Swap

È uno strumento derivato, composto da un contratto stipulato tra due sottoscrittori per lo scambio di flussi finanziari, secondo specifiche modalità. Il contratto è sottoscritto attraverso un intermediario finanziario che gestisce l'operazione e controlla il regolare svolgimento di questa, garantendo le controparti dal reciproco rischio d'insolvenza. Può essere sottoscritto nel mercato delle obbligazioni (bond swap) e comporta lo scambio di titoli di diversa durata e rendimento; nel mercato dei cambi lo swap (currency swap) implica lo scambio di flussi di pagamento periodici in valute diverse; nel mercato dei capitali lo swap (interest rate swap) si riferisce allo scambio di flussi di interessi periodici, nella stessa valuta; sul mercato delle commodities, la sottoscrizione di un commodity swap comporta lo scambio di un flusso monetario riferito al prezzo del bene oggetto del contratto. La sottoscrizione di uno swap è motivata dalla possibilità di ottenere finanziamenti a basso costo o procurarsi attività a elevato rendimento, ma ha anche lo scopo di ottenere una valida copertura contro il rischio di tasso di interesse interest rate swap, o contro il rischio di cambio currency swap o da un'attività di speculazione. Lo swap non è negoziato sui mercati regolamentati, ma su mercati over the counter, vedi.