Plusvalenze: cosa sono? Ecco come usare il capital gain

Plusvalenze: cosa sono? Ecco come usare il capital gain

Cosa sono le plusvalenze?

Sono i guadagni che ottieni dalla compravendita di investimenti finanziari e dalla loro cessione a titolo oneroso.

Cosa significa il termine plusvalenza?

Si tratta della parola usata dal fisco italiano per indicare il guadagno su di uno strumento finanziario. Ottieni un guadagno quando vendi un titolo azionario, o un’obbligazione, o un fondo comune, a un prezzo superiore rispetto a quello a cui l’hai acquistato.

Il guadagno ottenuto dalla vendita di uno strumento finanziario è chiamato “capital gain”.

 Plusvalenze, come si recuperano?

Il credito fiscale ottenuto con le plusvalenze si può recuperare compensandole con delle minusvalenze ottenute da prodotti che producono redditi.

Il regime fiscale funziona in un modo particolare per cui le plusvalenze sui titoli potranno essere compensate in modo diverso a seconda degli strumenti finanziari che le hanno generate.

Per esempio, le plusvalenze su azioni sono quelle più facili da recuperare: se, dopo aver venduto un’azione in guadagno ne vendi un’altra in perdita, pagherai le imposte sulla differenza di guadagno.

 

•le plusvalenze su azioni e obbligazioni possono essere compensate con minusvalenze su azioni, obbligazioni e certificates

•le plusvalenze su fondi o ETF possono essere compensate con minusvalenze su azioni, obbligazioni o certificates.

Come si recuperano le plusvalenze di fondi ed Etf?

La compensazione delle plusvalenze di fondi comuni ed ETF potrà essere fatta vendendo in utile, per esempio:

•azioni

•obbligazioni

•certificates

La tabella  dovrebbe chiarirti le idee a riguardo. Come puoi usarla? Ti basta cercare, nella colonna “Minusvalenze”, il prodotto che le ha generate. Sotto la colonna “Plusvalenze” trovi lo stesso elenco di prodotti. All’incrocio tra riga e colonna puoi controllare se, per esempio, la minusvalenza che hai maturato su un titolo azionario può essere compensata con la plusvalenza maturata su un’obbligazione.

PLUSVALENZE: COSA SI PUÒ COMPENSARE E COSA NO

Plusvalenze su…

Minusvalenze su…

Azioni

Obbligazioni

Fondi

Etf

Certificate

Etc/Etn

Azioni

Obbligazioni

Obbligazioni zero coupon (*)

In parte

In parte

In parte

In parte

In parte

In parte

Fondi

No

No

No

No

No

No

Etf

No

No

No

No

No

No

Certificate

Etc/Etn

   

 (*) Nel caso di obbligazioni zero coupon la differenza tra il valore di vendita e il prezzo di acquisto può sembrarti una plusvalenza, ma in realtà è in gran parte “guadagno da interesse” che non puoi compensare con le minusvalenze. La plusvalenza (se c’è) è data solo dalla differenza tra il prezzo effettivo del bond e quello che avrebbe in teoria nel caso in cui la situazione dei tassi d’interesse sul mercato non fosse mai cambiata dalla sua emissione fino a quel momento. 

Quando scadono le plusvalenze se non utilizzate dal cliente?

Il periodo di tempo entro cui le plusvalenze posso essere recuperate entro i quattro anni successivi l’ottenimento. Dopo di che scadranno e non potranno più essere recuperate.

;