News

Adolescenti sempre piu sordi

01 novembre 2010

01 novembre 2010
Non è detto sia colpa proprio di lettori mp3 , cellulari e cuffiette, ma sta di fatto che gli adolescenti di oggi sono più sordi di quelli di vent’anni fa. È ciò che emerge da uno studio pubblicato sul giornale dell’American Medical Association (Jama), che mette a confronto i dati audiometrici di circa 3.000 adolescenti tra 12 e 19 anni degli anni 1988- 1994 con 1.800 coetanei degli anni 2005-06. A parità di caratteristiche demografiche e fattori di rischio per la sordità, nel gruppo degli adolescenti del 2005/2006 risulta un aumento del 31% dei problemi dell’udito di qualunque tipo (sordità unilaterale o bilaterale, bassa o alta frequenza, lieve o grave) rispetto agli adolescenti del ‘88/‘94. Una crescita visibile per ognuna delle tipologie di sordità e in particolar modo è sconcertante il dato dell’aumento della sordità di grado lieve: oggi, più 77%. I soggetti coinvolti nello studio sono stati anche intervistati, in modo da analizzare i dati sulla base della storia personale. Non sembrano però emergere differenze sulla base della presenza o meno di potenziali fattori di rischio per la perdita dell’udito, quali passate infezioni alle orecchie, uso di armi da fuoco ed esposizione ripetuta a rumore. È noto però che i ragazzi sottostimano la propria esposizione al rumore e gli eventuali sintomi della sovraesposizione a volumi eccessivi (come il noto fischio alle orecchie, e la perdita temporanea dell’udito causata da forti rumori). I ricercatori propendono per questa spiegazione dei risultati, ritenendo possibile che molti dei casi siano causati da rumore. Insomma, iPod e soci sono i primi indiziati.

Stampa Invia