News

Riunione Bce: confermate le prossime tappe

2 mesi fa - giovedì 13 settembre 2018
Dal 1° di ottobre gli acquisti di titoli scendono a 15 miliardi

Nella riunione odierna la Banca centrale europea ha lasciato i tassi invariati a zero (e quelli sui depositi a -0,4%) e ha confermato che rimarranno su questi livelli almeno fino all'estate del 2019 e in ogni finché sarà necessario per raggiungere l'obiettivo del 2% di inflazione.

Inoltre, gli acquisti di titoli proseguiranno all'attuale ritmo mensile di 30 miliardi di euro sino alla fine di questo mese. Dopo, saranno ridotti ad un ritmo mensile di 15 miliardi di euro sino alla fine di dicembre 2018 e successivamente cesseranno. La Bce continuerà però a reinvestire il capitale rimborsato sui titoli in scadenza per un prolungato periodo di tempo dopo la conclusione degli acquisti netti di attività e in ogni caso, anche in questo caso, finché sarà necessario.

L'unica vera novità arriva dalle stime sulla crescita dell'eurozona. Il Pil dell'eurozona crescerà del 2% nel 2018, dell'1,8% nel 2019 e dell'1,7% nel 2020: per la crescita del 2018 e del 2019 si tratta dunque di un taglio dello 0,1% rispetto a quanto stimato in giugno. Tutto confermato invece per quanto riguarda l’inflazione: nel triennio 2018-2020 crescerà dell’1,7%.

condividi questo articolo