News

Ereader e eBook meglio dei libri tradizionali

02 dicembre 2011
Ereader e eBook meglio dei libri tradizionali

02 dicembre 2011

Il mercato degli ebook sta crescendo senza sosta. Ma cosa pensano del proprio lettore (ereader) e dei libri elettronici chi già li utilizza? Lo abbiamo chiesto agli utenti dei cinque paesi del nostro gruppo. Ecco cosa è emerso.

Negli ultimi anni il mercato del libro ha subito profonde trasformazioni passando dalla lettura tradizionale del libro stampato a un sempre più frequente utilizzo di libri digitali. Nel 2011 gli ebook hanno rappresentato il 2,9% delle vendite di libri in tutto il mondo, ma si stima che entro il 2015 ci sarà una crescita esponenziale fino al 12,7%. Ecco perché abbiamo voluto vedere, con questa nostra indagine, lo stato dei lavori; ovvero abbiamo tentato di scoprire le ragioni che spingono la gente ad acquistare un ereader, quali marche e modelli rendono più soddisfatti gli utenti e in che modo si utilizzano questi strumenti. Abbiamo effettuato infine una ricognizione anche sul libro in formato digitale e sulla sua popolarità tra il nostro campione.

La nostra indagine: alcune curiosità.
Abbiamo inviato (per email e tramite newsletter) il nostro questionario  a un gruppo selezionato di fruitori di supporti digitali appartenenti ai 5 paesi del nostro gruppo (Belgio, Brasile, Italia, Portogallo e Spagna). La gran parte (il 71%) di chi ci ha risposto (in tutto 823 utenti, la maggior parte italiani) sono maschi e l'età media si aggira attorno ai 48 anni.
Tra coloro che hanno almeno un altro dispositivo (pc, notebook, smartphone o tablet) oltre a un ereader, metà preferisce usare solo il lettore di ebook per leggere libri elettronici o altri documenti in formato digitale. Più della metà (6  su 10) degli intervistati utilizza il suo dispositivo almeno una volta tutti i giorni: un terzo del campione lo usa persino più volte nel corso della giornata.
In Italia (così come in Spagna) preferiamo acquistare questo genere di dispositivi direttamente in negozio, a differenza di paesi come il Belgio, il Brasile e il Portogallo dove si preferisce l’acquisto online. La maggior parte degli ereader acquistati, comunque, sono dispositivi comprati di recente e il nostro campione ha speso in media 200 euro per dispositivo.
Acquisto
Come si vede dal grafico, la ragione principale che spinge ad acquistare un ereader è la praticità del supporto rispetto al libro tradizionale: il 73 % degli intervistati ha dichiarato di aver scelto di acquistare un ereader  per motivi pratici (pensando quindi, ad esempio, di mettere in soffitta scaffali e volumi).  Tra le altre ragioni c’è la curiosità (8%), il volersi tenere al passo con la tecnologia (5%), il divertimento (3%) e il lavoro (3%). Dall’analisi emerge anche che il supporto non sembra essere adatto, almeno per il momento,  ai bambini.
 
Quale ereader scegliere?
Chi desidera acquistare un ereader può disporre di un’ampia scelta di modelli che vengono prodotti principalmente negli Stati Uniti in Spagna e in Giappone ma anche in Cina, Taiwan, Francia e Brasile. Se in tutti i paesi dell’inchiesta il modello più diffuso è l’Amazon Kindle 2 (quasi il 15% degli intervistati ce l’ha), seguito a ruota dal modello precedente (l’11% ha infatti ancora il primo Kindle), in Italia le cose cambiano. Sony la fa da padrone: più del 14% degli intervistati ha la versione Touch del Sony Reader, e quasi il 10% la versione normale. Il Kindle è solo quarto e il Kindle 2 addirittura quinto, dietro persino all’Asus eReader.
Diffusione
I vantaggi dell’e-reader.
La cosa che influenza maggiormente la soddisfazione degli intervistati è la leggibilità del testo.  Seguono, nell’ordine, il funzionamento tecnico, la versatilità nella lettura di diversi file eBook, la visibilità dello schermo, la solidità, l'interattività del testo, la capacità di memoria, la versatilità nella lettura di altri tipi di file e la dimensione. Il Kindle, nelle sue tre versioni, è l’ereader che ottiene il maggior livello di soddisfazione tra i propri utenti, così come il dispositivo più diffuso in italia (il Sony Reader Touch Edition) e il PoketBook 603.
Soddisfazione
Libri elettronici: due parole sugli eBook.
Anche se dall’analoga indagine di due anni fa erano molti di più, il 12% degli intervistati ha comunque dichiarato di non aver acquistato o scaricato ebook e documenti  nel corso degli ultimi tre mesi. Il 79% ha acquistato o scaricato, nello stesso periodo, almeno un ebook nella propria madrelingua.
Tra ebook nella propria lingua e quelli in lingua inglese ogni intervistato ha acquistato e scaricato una media di circa 21 titoli negli ultimi tre mesi; l’importo medio pagato va dai 12 euro in Spagna fino a quasi  50 euro in Belgio (passando dai 44 euro dell’Italia). Il sito più popolare per il download degli ebook è Amazon.com  mentre il download peer to peer viene effettuato da circa un quarto dei lettori di ebook. Tra gli argomenti più comunemente scaricati (anche in Italia) prevalgono la letteratura contemporanea e classica.

Stampa Invia