo 8,06 %
Volatilità del benchmark -
Beta -
Tracking error -

Performance in EUR (22/02/2018)

Fondo Benchmark
Rendimento a 1 mese -0,83 % -1,78 %
Rendimento a 3 mesi 0,18 % -0,04 %
Rendimento a 6 mesi 3,19 % 12,21 %
Rendimento a 1 anno -5,19 % -7,17 %
Rendimento a 3 anni -6,21 % -8,77 %
Rendimento a 5 anni -1,03 % -11,01 %
Rendimento a 10 anni - -9,08 %
×
Partecipa al sondaggio:
etfs-long-gbp-short-eur
Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia