News

Sicurezza in internet, attenzione ai piu piccoli

11 febbraio 2009

11 febbraio 2009

La sicurezza è uno nodo spinoso della rete. I virus sono solo parte del problema: stiamo testando, come ogni anno, i pacchetti antivirus e firewall più diffusi sul mercato

(i risultati nel numero di aprile di Altroconsumo). Per i più piccoli vengono prima i rischi di essere adescati o maltrattati (bullismo digitale). Secondo uno studio dell'Ue, il 60% dei genitori in Europa è preoccupato che i propri bambini possano essere vittime di molestie online e il 54% teme che i piccoli possano essere esposti a casi di bullismo su internet.

Per mettere in guardia da questi rischi, la Commissione europea e la rete Insafe hanno lanciato una campagna di comunicazione in tutta Europa e un videoclip sul tema del cyber-bullismo.

Il 10 febbraio si è infatti celebrato per la sesta volta il "Safer Internet Day", l'iniziativa annuale che mira a promuovere un utilizzo sicuro della rete, delle tecnologie online e della telefonia mobile e a combattere comportamenti e contenuti illegali o dannosi. Sicuramente i programmi di protezione internet per bambini aiutano: alcuni sono risultati più validi di altri. Tuttavia il controllo diretto dei genitori resta la soluzione migliore.

Consigli per i genitori
  • Dato che non esiste il prodotto perfetto, l'ideale sarebbe non lasciare mai da soli i bambini mentre navigano. Assicuratevi che non accedano al computer quando non ci siete: impostatelo in modo che all'accensione venga richiesta una password.
  • Cercate di tenere il pc in una stanza comune, possibilmente con il monitor rivolto in una direzione che vi permetta di buttarci un occhio.
  • Potete in ogni caso fare ricorso a un sistema di protezione: se il bambino è piccolo sceglietene uno basato sulla lista bianca, che limita la navigazione ai siti indicati. E spendete del tempo nel sistemare/adattare questa lista. Di tanto in tanto controllate a posteriori quali siti sono stati visitati.


Stampa Invia