News

Bce: le decisioni arriveranno a ottobre

un anno fa - giovedì 7 settembre 2017
Tutto rimandato alla prossima riunione

Nell’odierna riunione la Banca centrale europea, come largamente atteso, ha lasciato invariati allo 0% i tassi ufficiali e a -0,4% quelli sui depositi. Inoltre, i tassi di interesse secondo la Bce si manterranno su livelli pari a quelli attuali per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l'orizzonte degli acquisti di titoli.

Quello però che interessava al mercato, era il destino del piano di acquisti di titoli e sul tema la riunione odierna non ha fornito alcuna novità. La Bce ha ripetuto quello che va dicendo oramai da molti mesi: gli acquisti proseguiranno all'attuale ritmo mensile di 60 miliardi di euro, sino alla fine di dicembre 2017 o anche oltre se necessario e comunque fino a quando l’inflazione non sarà stabilmente in ripresa. Le uniche indicazioni giunte dalla riunione odierna sono state che in autunno, lo stesso Draghi ha parlato di ottobre, la Bce ricalibrerà l’acquisto di titoli - in altre parole deciderà cosa fare da gennaio 2018 in avanti. Altra novità è stata la revisione delle stime di inflazione. Se per quest’anno il carovita è stato confermato all’1,5%, per il 2018 e il 2019 le stime sono state invece viste al ribasso all’1,2% e all’1,5% contro, rispettivamente, l’1,3% e l’1,6% precedente. Quanto alla crescita economica, è stato confermato come la ripresi continui e anzi abbia accelerato negli ultimi mesi, tanto che la Bce ha alzato dall’1,9% al 2,2% le stime di crescita per il 2017. Questo miglioramento è però limitato all'anno in corso visto che per il 2018 e per il 2019 è stato confermato il +1,8% e il +1,7% per il Pil. 

condividi questo articolo