Nordea 1 - norwegian bond BP EUR LU0173781559

Avvisi
Aggiungi al portafoglio
22,56 EUR 22/06/2017
Obbligazionari - Norvegia Politica d'investimento
-0,57 % Rendimento a 1 anno
0,85 % Total expense ratio (TER)
tutti i dettagli

Contenuto premium

I consigli dei nostri esperti e le nostre valutazioni di rischio sono riservati agli abbonati. Desideri accedere?

Articoli

  • Analisi
    L’America alza i tassi, tutti gli altri no 3 mesi fa - lunedì 20 marzo 2017
    Gran parte delle Banche centrali di tutto il mondo si sono riunite per decidere cosa fare con la propria politica monetaria. Solo negli Usa, però, ci sono state novità.

    Il primo scoglio per la sopravvivenza della zona euro è stato superato. In Olanda il partito che minacciava l’uscita dei Paesi Bassi dall’euro non è riuscito a vincere le elezioni. Gli occhi ora son rivolti alla Francia dove, tra fine aprile e i primi di maggio, ci sono le elezioni presidenziali che si annunciano come una delle più importanti fonti di instabilità per la zona euro e la cui portata è ben maggiore di quelle olandesi, il cui esito, infatti, ha avuto un impatto positivo solo sulle Borse, ma non sui bond: i prezzi dei BTp hanno infatti chiuso la settimana in pareggio. Viste le incertezze che permangono, continua a suddividere i soldi da destinare ai bond in euro tra più prodotti. Un terzo dedicalo all’Amundi euro high yield liquid bond iboxx oppure da questa settimana anche all’Etf iShares euro high yield corporate bond. Questo Etf, a differenza dell’Amundi, stacca cedole semestrali ed è quindi indicato se cerchi un prodotto che ti paghi una rendita periodica e non vuoi fare calcoli tu per poi vendere la quota che ti serve. Tra i bond in cui investe ci sono anche titoli bancari, ma il loro peso non raggiunge il 14% del totale su oltre 400 titoli differenti. È quindi ben diversificato e questo stempera il rischio di avere anche dei “bancari” in pancia. Un altro terzo destinalo ai bond bancari, come Ubi Banca 6% 08/10/2019. L’ultimo terzo va ai conti deposito e il migliore per investire 5.000 euro a 3 mesi è il Conto corrente Altroconsumo.

    E POI CI SONO ANCHE LORO
    Continuano a essere valide mete per i tuoi investimenti anche la corona svedese (+1,2%; ce ne vogliono 9,46 per 1 euro) e il real brasiliano (+1%; ce ne vogliono 3,33 per 1 euro). I prodotti giusti per puntarci sono, rispettivamente, il fondo Nordea swedish bond bp - e i bond di enti sicuri come Bei o Ifc.

    GRAN BRETAGNA: C'E' IL GOODBYE DELLA REGINA
    Chi invece ha deciso di abbandonare l’Europa è la Gran Bretagna, dove settimana scorsa la regina ha firmato la legge approvata dal Parlamento che autorizza il governo britannico a far partire ufficialmente la procedura di uscita dall’Unione europea. Nel frattempo la Banca centrale inglese ha deciso di non mettere mano alla sua politica monetaria, lasciando invariati i tassi (allo 0,25%) e il piano di acquisto di titoli (a 435 miliardi di sterline). La divisa britannica ha ceduto lo 0,4% settimana scorsa (ce ne vogliono 0,87 per un euro), ma tu puoi continuare a investire sulla valuta di Sua Maestà con l’Etfs long gbp short eur o con il fondo Julisu Baer mm sterling B.

    NORVEGIA: TUTTI FERMI
    La Banca centrale norvegese, come da attese, ha lasciato invariati i suoi tassi di interesse allo 0,5% e ha fatto intendere di voler mantenere i tassi al minimo storico ancora nei prossimi mesi. La corona norvegese ha ceduto lo 0,5% (ce ne vogliono 9,1 per fare un euro), ma puoi continuare a mantenerla – lo stesso vale dunque per il fondo Nordea 1 norwegian bond (23,17 euro; Isin LU0173781559).

    FED: E' ARRIVATO IL RIALZO
    Come ampiamente previsto, la Fed, la Banca centrale Usa, ha alzato i tassi ufficiali di uno 0,25%, portandoli tra lo 0,75% e l'1%. La decisione è arrivata dato l’ulteriore miglioramento del mercato del lavoro, degli investimenti e dei consumi. In aggiunta, l'inflazione “di fondo”, cioè quella calcolata senza contare alimentari e energia - è sempre più vicina all'obiettivo del 2% stabilito dalla Fed. Ora l'attenzione si concentrerà sugli stimoli fiscali promessi da Trump: a oggi il varo di quest'ultimi sembra ancora lontano e quindi la Fed aspetterà i segnali della prosecuzione della crescita economica, e forse di una ripresa della crescita dei salari, prima di alzare nuovamente i tassi. Anche noi non cambiamo la nostra strategia sul dollaro (-1,2%, ce ne vogliono 1,074 per un euro) per cui continua a mantenere i bond a tasso fisso che scadono entro il 2020 e quelli a tasso variabile con qualunque scadenza. Vendi, invece, quelli a tasso fisso che scadono oltre il 2020.

    ANCHE GLI SVIZZERI SONO FERMI
    Anche la Banca centrale svizzera ha lasciato invariati i tassi: quelli ufficiali sono fermi tra -1,25% e -0,25% e quelli sui depositi a -0,75%. La misura serve a scoraggiare gli investitori a comprare franchi svizzeri, bene rifugio in momenti di incertezza come questo. Il franco è salito dello 0,4% (1,07 per 1 euro), ma rimane una valuta, al momento, non interessante.

    IL BITCOIN HA SUPERATO ANCHE L'ORO
    Nelle scorse settimane, il BitCoin, la più famosa e utilizzata moneta virtuale – vedi Altroconsumo Finanza n° 1054, è arrivata a valere anche più dell'oro – vedi grafico. A far impennare le quotazioni era stata la richiesta fatta alla Sec, la “Consob” americana, di approvare un Etf che investe su questa valuta virtuale. L’autorità di vigilanza a stelle e strisce ha però detto no a questa richiesta, perché i mercati su cui il BitCoin è scambiato non sono regolamentati. La Sec dunque non può stringere accordi di collaborazione e condivisione di informazioni con chi regola quei mercati per supervisionare e controllare che non ci siano manipolazioni nelle contrattazioni o comportamenti fraudolenti. La reazione immediata del BitCoin è stata quella di cedere un 8%, ma poi le cose sono migliorate e il saldo settimanale è in pareggio con un BitCoin che vale 1.035 euro.

    BITCOIN E DOLLARO: SORPASSO E CONTROSORPASSO
    BitCoin
    Tra il 2 e il 7 marzo scorsi il BitCoin (linea blu) ha avuto un valore più alto addirittura dell’oro (linea arancione, in euro), ma poi nei giorni successivi il metallo giallo è tornato di nuovo a svettare.

    condividi questo articolo

Dettagli

Carta d'identità

Codice ISIN LU0173781559
Forma giuridica Sicav di diritto lussemburghese
Passaporto europeo si
Data di lancio 15/09/2003
Politica d'investimento Obbligazionari - Norvegia
Dimensioni del fondo (31/05/2017) 58,040 Milioni di EUR
Gestore Nordea Investment Funds
Commissioni di gestione annue 0,60 %
Total Expense Ratio (TER) 0,85 %
Fondo Etico no
Fondo di fondi no
Frequenza di calcolo Giornaliera
Dividendi no

Statistiche

Valutazione del rischio
Volatilità del fondo 7,16 %
Volatilità del benchmark 7,40 %
Beta 0,75
Tracking error 0,50 %
Correlazione col benchmark 0,78
Valutazione del rischio
Alfa 0,11 %
Indice di informazione 0,21
Indice di Sharpe 0,03
Indice di Treynor 0,26

Performance in EUR (22/06/2017)

Fondo Benchmark
Rendimento a 1 mese -0,88 % -0,86 %
Rendimento a 3 mesi -2,51 % -2,50 %
Rendimento a 6 mesi -2,04 % -2,25 %
Rendimento a 1 anno -0,57 % -1,15 %
Rendimento a 3 anni -1,42 % -1,07 %
Rendimento a 5 anni -1,39 % -2,01 %
Rendimento a 10 anni 2,59 % 2,82 %

Principali poste di portafoglio (31/03/2017)

Categoria Pesi
Obbligazioni 97,82 %
Liquidità 2,18 %
Valuta Pesi
NOK - Corona norvegese 97,82 %
Principali titoli in portafoglio Pesi
NORWAY 1.500% 19-FEB-2026 7,30 %
NORWAY 3.000% 14-MAR-2024 6,34 %
NORWAY 1.750% 13-MAR-2025 3,95 %
SSB BOLIGKREDITT AS, SANDNES 3.100% 25-FEB-2021 2,43 %
VERD 1.520% 29-APR-2021 1,93 %
NORDEA EIENDOM 1.800% 15-JUN-2022 1,92 %
SPAREBANK 1 3.720% 16-JUN-2021 1,66 %
SPARE BOLIGKRED 3.050% 05-FEB-2021 1,62 %
SPAREBANKEN 2.950% 09-NOV-2020 1,61 %
MATERIELLSELSKAP 3.100% 17-APR-2019 1,59 %
Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia