News

Riunione Bce: nessuna sopresa

un anno fa - giovedì 27 aprile 2017
Nella riunione odierna la Bce ha confermato la sua politica monetaria

Come da attese la Banca centrale europea ha lasciato i tassi invariati (a zero quelli ufficiali e a -0,4% quelli sui depositi) e il piano di acquisti di titoli.

Inoltre, la Bce ha confermato che gli acquisti di titoli proseguiranno fino a fine 2017, e anche oltre se necessario, e che i tassi rimarranno su questi livelli o anche più bassi anche dopo la fine del piano di acquisti.

Le decisioni della Bce non arrivano a sorpresa e si spiegano essenzialmente con tre motivi.

Primo: la Bce non può dirsi soddisfatta dell’inflazione: dopo il picco di febbraio, infatti, il carovita si è subito ridimensionato, dimostrando così che il dato di febbraio era stato solo un evento passeggero.

Secondo. La riunione è arrivata 10 giorni del ballottaggio per le lezioni francesi, in un momento dunque troppo delicato per portare turbolenza sui mercati finanziari.

Terzo. Eliminare il riferimento ai “tassi futuri più bassi”, significherebbe legarsi le mani per il futuro e non poter tornare indietro nel caso di bisogno, a meno di non mettere a rischio la credibilità della Bce stessa.

condividi questo articolo