News

Docking station alla prova

22 agosto 2013
docking station

22 agosto 2013

Per trasformare lo smartphone o il tablet in un mini hifi è sufficiente collegarlo a una docking station. Noi ne abbiamo testate 8: i risultati sono soddisfacenti. Nel complesso sono dispositivi semplici da utilizzare.

Le audio docking station non sostituiscono un buon impianto stereo. Sono dispositivi con meno pretese, da tenere in camera oppure in ufficio e che, all’occorrenza, possono essere usati anche come casse per pc. Ne abbiamo messo alla prova otto, valutandone la qualità dell'audio, la facilità di utilizzo, la sensibilità del Bluetooth e i consumi. Per scoprire quali sono le migliori, leggi l'articolo completo.

È compatibile con il dispositivo a cui si collega?

I prodotti testati sono principalmente concepiti per interfacciarsi con smartphone e tablet di casa Apple (iPhone, iPod e, in qualche caso, iPad), ma la metà può funzionare anche con altri dispositivi, attraverso la tecnologia Bluetooth. Un consiglio: prima di acquistare una audio docking station, verifica che sia compatibile con il dispositivo a cui intendete collegarla. Gli otto dispositivi che abbiamo testato occupano circa lo stesso spazio di una scatola da scarpe e includono anche gli altoparlanti. Proprio per questa loro compattezza, però, la separazione dei canali audio stereo è piuttosto limitata.

Il prezzo non è sinonimo di qualità

Non è sempre detto che la qualità delle audio docking station cresca all’aumentare del prezzo. Uno dei nostri due Migliori Acquisti, infatti, costa meno della metà di alcuni modelli in coda alla nostra classifica. Anche per lo stesso apparecchio, il prezzo può variare considerevolmente a seconda di dove si compra (o si ordina online).


Stampa Invia