News

Buzz, la posta di Google diventa social

18 febbraio 2010
posta google

18 febbraio 2010

È stato lanciato solo qualche giorni fa, ma in rete sta generando molto rumore (non a caso in inglese buzz significa proprio brusio, cicalio, chiacchiericcio...). Si tratta di Buzz, il nuovo approccio di Google ai social network, disponibile solo per chi ha un account Gmail.

È stato lanciato solo qualche giorni fa, ma in rete sta generando molto rumore (non a caso in inglese buzz significa proprio brusio, cicalio, chiacchiericcio...). Si tratta di Buzz, il nuovo approccio di Google ai social network, disponibile solo per chi ha un account Gmail.

Cos'è Buzz
Per chi conosce Friendfeed la spiegazione è molto rapida: Buzz è una sorta di Friendfeed gestito da Google. Ma poiché non tutti lo conoscono (a proposito: è un social network su cui abbiamo anche una nostra pagina, venite a trovarci: www.friendfeed.com/altroconsumo), qualche spiegazione è d'obbligo. Si tratta di uno strumento che consente principalmente due attività:

  • aggregare in un unico luogo le molteplici attività di "pubblicazione" che una persona svolge su internet. Si può quindi impostare Buzz in modo che vi confluiscano i brevi messaggi che scrivete su Twitter, i testi più lunghi che scrivete nel vostro blog, le foto che pubblicate su Flickr o Picasa, i video che preferite su Youtube etc.
  • scrivere nuovi messaggi direttamente tramite Buzz.
Oltre che scrivere, ovviamente, è anche possibile leggere i buzz altrui.

Chi è il vostro pubblico?
I vostri "buzz" potranno essere letti dai vostri follower, ovvero le persone che decideranno di seguirvi. Queste possono essere sia vostri conoscenti sia perfetti sconosciuti. Come avviene per Twitter, per seguire qualcuno non bisogna chiedergli alcuna autorizzazione, basta individuarlo (per esempio, perché ha commentato in maniera arguta il messaggio di un vostro amico), cliccare sul suo nome e poi sull'apposito pulsante "Segui gli aggiornamenti di...". Se per qualche motivo uno di dei vostri follower non vi piace, è possibile bloccarlo.

È importante notare che, per impostazione predefinita, tutti i buzz sono pubblici.Questo significa che effettuando una "Ricerca buzz" (nella schermata principale di Buzz c'è il pulsante apposta) chiunque potrà trovare i messaggi che avete pubblicato. Tenetelo bene a mente quando scrivete.

Illustration1

Cliccando sull'apposito pulsante al di sotto dello spazio in cui si scrive, comunque, è possibile impostare la privacy di ogni nuovo buzz; scegliendo "Privato" compare una nuova ulteriore opzione che permette di selezionare a quali persone o gruppi ristretti limitare la visualizzazione del proprio messaggio.

Buzz sui cellulari
L'aspetto che ci sembra più innovativo di Buzz è l'uso da cellulare. Collegandosi a buzz.google.com da un iPhone o da un telefonino con sistema operativo Android, si visualizzerà una speciale versione di Buzz; in aggiunta alle funzionalità normalmente presenti nella versione per Pc, ne compaiono alcune che si focalizzano sulla posizione geografica del "buzzatore". Quando si scrive un nuovo messaggio è possibile scegliere di collegarlo alla propria posizione, ed è possibile visualizzare tutti i buzz che sono stati scritti di recente provenienti da una certa zona.

Illustration2

Come si attiva e disattiva
Chi non lo ha ancora attivato, la prima volta che si collega a Gmail vedrà apparire l'invito a provare Buzz.

Illustration3

Cliccando su "Fantastico! Prova Buzz", noterete che al vostro consueto menu di Gmail si sarà aggiunta la voce Buzz, subito sotto a Posta in Arrivo.

Appena lo inizierete a usare, noterete che i buzz cui partecipate attivamente non si limitano ad apparire nell'apposito spazio, ma confluiscono anche nella casella "Posta in arrivo". Se siete tra chi è infastidito da questo andazzo (e pare che siano in molti), avete due possibili soluzioni:

  • disabilitare una singola discussione che si è fatta molto caotica, cliccando su"Commento" (in alto a destra nella finestra del messaggio) e scegliendo "Disattiva questo post".
  • impostare un filtro in Gmail che esclude i buzz: cliccate su "Crea un filtro", nella sezione "Contiene le parole" scrivete "label:buzz", cliccate su "Passaggio successivo", ignorate il messaggio di avviso cliccando su Ok, e infine selezionate la casella "Ignora Posta in arrivo (archivia)" e cliccate su Crea filtro.

Se proprio Buzz non vi piace affatto e lo volete disabilitare completamente, basta cliccare sul link "Disattiva buzz", proprio in fondo alla schermata di Gmail.

E la privacy?
In realtà Buzz sembra essere partito con il piede sbagliato almeno per quanto riguarda la sua invasività sotto l'aspetto privacy, con attivazioni automatiche e scarsa chiarezza comunicativa. Questo ha dato luogo a molte critiche da parte degli utenti e sta rischiando di fare perdere la fiducia in Google. Ora sono in corso modifiche sulle varie funzionalità di Buzz.


Stampa Invia