Analisi

L’Argentina fa di nuovo crack?

4 anni fa - venerdì 27 giugno 2014
Buenos Aires potrebbe non pagare le prossime cedole, ma tratta sui bond. Cerca di tirare a campare fino al 2015 quando potrà pagare senza rischiare che i vecchi creditori le si rivoltino contro. Non investire, però, in titoli argentini, non è ora di scommesse.
 
 
 
 

Questo è un contenuto riservato agli abbonati. In via esclusiva puoi accedere anche tu e provare i nostri servizi.

Desidero accedere a questo contenuto