News
Il Pir che ti infili nel taschino 8 mesi fa - lunedì 5 febbraio 2018
Per investire esentasse abbiamo trovato un’altra soluzione. Non è la migliore ma è già adatta a piccole tasche.

Tempo fa (vedi Fondi Comuni n° 213 e più recentemente Altroconsumo Finanza n° 1243) ti abbiamo parlato di Gimme5, un’app del gestore AcomeA che scarichi comodamente sul tuo telefonino che ti permette di investire in fondi comuni anche con soli 5 euro per volta e con costi concorrenziali (info qui). La nostra ultima analisi diceva in sostanza che i fondi AcomeA, per via delle stelle (la nostra valutazione dei fondi è in stelle, da una a cinque, i fondi AcomeA non ne raccolgono tantissime), purtroppo non finiscono mai per essere all’acquisto. Tuttavia, al di là delle stelle, l’App Gimme5 che ti dà la possibilità di fare mini-investimenti con cifre irrisorie resta un’idea all’avanguardia nel campo della finanza, soprattutto per le piccole tasche di chi non ha grandi disponibilità da investire ogni giorno (vedi qui a fianco). Ora, visto che nel novero di AcomeA ci sono anche dei fondi Pir vogliamo tornare nel dettaglio su questo tema. Tieni conto che al momento non è ancora possibile fare la prima sottoscrizione di fondi Pir con l’applicativo Gimme5, ma una volta aperto il rapporto Pir con una normale procedura cartacea (per informazioni dettagliate basta contattarli al numero verde 800.085.585, o scrivergli a helpdesk.gimme5@acomea.it) è comunque possibile alimentare la propria posizione da Gimme5. La piena possibilità di usare l’App fin dall’inizio sembra comunque allo studio e immaginiamo non tarderà. Vediamo ora i prodotti Pir di questo gestore. Il primo è AcomeA Italia (5,53 euro al 1/2, Isin IT0005251357 la classe P2, quella che serve per farti un Pir con Gimme5) ed è un prodotto che, proprio come dice il nome, investe in azioni italiane. Ovviamente non abbiamo una valutazione delle quote di tipo P2 appena istituite, ma abbiamo quelle di tipo A2 che hanno gli stessi costi e che, pertanto si equivalgono. La valutazione è pari a una stella, cioè poco, sia calcolata su cinque anni sia calcolata su tre anni (il consiglio è, pertanto, vendi), anche se il fondo non ha avuto rendimenti bassi a 5 anni (+11,1% contro +8,2% del mercato) e a 3 anni è andato in linea col mercato (+6,6%, e +6,6% il mercato). Perché? La valutazione in stelle tiene conto anche del rischio che il fondo si è preso per battere il benchmark e AcomeA Italia A2 se ne è preso abbastanza da essere penalizzato (vedi grafico).

 

Quasi come il mercato

 

 

QUASI COME IL MERCATOAcomeA Italia A2 (in grassetto, base 100) ha reso poco meno della Borsa italiana (linea sottile) nel periodo considerato, alternando momenti di successo (nel 2014 e nel 2015 batteva il mercato) a momenti meno brillanti (come nel 2012 e nel 2016). Questa “irregolarità” nei comportamenti viene penalizzata nelle nostre valutazioni.

 

E, infatti se vedi il Kiid (il prospetto informativo sintetico in cui si dice in due paginette come funzionano i fondi) ha battuto il benchmark nel 2012, 2013, 2014 e 2015, ma dopo quattro anni buoni nel 2016 ha fatto peggio. Le nostre stelle tendono a penalizzare questo comportamento irregolare, perché è proprio la costanza nel produrre risultati (magari solo qualcosa in più del mercato) a far considerare le stelle predittive dell’abilità futura del gestore. Il secondo fondo è AcomeA Patrimonio Esente (5,13 euro al 1/2, Isin IT0005247728 la classe P2), un prodotto di tipo “flessibile” che oltre alle azioni ha in seno una forte quota di bond che può variare col tempo. È un fondo recente (è nato a maggio dell’anno scorso) e non ha una storia su cui valutarlo. Qui il principio adottato è: non so come si comporterà, non lo compro (tanto più che il cugino Pir visto sopra ha solo una stella).

 

Che fare?

Ribadiamo la posizione che abbiamo espresso su AcomeA globale anche nel caso di questi due fondi Pir. In sé non ce la sentiamo di metterli all’acquisto per via delle poche stelle o della loro “novità”, ma visto che si tratta di due prodotti di notevole praticità, nell’ottica di fare dei microinvestimenti di pochi euro per volta li puoi scegliere.

 

COSA ACQUISTARE CON GIMME5 Anche qui ribadiamo quanto abbiamo detto in AF 1243: la valutazione del fondo AcomeA Globale A2 (15,20 euro al 1/2; Isin IT0004718794) su cinque anni è ancora oggi di due stelle, e quella su tre anni di una sola stella. I rendimenti annualizzati a 5 anni sono del 10,3% annuo, contro il 13,9% dei mercati mondiali. Questo ci “obbliga” a un con-siglio di vendita. Tuttavia, nella prospettiva di micro investimenti, a partire da 5 euro l’uno questo fondo rappresenta una soluzione comoda e praticabile. In quest’ottica, e solo in quest’ottica, può valere un acquisto.

Ti abbiamo parlato di Pir in AF1247 consigliando Zenit Pianeta Italia W (6,53 euro al 1/2/18; Isin IT0005240236).

 

Scopri come usare Gimme5 qui

 

COSTA C’E' IN QUESTI FONDI?

AcomeA Italia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AcomeA Patrimonio Esente

Tipo di titoli

 

Tipo di titoli

 

Azioni/Warrants

92,21%

Azioni/Warrants

28,15%

Obbl./ Conv./ Tit. Stato no G7

5,75%

Titoli di Stato

11,02%

Liquidita

1,93%

Fondi obbligazionari

4,33%

Principali settori

 

Obbl. Soc. e Altri Emitt.

45,93%

Finanziari

38,14%

Liquidita

9,76%

Beni di consumo

16,08%

Durata dei bond (in % sul fondo)

 

Industriali

9,88%

Fino a a 3 anni

47,45%

Tecnologici

7,70%

Altre 3 e fino a 5 anni

6,42%

Telecom

7,18%

Oltre 5 e fino a 10 anni

3,07%

Titoli governativi

5,75%

Rating dei bond

 

Servizi ai consumatori

4,54%

BBB

12,34%

Utility

3,44%

Inferiore a BBB

57,20%

Salute

2,11%

Senza rating

30,45%

Dati all’1/2 dal sito di AcomeA che è aggiornato giornalmente (una rarità nel settore).

condividi questo articolo