News

Ebook il futuro del libro

01 gennaio 2009
Ebook il futuro del libro

01 gennaio 2009

In tutto il mondo sono presenti comunità di lettori che frequentano siti in cui si parla di letteratura, si vendono o si scambiano libri, i novelli autori possono stamparne uno proprio, gli studenti possono fare ricerche nelle biblioteche virtuali oppure scaricare volumi gratuiti, ma anche scrivere il proprio libro e condividerlo con gli internauti, magari aggiornandolo periodicamente.
Oppure leggere pagine digitali su appositi lettori elettronici. Un mondo fantastico? Non proprio. All'entusiasmo degli utenti fa da contrappeso una contraddizione del mercato. Gli ereader godono di un successo crescente, ma comprare un lettore di questo tipo mette di fronte a un panorama paradossale: i principali editori italiani non pubblicano libri in formato elettronico.

Lettori appetibili
Sul mercato si affacciano sempre più spesso gli apparecchi che permettono di leggere i libri digitali. Nel complesso gli apparecchi funzionano bene. Tra i diversi ereader, però, ci sono notevoli differenze. Alcuni sono modelli base, cioè sono poco più di uno schermo con un pulsante per andare avanti e indietro. Altri hanno funzionalità più avanzate: un collegamento wi-fi per scaricare libri direttamente da internet, la possibilità di prendere appunti, fare ricerche. Quello che accomuna tutti gli apparecchi, invece, è il design non particolarmente pregevole.

Molti i vantaggi
Anche se non conquista tutti, l'ebook offre indubbiamente qualche vantaggio. Il primo a essere risparmiato è l'ambiente: la pagina elettronica consente di ridurre i consumi di carta, considerando che l'80% dei libri pubblicati in Italia finisce al macero. Inoltre è innegabile anche la comodità per gli studenti, che in un prossimo futuro potrebbero alleggerire il carico degli zaini scolastici, eliminando finalmente i 10 kg di peso che ogni alunno deve trascinare in classe. Ma si aprirebbe anche un ampio scenario di possibilità dal punto di vista didattico: libri interattivi, multimediali, collegabili a internet o tra loro in rete. La letteratura in pixel potrebbe anche aprirsi al mercato dell'audiolibro e soddisfare il piacere della lettura nelle persone non vedenti.

Marche testate

  1. Amazon
  2. Apple
  3. Boken
  4. Irex
  5. Sony

Stampa Invia