News

Wii U: la nuova console è all’altezza della concorrenza

15 dicembre 2012
Wii U: la nuova console è all’altezza della concorrenza

15 dicembre 2012

Abbiamo testato la nuova Wii U, l’ultima arrivata tra le console casalinghe della Nintendo. Nonostante il prezzo, si tratta di una buona alternativa ai dispositivi di Sony e Microsoft, anche se non mancano i difetti.

La nuova console alla prova

Dopo sei anni dall’arrivo sul mercato della Wii, Nintendo ha finalmente messo sul mercato la sua nuova versione della fortunata console. Ma la Wii U non è solo un semplice restyle della vecchia console; acquistandola, di fatto, ci si trova di fronte a due dispositivi: la console vera e propria e quello che Nintendo ha chiamato (senza troppa fantasia, per la verità) GamePad.

Le novità
Se la console vera e propria non è altro che uno scatolotto poco più grande di un libro, con la consueta apertura per l’inserimento dei dischi dei giochi, le maggiori novità riguardano il GamePad. Si tratta di un controller che però è a tutti gli effetti una vera e propria tavoletta con tanto di touchscreen, fotocamera e sensori di movimento. Beninteso che anche su questa nuova console si possono continuare a utilizzare i vecchi “Wiimote” (i controller senza fili che hanno reso celebre la Wii), ma il GamePad ha una certa affinità con tablet e smartphone e soprattutto risulta piuttosto familiare a chi già utilizza altre console più piccole e portatili come la Nintendo Ds o la nuova PlayStation Vita.

Come è fatto il GamePad
Il GamePad è organizzato come una grossa console portatile. Ai lati dello schermo touchscreen  resistivo da 6 pollici (con risoluzione di 854x480 pixel in formato 16:9), ci sono i tradizionali controlli da console e, più in alto due joystick analogici, molto simili a quelli della PSVita. Completano il quadro una fotocamera frontale e due coppie di pulsanti sul dorso. Il GamePad comprende sensori di movimento, in modo che possano essere inviati alla console segnali aggiuntivi inclinando il dispositivo in tutte le direzioni. Il GamePad ha il set completo di pulsanti e joystick che ci si aspetta da qualsiasi console moderna, tuttavia le sue dimensioni e la forma lo rendono probabilmente poco confortevole soprattutto con i giochi d’azione o se usato per lunghe sessioni di gioco. Un altro difetto è certamente la durata della sua batteria: in base all’utilizzo può durare soltanto dalle 2 alle 4 ore, dopodiché occorre collegarlo via cavo usb alla console per doverlo ricaricare.



Stampa Invia