News
L'Oro è bello, luccica, si tiene tra le mani, ma non sempre conviene 9 anni fa - venerdì 5 dicembre 2008
Settimana scorsa abbiamo detto che il buono postale fruttifero per minori e' un'ottima soluzione per insegnare ai piccoli le virtu' del risparmio. E le monete d'oro?

· Un classico della tradizione di Natale è regalare monete d'oro ai bimbi: luccicano, si tengono in mano e hanno un valore affettivo alto. Ma convengono anche dal punto di vista economico? Nello scorso numero vi abbiamo dato una risposta (negativa) facendo riferimento a un articolo uscito su Soldi Sette qualche tempo fa.

· Non l'abbiamo detto a vanvera o per partito preso, ma a ragion veduta. Abbiamo contattato alcuni negozi tra Milano e Roma per conoscere il prezzo a cui acquistano (o vendono) due delle monete d'oro più diffuse e di taglio più "popolare" (100/150 euro): la sterlina e il marengo italiano.

· Come già accaduto in test precedenti ci siamo ritrovati di fronte a un ventaglio di prezzi con variazioni sensibili da negozio a negozio. Come si vede in tabella, ad esempio, chi avesse un marengo italiano e volesse venderlo trova il negoziante che è disposto a pagarglielo 125 euro e quello che ne sborsa solo 100. Il che non è una differenza da poco.

· Nella maggior parte dei casi il prezzo è tra 110 e 120 euro. Poniamo ora di aver acquistato tre anni fa a dicembre un marengo d'oro. Allora il prezzo che avevamo rilevato in acquisto andava dagli 80 ai 100 euro. Chi avesse trovato allora il venditore meno "avido" e riuscisse ora a trovare l'acquirente più generoso potrebbe averci guadagnato anche oltre il 50%; chi avesse trovato allora il venditore più caro e oggi l'acquirente meno di manica larga sarebbe andato in pari. Si tratta di casi estremi, è vero, ma sono indice dell'aleatorietà di un acquisto di monete d'oro.

· A ciò va aggiunto che la maggior parte dei negozi da noi contattati pur vendendo monete d'oro era molto meno disposta ad acquistarle. Per cui non è detto che sia poi facile disfarsene. Infine un'occhiata al grafico dell'oro ci aiuta per un'altra osservazione: il prezzo dell'oro ha corso a lungo e dopo aver toccato i massimi è ora in ritirata. Non è dato sapere dove sarà tra 10 anni, ma è bene togliersi dalla testa che questo bene rifugio abbia quotazioni "stabili". Anzi, chi ha acquistato oro nel 1980 è rimasto in rosso per 25 anni. 

 

Un investimento in monete d'oro

Moneta

Prezzo al negozio

Quotazione

Per chi vende

Per chi acquista

Per chi vende

Per chi acquista

migliore

peggiore

migliore

peggiore

Sterlina

160

120

150

194

147,19 *

164,23 *

Marengo italiano

125

100

115

135

105,36

127,56

NB: Le quotazioni sono rilevate sul sito www.confinvest.it il 5 dicembre. Il test è stato effettuato nella prima settimana di dicembre 2008. (*) Il 5 dicembre non c'era differenza nei prezzi dei tre tipi di sterlina in circolazione, cioè vecchio conio, nuovo conio e sterlina post '74.

L'ORO NON È UN GIOCO DA RAGAZZI

L'oro (in dollari) è volato negli ultimi anni, ma già nel 2008 è iniziato un calo. Non è detto che un investimento in oro sia un buon affare: chi ha acquistato oro nel 1980 ha atteso 25 anni per trovare quotazioni a quei livelli.

condividi questo articolo