News

Acquisti online occhio ai trabocchetti

17 settembre 2009

17 settembre 2009

Un'indagine europea ha evidenziato numerose irregolarità nei siti che vendono via web prodotti elettronici.

I pericoli dell'e-commerce
Singoli utenti e associazioni di consumatori hanno più volte segnalato a Bruxelles alcuni pericoli dell'e-commerce del settore elettronici. Coordinati dalla Commissione europea, la scorsa primavera sono stati controllati 369 siti web che vendono prodotti elettronici in 28 Paesi, per verificarne la correttezza. I primi sintetici risultati sono preoccupanti: oltre la metà dei siti web indagati presentava irregolarità.

Siti irregolari
Quali? Il 66% risultava scorretto per quanto riguarda le informazioni sui diritti dei consumatori, in particolare sul diritto di recesso e sulla garanzia. In un terzo dei siti messi sotto accusa erano del tutto assenti o incompleti i riferimenti per contattare il venditore. Infine, nel 45% risultavano fuorvianti o difficili da trovare gli elementi per determinare il costo dell'acquisto. I risultati dettagliati su scala europea di questa iniziativa di repressione della frode saranno presentati a metà del 2010.

Ai controlli iniziali condotti dalle autorità nazionali, farà ora seguito una fase di repressione, durante la quale le autorità nazionali interverranno per sollecitate i siti a correggere gli errori o a chiarire la loro posizione.


Stampa Invia