News

Il prestito sociale conviene?

un anno fa - lunedì 25 settembre 2017
Quasi mai, tranne in un paio di casi. Ma c’è di meglio.

Prestito sociale, come funziona?

Si presenta come un conto deposito. Puoi aderire solo se sei socio della cooperativa. Quando lo sottoscrivi ricevi un libretto su cui puoi versare il tuo denaro. Le operazioni di versamento e di prelievo sono gratuite e i libretti del prestito sociale non sono gravati dall’imposta di bollo. Questi prodotti finanziari, al contrario, per esempio, dei conti deposito proposti dalle banche, non rientrano tra quelli garantiti dal Fondo interbancario di tutela dei depositi – vedi articolo precedente: chi li sottoscrive presta direttamente alla cooperativa e questa garantisce con il proprio patrimonio. In caso di fallimento della medesima – in passato è già successo – c’è solo il paracadute del marchio Coop, che non è solo un supermercato, ma uno stile di vita. Puoi depositare importi anche molto contenuti, al massimo poco più di 36.000 euro, e non esiste un importo minimo. Alcune coop offrono, oltre al libretto di prestito sociale libero, anche la possibilità di vincolare il proprio denaro per un periodo prestabilito, cha va dai 12 ai 36 mesi.  

 

Quanto rende il prestito sociale?
Coop Rendimento lordo Rendimento netto
Coop Alleanza 3.0 (dal 1° aprile 2017)
Fino a 12.000 euro 0,2% 0,15%
Da 12.000,01 e 24.000 euro 0,6% 0,44%
Da 24.000,01 a 36.500 euro 1,3% 0,96%
Coop Centro Italia (dal 1° settembre 2017)
Libretto (dal 1° gennaio 2017) 0,15% 0,11%
Prestito vincolato  0,7% (12 mesi) 0,52% (12 mesi)
(dal 1° settembre 2017) 1,35% (18 mesi) 1% (18 mesi)
1,9% (24 mesi) 1,41% (24 mesi)
2,5% (36 mesi) 1,85% (36 mesi)
Coop Liguria (dal 1° luglio 2017)
Fino a 4000 euro 0,4% 0,3%
Da 4.000,01 a 17.000 euro 0,5% 0,37%
Da 17.000,01 a 27.000 euro 0,8% 0,59%
Oltre i 27.000 euro e fino a 36.500 1% 0,74%
Prestito sociale vincolato 24 mesi (dal 3/4/17, minimo 5.000, massimo 20.000 euro) * 1,5% 1,11%
Coop Lombardia (dal 1° gennaio 2017)
Fino a 4000 euro 0,2% 0,15%
Da 4.000,01 a 17.000 euro 0,3% 0,22%
Da 17.000,01 a 36.000 euro 0,8% 0,59%
Novacoop (dall’1 marzo 2017)
Fino a 17.000 euro 0,3% 0,22%
Oltre i 17.000 fino a 27.000 euro 0,8% 0,59%
Oltre i 27.000 fino a 36.525 euro 1,25% 0,925%
UniCoop Tirreno (dal 1° gennaio 2017)
Fino a 5.000 euro 0,6% 0,44%
Oltre 5.000 fino a 15.000 euro 0,85% 0,63%
Oltre 15.000 fino a 25.000 euro 1,5% 1,11%
Oltre i 25.000 fino a 35.000 euro 2% 1,48%
UniCoop Firenze
Libretto  0,4% 0,3%
Deposito vincolato 18 mesi  1,2% 0,89%
Coop Vicinato Lombardia (dall’1/10/2016)
Oltre i 50 euro e fino a 19.000  0,3% 0,22%
Da 19.000,01 a 29.000 euro 0,5% 0,37%
Da 29.000,01 a 36.300 euro 1% 0,74%
Condizioni prestiti sociali e conti deposito citati nell’articolo al 22/9/2017. * Solo per titolari del prestito libero.

Prestito sociale, interessante solo in pochissimi casi

Come puoi vedere nella tabella qui sopra nella maggior parte dei casi il prestito sociale coop rende meno della miglior scelta tra i conti deposito liberi - Conto corrente Altroconsumo di BccforWeb (1,1% lordo annuo fino a 25.000 euro, 1% lordo annuo oltre i 25.000 e fino a 50.000 euro; il bollo è a carico della banca.). In due casi, però, il prestito sociale può essere interessante. Naturalmente devi essere già socio delle due cooperative. Non conviene associarsi – e pagare la relativa quota – per sottoscrivere il prestito sociale, poiché il differenziale di tassi non è così elevato da giustificare l’esborso di 25 euro di adesione, vedi a lato. Primo: Coop Centro Italia offre tassi interessanti sul proprio prestito sociale, se confrontato con conti deposito di pari durata, ma solo nell’ipotesi di vincolare il denaro per 24 o 36 mesi. Su queste scadenze il prestito sociale di Coop Centro Italia darà, rispettivamente, l’1,9% lordo annuo e il 2,5% lordo annuo, più di quanto rende il conto deposito vincolato più interessante tra quelli che consigliamo noi – su queste scadenze a scelta migliore è Rendimax interessi posticipati Top 2 anni (1,7% lordo annuo) e Rendimax interessi posticipati Top 3 anni (1,8% lordo annuo). Secondo: se puoi investire più di 29.000 euro, anche il prestito sociale libero di Unicoop Tirreno è, sulla carta, più interessante di Conto corrente Altroconsumo di BccforWeb, la nostra miglior scelta per quanto riguarda i conti liberi. Immaginiamo che tu depositi sul libretto di Unicoop Tirreno 30.000 euro per 6 mesi. Avrai lo 0,6% lordo annuo sui primi 5.000 euro, lo 0,85% lordo annuo sui successivi 10.000, l’1,5% sugli ulteriori 10.000, e, infine, il 2% sugli ultimi 5.000. In sei mesi otterrai 135,05 euro, mentre con BccforWeb otterrai 119,26 euro. Attenzione, però, la coop può rivedere i tassi in ogni momento, e non è detto che la variazione sia a tuo favore. Inoltre, particolare da non sottovalutare, queste due coop sono quelle in una situazione più delicata a guardarne i bilanci – vedi articolo precedente. Tienilo presente se stai valutando l’ipotesi di sottoscrivere il loro prestito sociale. Non ti stiamo dicendo che queste coop sono sull’orlo del fallimento, ma ti stiamo avvisando che la situazione in questo momento non è rosea. In tutti gli altri casi, però, e per tutte le coop considerate, i tassi offerti non superano quelli dei migliori conti di deposito liberi sul mercato. Per esempio, se non vuoi o non puoi vincolare il tuo denaro per un periodo prestabilito, per importi fino al massimo depositabile sui libretti del prestito sociale, la scelta più redditizia è Conto corrente Altroconsumo BccforWeb. Se, invece, desideri vincolare il tuo denaro per 12, 18, 24 o 36 mesi, i migliori oggi sono Banca Privata leasing vincoli a tasso fisso 12 mesi (1,65% lordo annuo), Rendimax interessi posticipati Top 18 mesi (1,5% lordo annuo), Rendimax interessi posticipati Top 2 anni (1,7% lordo annuo) e Rendimax family Top 3 anni (1,8% lordo annuo). In tutti questi casi è la banca ad accollarsi il pagamento dei bolli di legge. Tirando le somme, nella stragrande maggioranza dei casi i prestiti sociali non offrono tassi interessanti, e, i soli due casi in cui possono essere interessanti, sono quelli proposti da due cooperative dalla salute non eccellente. Inoltre, non hai neppure la tutela del Fondo interbancario in caso di difficoltà della cooperativa a rimborsarti il prestito fatto. Tutti buoni motivi per non sottoscrivere questi prodotti e sceglierne altri: sul nostro sito, qui puoi trovare la strategia più adatta alle tue esigenze, e qui puoi trovare il conto deposito migliore in base alle tue esigenze.    

Unicoop Firenze: vincolato, ma solo per te

Unicoop Firenze propone la sottoscrizione di un prestito sociale vincolato della durata di 18 mesi. Durante questi 18 mesi tu devi mantenere depositato il denaro, pena la perdita degli interessi maturati in caso di rimborso anticipato. La Coop, però, in questo lasso di tempo, ha la facoltà di rivedere il tasso, anche al ribasso. Naturalmente, in questo caso, hai 60 giorni di tempo dalla comunicazione per recedere dal contratto. Ti devi però ricordare, e devi avere bene in mente anche la data di scadenza del tuo prestito sociale vincolato: allo scadere dei 18 mesi, il rinnovo per altri 18 è automatico. Se non vuoi rinnovarlo devi ricordarti di dare disdetta almeno ben 30 giorni prima della naturale scadenza. 

 

condividi questo articolo