Pimco short term HY corp bnd index source Ucits etf eur

IE00BF8HV600
Avvisi
Aggiungi al portafoglio
87,20 EUR 10/12/2018 11:01 Borsa Italiana
-0,18 EUR (-0,21 %) Variazione dall'ultima chiusura
Obbligazionari - Societari Politica d'investimento
-1,54 % Rendimento a 1 anno
0,60 % Total expense ratio (TER)
tutti i dettagli
Contenuto premium

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

Articoli

  • Analisi
    Etf Pimco e dividendi 3 mesi fa - venerdì 7 settembre 2018
    Ho comprato l’Etf Pimco il 2 settembre, avrò diritto a ricevere il dividendo?                             
     
     
     
     

    Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

    Desidero accedere a questo contenuto
  • Analisi
    Costruirsi una rendita oltre la pensione 5 mesi fa - venerdì 6 luglio 2018
    Voglio investire i risparmi con lo scopo di integrare subito in modo sostanziale la mia pensione. Come devo fare?
     
     
     
     

    Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

    Desidero accedere a questo contenuto
  • News
    Intervista doppia: meglio Pimco o le azioni "magiche"? 5 mesi fa - venerdì 29 giugno 2018
    Ci sono due modi per assicurati una rendita costante annua: l’Etf obbligazionario Pimco, che paga dividendi del 4% netto annuo, o un gruppo di 6 azioni che ha offerto in Borsa un rendimento medio del 9% netto annuo? Qual è meglio?

    Prima di cominciare con le domande, presentatevi

    Pimco: Sono un Etf (un fondo comune che si compra in Borsa) che investe su varie obbligazioni americane ad alto rendimento. Quello che via via incasso dalle cedole o dalla vendita dei bond te lo giro sotto forma di dividendo. 

    Magiche azioni: Siamo sei azioni, 4 americane e 2 britanniche, che hanno due caratteristiche. Prima: nel corso degli ultimi anni abbiamo sempre pagato un dividendo almeno pari a quello dell’anno prima. Seconda: il nostro prezzo in Borsa, mediamente, nel corso degli ultimi anni, è salito. 

    Grazie, cominciamo. quattro domande sui dividendi…

    Quando pagate i dividendi?

    Pimco: ogni mese. 

    Magiche azioni: ognuna di noi paga dividendi in date diverse. Alcune pagano dividendi 4 volte l’anno (le americane), altre due volte l’anno (le inglesi). Se ci compri tutte, però, resti “scoperto” solo a febbraio e a novembre. 

    L’importo dei dividendi è fisso?

    Pimco: no, cambia ogni mese. Se guardi la storia dei miei pagamenti potrai notare che mediamente distribuisco circa 0,4 euro lordi per Etf ogni mese – ho pagato nel passato tra un minimo di 0,32 e un massimo di 0,51 euro.

    Magiche azioni: di solito è stabile in uno stesso anno. Per esempio, la Consolidated Edison ha pagato 0,67 Usd per azione ogni trimestre del 2016, 0,69 Usd ogni trimestre del 2017 e ora pagherà verosimilmente 0,715 Usd ogni trimestre del 2018. Storicamente abbiamo sempre mantenuto i dividendi almeno stabili da un anno altro – spesso li abbiamo aumentati. 

    Qual è il rendimento dei dividendi?

    Pimco: ai prezzi attuali del mio Etf in Borsa (90,95 euro), il rendimento atteso è nell’ordine del 3,9% netto annuo. 

    Magiche azioni: ai prezzi attuali dei sei titoli in Borsa, il rendimento medio annuo atteso, netto dalla doppia tassazione e ai cambi correnti, è del 3,1%. 

    Il pagamento dei dividendi è garantito?

    Pimco: investo su bond emessi da società il cui giudizio di affidabilità (rating) non è proprio eccellente. Anzi, non ti nascondo che sono tutte obbligazioni “rischiose”, ma altrimenti non potrei girarti cedole elevate. Investo, però, su circa 400 società diverse, quindi anche se una dovesse saltare, i contraccolpi sul tuo dividendo complessiva sono limitati. Ti proteggo, inoltre, dal rischio di cambio tra dollaro Usa e euro, quindi mi aspetto che le cedole che ti pago restino tutto sommato stabili nel tempo.

    Magiche azioni: abbiamo preso un impegno verso il mercato di continuare a mantenere il dividendo almeno stabile anno dopo anno. Non possiamo garantire al 100% che effettivamente sarà così per sempre, ma a parte scenari catastrofici non ci sono al momento motivi validi per farci prevedere un cambio di direzione – anche durante i tracolli di Borsa del 2007/2008 non abbiamo modificato la nostra politica sui dividendi e siamo tutte società più solide di quelle che si mette in pancia l’Etf Pimco. Non possiamo proteggerti dai rischi di cambio: se dollaro e sterlina dovessero svalutarsi nei confronti dell’euro i tuoi dividendi saranno un po’ più bassi. Comunque negli ultimi venti anni i cambi hanno oscillato tanto e, mediamente, il rendimento da dividendo che ti abbiamo dato è stato del 3% netto annuo. 

    … Due sull’andamento in Borsa…

    Al di là del dividendo, il vostro prezzo può scendere in Borsa?

    Pimco: sì, ma le mie oscillazioni sono limitate. È vero che con il rialzo dei tassi d’interesse i prezzi delle obbligazioni che ho in pancia scendono, ma è vero anche che via via che ho a disposizione liquidità da investire posso dirottarla su obbligazioni che rendono sempre di più.

    Magiche azioni: sì, certo siamo azioni, le oscillazioni possono essere notevoli nel breve periodo – le azioni Imi, che sono legate al petrolio, nel 2015 sono arrivate a perdere anche il 40%. Nel lungo periodo, però, tendiamo a salire. In particolare negli ultimi venti anni abbiamo messo su in Borsa, mediamente, il 6% netto annuo. Del resto, rispetto alle altre azioni, tendiamo a perdere meno nei periodi negativi per il mercato – nel 2008 noi abbiamo perso in media il 20%, contro il -45% delle altre azioni mondiali.

    Belle parole, ma ci dite bene come siete andati in Borsa negli ultimi anni?

    Pimco: da settembre 2014, periodo del mio sbarco a Piazza Affari, fino a oggi, il mio prezzo Borsa è sceso di circa il 10%. All’incirca è un -2,7% all’anno. Tenendo conto dei dividendi, fa un 1,3% netto annuo. Sono però ottimista e conto di riprendermi – finché non vendi le perdite in Borsa sono teoriche mentre le cedole te le sei intascate. Sappi comunque che se investi su di me, alla fine è verosimile che il tuo rendimento complessivo finale sia a grandi linee quello derivante dalle cedole, quindi circa il 4% netto annuo. 

    Magiche azioni: sempre da settembre 2014, alcune di noi sono andate benissimo – Consolidated Edison, la migliore, ha messo su, in euro, il 50% – altre sono scese – Imi, la peggiore, ha perso circa il 21% circa in euro. In media siamo salite di circa un 3% medio all’anno – al netto fa il 2,2% annuo. A questo aggiungici un rendimento medio da dividendo, netto della doppia tassazione, di circa il 2,8% annuo, e arrivi a un +5% annuo netto totale. È un risultato un po’ inferiore al 9% medio annuo storico, ma ci può stare, l’arco di tempo considerato è comunque relativamente breve (nemmeno cinque anni). Recupereremo e contiamo di darti il 9% netto medio annuo.

    … e una sui costi

    Va bene, ma se decido di acquistarvi, quanto spendo?

    Pimco: se mi compri online spendi circa lo 0,19% del valore di investimento in commissioni bancarie di compravendita. Inoltre, c’è il costo “occulto” dello spread denaro-lettera (non tanto, per importi sotto i 25.000 euro lo 0,1%). Ogni anno devi pagarmi spese di gestione per lo 0,6%.

    Magiche azioni: noi non ti addebitiamo spese di gestione. Inoltre, essendo azioni abbastanza grandi e ben scambiate, lo spread denaro-lettera che hai quando ci acquisti è solitamente molto basso, quasi irrilevante. Siamo, però, quotate a New York e Londra e sappiamo che la tua banca pratica commissioni elevate per operare su questi mercati. Per New York, mediamente, su importi di 2.000 euro, se ne va l’1% circa, per Londra si sale all’1,5% (più lo 0,5% di tassa, stamp duty, da pagare su ogni acquisto). 

    Dopo 7 domande, tiriamo noi le somme

    Sia il Pimco, sia le sei “magiche azioni” restano buoni investimenti. Per entrambi vale una regola fondamentale: se li compri, li devi mettere nel cassetto e dimenticarteli lì per un po’ (almeno 5 anni). Se hai voglia di fare soldi alla svelta, non sono investimenti che fanno al caso tuo. Detto questo la scelta tra un investimento e l’altro dipende da te. Col Pimco spendi poco, incassi un dividendo sostanzialmente stabile ogni mese, ma al di là di quello non vai. Con le sei azioni devi fare sei acquisti diversi, spendere più in termini di commissioni, accontentarti di una cedola di circa l’1% (netto) annuo più bassa di quello del Pimco e “assistere” a potenziali ribassi pesanti del mercato – mediamente in questa prima parte del 2018 hanno perso circa il 10%, contro un rialzo medio dei listini mondiali. Hai, però, in mano azioni con buoni indicatori di convenienza e che potrebbero darti soddisfazioni nei prossimi anni, non solo in termini di dividendi, ma anche con rialzi dei prezzi in Borsa. Insomma, è un investimento più rischioso del Pimco, ma che può offrire – se il futuro segue lo stesso percorso tracciato dalla storia borsistica – rendimenti anche doppi rispetto a quest’ultimo. 

     

    I dettagli dei protagonisti

    Etf Pimco short term high yld hedged (90,95 euro; Isin IE00BF8HV600). Si compra a Piazza Affari.
    Sei azioni: Con. Edison (77,42 Usd; Isin US2091151041), Dominion (67,88 Usd; Isin US25746U1097), Dte (102,79 Usd; Isin US2333311072), Southern (46,6 Usd; Isin US8425871071), Imi (1.137 pence; Isin GB00BGLP8L22) e National Grid (830,8 pence; Isin GB00BDR05C01).
    Le prime quattro si comprano sulla Borsa di New York, le ultime due sulla Borsa di Londra.

     

    Con. Edison, Dominion e Southern pagano il dividendo a marzo, giugno, settembre e dicembre. Dte paga a gennaio, aprile, luglio e ottobre. National Grid paga solitamente a gennaio e agosto, mentre Imi a maggio e settembre.

    I titoli in pancia al Pimco sono definiti “junk”, “spazzatura”, in quanto non possono essere acquistati da alcuni importanti investitori come i grandi fondi pensione Usa. Non significa, però, che le società che li hanno emessi siano sull’orlo del fallimento.

    Il rating delle “magiche azioni” è mediamente “sufficiente” – la Imi non ha un rating ufficiale.

    Esclusa la Imi, le altre “magiche azioni” sono utility – distribuzione di energia e gas. Rispondono, dunque, a esigenze essenziali dei cittadini e per questo i loro bilanci tendono a restare in attivo anche in periodi di crisi.

    Il calo del Pimco del 2015 è, in realtà, legato a eventi “manageriali” che difficilmente riteniamo ripetibili (vedi Altroconsumo Finanza n° 1270).

    Il risultato è inferiore al 9% medio annuo degli ultimi venti anni. Ha influito il calo di Borsa registrato da queste azioni negli scorsi mesi.

    Le commissioni di compravendita del Pimco allo sportello salgono mediamente allo 0,7%.

    Dati al 25 giugno 2018.

     

    condividi questo articolo

Dettagli

Carta d'identità

Codice ISIN IE00BF8HV600
Forma giuridica Fondo di diritto irlandese
ETF
Passaporto europeo si
Data di lancio 16/10/2013
Politica d'investimento Obbligazionari - Societari
Dimensioni del fondo (30/11/2018) 634,880 Milioni di EUR
Gestore PIMCO Global Advisors (Ireland) Limited
Commissioni di gestione annue 0,55 %
Costi di gestione legati alla performance -
Total Expense Ratio (TER) 0,60 %
Fondo Etico no
Fondo di fondi no
Frequenza di calcolo Giornaliera
Giorno di calcolo -
Dividendi si

Dividendi

Frequenza di distribuzione Mensile
Mese di distribuzione -
Importo dell'ultimo dividendo 0,34 EUR
Data dell'ultimo dividendo 15/11/2018

Statistiche

Categoria Pesi
Obbligazioni 96,84 %
Liquidità 0,00 %
Valuta Pesi
USD - Dollaro americano 99,33 %
Principali titoli in portafoglio Pesi
5YR T NOTES DEC8 2,49 %
CENTURYLINK 5.80% 03/15/22 SR:T 1,12 %
HCA 6.50% 02/15/20 SR: 0,92 %
BOMBARDIER 8.75% 12/01/21 SR: 0,89 %
ALTICE LUX 7.75% 05/15/22 SR: 0,86 %
TENET HEALTHCARE 8.13% 04/01/22 SR:B 0,76 %
L BRANDS 6.63% 04/01/21 SR: 0,76 %
DELL INTL 5.88% 06/15/21 SR: 0,75 %
NXP 4.13% 06/01/21 SR: 0,72 %
SPRINT CORP 7.25% 09/15/21 SR:B 0,72 %

Performance in EUR (6/12/2018)

Fondo Benchmark
Rendimento a 1 mese -1,43 % -1,26 %
Rendimento a 3 mesi -2,37 % -0,07 %
Rendimento a 6 mesi -1,85 % 2,98 %
Rendimento a 1 anno -1,54 % 3,38 %
Rendimento a 3 anni 4,25 % 5,47 %
Rendimento a 5 anni 2,08 % 8,21 %
Rendimento a 10 anni - 13,33 %

Principali poste di portafoglio (30/09/2018)

Valutazione del rischio
Volatilità del fondo 3,96 %
Volatilità del benchmark 8,10 %
Beta 1,24
Tracking error 2,22 %
Correlazione col benchmark 0,63
Valutazione del rischio
Alfa -0,57 %
Indice di informazione -
Indice di Sharpe 0,55
Indice di Treynor 1,77
Powered by Lipper
×
Partecipa al sondaggio:
pimco-short-term-hy-corp-bnd-index-source-ucits-etf-eur
Raccomanderesti l'utilizzo di questa pagina alla tua famiglia e ai tuoi amici? Puoi indicare un giudizio compreso tra 1 (assolutamente no) e 10 (assolutamente sì) *
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
Lasciaci un commento (opzionale)
Invia