News
Il crollo del mattone 3 mesi fa - lunedì 16 aprile 2018
Sono sospese le operazioni di rimborso del fondo Europa Immobiliare 1, di cui ti abbiamo parlato qualche settimana fa, perché stava per chiudere i battenti in perdita.

In AF n° 1258 ti avvisavamo per la probabile perdita che avrebbe colpito i possessori di due fondi immobiliari collocati da Poste italiane, Obelisco – non ancora scaduto – e Europa Immobiliare 1 – ufficialmente scaduto lo scorso 31 dicembre, e la cui liquidazione si è conclusa il 28 febbraio scorso. Per quest’ultimo i nodi sembrano essere venuti al pettine: la società di gestione, Vegagest sgr, il 1° marzo scorso ha approvato il rendiconto finale di liquidazione, nel quale era pubblicato anche il piano di riparto destinato ai possessori del fondo. A fronte dei 2.500 euro a quota investiti nel 2004, chi ha puntato su Europa Immobiliare 1 si sarebbe visto rimborsare 409 euro. A questi vanno sommati i dividendi, distribuiti nel corso degli anni, pari a 438 euro, e i rimborsi di capitale effettuati dalla quotazione del fondo, pari a 980. In totale, circa 1.827 euro, con una perdita netta, pro quota, che dovrebbe aggirarsi sui 673. Il condizionale, però, è d’obbligo: pochi giorni fa Vegagest ha sospeso i rimborsi per “circostanze straordinarie, come detto non prevedibili, inerenti alle attività di liquidazione delle partecipazioni dirette e indirette del Fondo…”. Per ora i titolari di Europa Immobiliare 1 non vedranno un euro, e non è detto che avranno quanto pattuito. Il motivo? Stando a quanto ha comunicato Vegagest, i rimborsi sono stati sospesi per una recente indagine della Guardia di Finanza, dall’esito per ora incerto.

NOI NON STIAMO A GUARDARE

Europa immobiliare 1 è tra i fondi immobiliari chiusi distribuiti da Poste tra il 2002 e il 2006 – è stato collocato anche dalla ex Carife, oggi Nuova Carife, da novembre scorso parte del gruppo Bper. Come l’anno scorso per Invest Real Security – vedi a fianco - Poste – per ora unica a farsi avanti - si è detta intenzionata a conciliare con i clienti hanno sottoscritto il fondo. Anche stavolta, come in passato, siamo intervenuti per capire meglio quale sarà la proposta. Il modello di conciliazione ricalcherà, secondo le informazioni ricevute, la proposta dello scorso anno. Chi, al 31 dicembre scorso, aveva compiuto 80 anni, riceverà immediatamente una cifra in denaro tale da ristorare integralmente la perdita. Gli altri riceveranno una polizza assicurativa, della durata di 5 anni, appositamente creata. Al termine dei 5 anni la polizza corrisponderà un valore tale da ristorare integralmente la perdita. I clienti di Poste che hanno sottoscritto Europa immobiliare 1 al collocamento e l’hanno mantenuto fino a scadenza riceveranno, tra maggio e luglio prossimi, una comunicazione con la proposta. Noi parteciperemo ai tavoli di conciliazione: seguici su sito e rivista per gli aggiornamenti.

 

 

Poco più di un anno fa è scoppiato il “caso” Invest Real Security ,che ha inflitto una consistente perdita ai sottoscrittori. Ha liquidato circa 390 euro a quota, sottoscritta a 2.500 euro. Nei precedenti 13 anni ha distribuito dividendi per 384,68 euro e rimborsato anticipatamente quote per 273,2 euro. Sommando tutto si arriva a una perdita superiore al 50%.

 

 

Posteiniziativa irs, i dettagli

Lo scorso anno Poste ha offerto a chi aveva sottoscritto il fondo immobiliare chiuso Invest Real security, e non aveva compiuto 80 anni al 31/12/2016, una polizza vita appositamente creata, Posteiniziativa irs. Il sottoscrittore investiva in questo prodotto quanto rimborsato da Irs, e Poste si impegnava a contribuire con denaro sufficiente a ripianare integralmente la perdita subìta dal titolare del fondo, a patto di mantenere la polizza per 5 anni. Allo scadere dei 5 anni, Posteiniziativa irs restituirà una cifra pari al capitale investito nel 2003 in Invest Real Security, più l’eventuale rendimento realizzato dalla gestione separata Posta Valore più, a cui è stato destinato il denaro raccolto con Posteiniziativa irs. Lo scorso anno – dati al 31/12/2017, ultimi disponibili – Posta Valore più ha reso il 3,03% lordo.

 

 

condividi questo articolo