Articolo
Tutto quello che devi sapere sul conto deposito 3 mesi fa - mercoledì 19 luglio 2017
Vuoi sapere tutto sui conti deposito? Te lo diciamo noi, qui.
conto deposito come funziona

conto deposito come funziona

COSA VUOL DIRE CONTO DEPOSITO

 

Con il termine conto deposito ci si riferisce a un prodotto finanziario creato per soddisfare le esigenze di investimento di chi vuole impiegare il proprio denaro rischiando poco, ma che nello stesso tempo non vuole rinunciare a ottenere un certo guadagno.

 

CONTO DEPOSITO: PERCHÈ APRIRLO?

 

Ci sono molti motivi per aprire un conto deposito. È un prodotto di semplice apertura e di facile manutenzione, che prevede pochi costi (o addirittura nessuno) e che comporta pochi rischi. Il conto deposito è garantito come un conto corrente. È adatto a chi non ha tempo, voglia o possibilità di seguire troppo i suoi investimenti: il denaro è in custodia presso la banca che lo propone, tu non devi fare nulla, se non rinnovare il vincolo in scadenza se hai scelto un prodotto vincolato, o chiuderlo se ne trovi uno più redditizio.

 

CONTO DEPOSITO: COME FUNZIONA

 

Per capire come funziona un conto deposito puoi pensare a una sorta di salvadanaio, in cui tu versi il tuo denaro e lo lasci depositato per un periodo più o meno lungo. In cambio, la banca presso cui lo hai depositato, ti ricompenserà pagandoti un interesse.

 

IL CONTO DEPOSITO È SICURO?

 

Investire in un conto deposito è sicuro. Il Fondo interbancario di tutela dei depositi, infatti, ti assicura il rimborso della cifra investita fino a 100 mila euro per ogni correntista intestatario del conto deposito (al massimo due, per un totale di 200 mila euro) in caso di fallimento della banca.

 

CONTO DEPOSITO: COME SCEGLIERE

 

Per scegliere il conto deposito più adatto alle tue esigenze devi innanzitutto definire due aspetti: quanto denaro puoi investire e per quanto tempo puoi lasciarlo depositato prima di averne bisogno. Esistono, infatti, conti deposito liberi e conti deposito vincolati. Questi ultimi, di solito, ti pagano un interesse più alto, ricompensando così il tempo in cui tu hai garantito di lasciar depositato il denaro. Nel primo caso – per esempio Conto Deposito Arancio - hai la possibilità di riavere indietro in ogni momento i tuoi soldi (metti in conto almeno tre giorni per vederti riaccreditata la somma sul conto corrente), nel secondo caso – per esempio devi aspettare il termine del periodo di vincolo, pena la perdita degli interessi. Per esempio, immaginiamo che tu abbia programmato l’acquisto di un’auto nuova tra 18 mesi e che abbia accantonato parte della soma necessaria. La cifra di cui disponi è, naturalmente, quanto hai accantonato fino a quel momento. Il periodo, invece, per cui puoi investire, è al massimo di 18 mesi. Si tratta quindi di scegliere il conto deposito che conviene di più.

 

 

QUALE CONTO DEPOSITO RENDE DI PIU’?

 

Il conto deposito che conviene di più non è necessariamente quello con il tasso di interesse più alto. Devi considerare anche i costi. Molti non hanno costi di apertura e chiusura del conto. Devi però tener conto delle tasse. Per esempio, il bollo. Come funziona il bollo sui conti deposito? Devi pagare lo 0,2% all’anno sull’importo che hai investito, a meno che la banca che presso cui hai aperto il conto se ne faccia carico e lo paghi al posto tuo. Ti aiutiamo noi a trovare facilmente il più adatto alle tue esigenze. Clicca qui per trovare quale conto deposito rende di più.

 

CONTO DEPOSITO: COME E DOVE APRIRLO

 

Nella maggior parte dei casi basta andare sul sito della banca che offre il conto deposito. Troverai una sezione del sito, o addirittura un sito a parte dedicato a questo prodotto. Per aprire un conto deposito  devi compilare i moduli del contratto e rispedirli firmati alla banca, spesso con una raccomandata. Tieni sotto mano un documento di identità.

 

CONTO DEPOSITO: COME CHIUDERLO

 

Chiudere il conto deposito è semplicissimo: basta inviare una raccomandata a/r alla banca specificando il codice Iban del conto deposito e i dati (nome e cognome degli intestatari). Fai attenzione, se il conto deposito è vincolato, tu devi aspettare la scadenza del vincolo. In caso contrario rischi invece di perdere gli interessi che hai maturato fino a quel momento, ammesso che tu possa chiuderlo prima della scadenza. Alcuni conti deposito vincolati non consentono lo svincolo anticipato. Nessun problema, invece, nel caso di conti deposito liberi: puoi svincolare in ogni momento. Vuoi sapere se il conto deposito che hai scelto ti permette di svincolare? Vedi qui.

 

 

condividi questo articolo