News

Investire in monete d'oro: è ora di comprarle?

2 anni fa - lunedì 1 febbraio 2016
Con la maretta sui mercati, l’oro ha rialzato la testa e in tanti ci avete chiesto dove comprare delle monete da tenere o regalare. Non sono la scelta ideale.
NO AI COMPRO ORO
Se vuoi fare un investimento in oro devi comprare lingotti o monete con determinate caratteristiche – vedi riquadro. Si comprano, oltre che dall’Ufficio italiano dei cambi, solo da banche o società specializzate e autorizzate – per esempio Confinvest, Bolaffi metalli preziosi, Italpreziosi.
L’ORO DA INVESTIMENTO
È quello rappresentato da lingotti o placchette di peso supe-riore a 1 grammo di purezza pari o superiore a 995 millesimi. Inoltre, è quello rappresentato da monete d'oro di purezza pari o superiore a 900 millesimi, coniate dopo il 1800, che hanno o hanno avuto corso legale nel Paese di origine, normalmente vendute a un prezzo che non supera dell'80% il valore sul mercato libero dell'oro in esse contenuto.
 
Non puntare sulle altre monete, come quelle che puoi comprare al “compro oro” o quelle commemorative che anche la Zecca mette in vendita – insomma tutto il cosiddetto “oro da gioielleria”, perché il valore numismatico è incerto (la valutazione può slegarsi da quella dell’oro) e perché ci paghi l’Iva del 22%. Sull’oro da investimento l’Iva non si paga e il valore numismatico è certo. Fai attenzione alle commissioni a volte salate di vendita e riacquisto che banche e società praticano. La mattina del 26 gennaio abbiamo chiesto il prezzo di un lingottino da 50 grammi di oro. Il prezzo ufficiale dell’oro di Londra era di 1.653 euro: a noi hanno chiesto tra 1.740 e 1.830 euro, con rincari tra il 5% e il 10% circa. Le commissioni le ritrovi anche quando vendi: rischi che un 20% del valore se ne vada solo in commissioni. Sulle compravendite di oro da investimento, poi, se guadagni devi pagare le tasse e dovrai inserire la plusvalenza (se c’è) in dichiarazione dei redditi e pagarci su il 26% di tasse – se non hai la ricevuta di acquisto perché è un regalo, si considererà il 25% del valore di vendita come plusvalenza. Quindi se non sei pratico devi aggiungere il costo del commercialista. E non dimenticare altri rischi: il furto e sanzioni se non dichiari all’Ufficio italiano dei cambi i movimenti in oro per valori superiori a 10.329,14 euro.
 
MEGLIO L’ETFS GOLD BULLION SECURITIES
È meglio investire in oro tramite l’Etfs gold bullion securities (98,37 euro; Isin GB00B00FHZ82). Ogni quota, che compri a Piazza Affari rappresenta un decimo di oncia di oro. Questo oro esiste ed è fisicamente presente nei caveau della banca Hsbc a Londra – tanto che, teoricamente, quando si vende l’Etfs si potrebbe chiedere l’equivalente in oro (opzione non percorribile per i piccoli risparmiatori). Quanto paghi? Le commissioni di compravendita sono quelle per operare a Piazza Affari: in genere per acquisti online lo 0,19%. E poi c’è lo spread denaro-lettera, circa lo 0,06%. Siamo a 0,25%, molto sotto rispetto al 5/10% chiesto per l’acquisto di monete e lingotti fisici. Certo, con l’Etfs c’è anche ogni anno da pagare lo 0,4% di commissioni di gestione al gestore, lo 0,2% allo Stato come bollo e il costo del deposito titoli (se la tua banca lo prevede; quelle online no) ma anche dopo dieci anni di investimento sei ben sotto dei costi previsti per l’acquisto e vendita di monete e lingotti. Insomma, non potrai tenerlo in mano, ma l’Etfs è lo strumento miglior per investire in oro. Ma è questo il momento giusto per farlo?
Lo scenario per l’oro non è dei migliori. La politica di rialzo dei tassi d’interesse della Banca centrale americana, il dollaro che si mantiene forte sulle altre valute e la Cina che rallenta sono tutti fattori negativi. La Cina, insieme all’India traina la domanda di oro al mondo: se consuma meno, il prezzo dell’oro soffre. Inoltre, sia i titoli di Stato americani, sia il biglietto verde sono considerati beni “rifugio” alternativi all’oro: quindi se questi vanno bene, l’oro scende. Non per nulla l’oro è incanalato da diverso tempo su un sentiero discendente – vedi grafico Il canale discendente dell’oro. Va, però, anche detto che in questi giorni di maretta sulle Borse, l’oro ha comunque offerto protezione (seppur non totale): con le Borse che da inizio 2016 in media hanno perso il 6%, l’oro ha guadagnato il 5%. Per questo ti consigliamo di acquistare oro solo come protezione in caso di ulteriore ribasso sui mercati. Acquistane solo per un valore pari al massimo al 5% del tuo portafoglio – se le Borse si riprendono, l’oro potrebbe tornare a scendere. Se già ce l’hai, valuta il suo peso: riduci o incrementa fino al 5%. Investi in oro con l’Etfs gold bullion securities che ti permette di godere dell’eventuale ulteriore rafforzamento del dollaro americano sull’euro.
 
IL CANALE DISCENDENTE DELL’ORO
 
Il prezzo dell’oro (grassetto; base 100) è in china discendente da 3 anni. A meno di un tracollo delle Borse o di un cambiamento nella politica monetaria Usa, non ci sono segnali, al momento, di una possibile inversione di rotta. Per te che compri oro in euro (linea sottile), comunque, l’apprezzamento del dollaro mitiga la discesa.

condividi questo articolo