News

Agcom multa Tim, Vodafone e Wind-Tre e conferma il no alle modifiche selvagge ai contratti

Dopo il Consiglio di Stato anche l'Agcom dice stop alle modifiche senza limiti da parte degli operatori ai contratti di telefonia. Tim, Vodafone e Wind-Tre sono infatti state multate per aver imposto unilateralmente un aggravio di costi al traffico reso disponibile in caso di credito esaurito.

23 gennaio 2020
ricariche

Gli operatori telefonici sono obbligati a bloccare il traffico in uscita se sulla carta prepagata non c’è credito sufficiente per rinnovare l’offerta (a meno di un’esplicita richiesta in tal senso da parte dell’utente). In pratica, non possono continuare a rendere disponibile il traffico (voce, dati, sms) facendoti pagare per questo costi aggiuntivi che saranno poi detratti dalla successiva ricarica. E invece è quello che è accaduto ai clienti di Tim, Vodafone e Wind-Tre che - esaurito il credito - non avevano fatto la ricarica in tempo utile per il rinnovo dell’offerta. Per giustificare questo “balzello” sulla ricarica in ritardo, i tre operatori avevano provveduto a modificare unilateralmente il contratto. Cosa possibile su tanti punti (purché si garantisca al cliente il diritto di recesso dal contratto senza costi) ma non su questo, come evidenziato nelle delibere dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom).

Comportamento in contrasto con la normativa

L’Agcom ha infatti ritenuto questo comportamento in contrasto con la normativa vigente, dal momento che «gli operatori non si sono limitati a modificare le originarie condizioni del contratto prepagato sottoscritto, ma vi hanno inserito un quid novi (qualcosa di nuovo, ndr) che, in quanto tale, doveva essere accettato dagli utenti». Per questa violazione i tre operatori sono stati sanzionati per oltre due milioni di euro (696 mila euro ciascuno). Nelle sue delibere, l’Autorità si rifà a quanto affermato in una recente sentenza (n. 8024/2019) del Consiglio di Stato, che riconosce alcuni limiti alla facoltà delle aziende di modificare unilateralmente i contratti. In sostanza, le modifiche devono limitarsi soltanto alle condizioni già contemplate nel preesistente contratto e non possono essere tali da stabilire nuove condizioni che invece giustificherebbero la sottoscrizione di un nuovo contratto.

User name

Commenta il post

Condividi la tua opinione o fai la tua domanda nel gruppo Contratti della comunità Internet e telefono!

Per commentare i post della community devi essere registrato al nostro sito.

Registrati                fai la login

 6 Risposte

User name
SILVANA SALVI
24/01/2020

il problema è che le multe sono inferiori al guadagno delle aziende, quindi non smetteranno mai, e chi ci rimette saremo sempre noi

User name
MICHELE BARBIERO
30/01/2020

e ci risiamo, fresco fresco oggi arrivato un sms sul mio numero tim con solo piano base che uso per un allarme. Questo sms dice che se non ho offerte attive per minuti o giga pagherò 1,99 euro al mese. Mi sto sforzando a capire quale sia la differenza tra avere offerte o no se in ogni caso pago. Ormai fanno quello che vogliono, nessuno vigila o controlla il povero consumatore perchè la scampano sempre con la frasetta "se non ti sta bene puoi andartene". Troppo troppo facile così.

User name
MAURIZIO GORO
01/02/2020

Come richiedere il rimborso

User name
FABRIZIO CARENZI
07/02/2020

Dopo essere tornato in Vodafone da Iliad, ecco che mi riaddebitano l'inutile e mai richiesto servizio "rete sicura", a 1,49 euro al mese. Ovviamente dall'App non si può disabilitare (sarebbe troppo comodo per il consumatore) e dal sito non riesco per un fantomatico "Errore durante l'esecuzione". Voglio farlo con un operatore? 3 €. Non male.

User name
PAOLO DEL NEGRO
15/02/2020

Io me ne sono scampato da vodafone ADSL dati perchè ero stufo del continuo tira e molla: aumentavano i costi mensili aggiungendo qualche voce non richiesta o facendomi recapitare a casa la nuova vodafone station (dall'operatore dichiarata GRATUITA e poi invece scopro di pagarla un po' al mese). Lotta durata 8 mesi per recedere senza pagare penali dopo l'ennesima modifica unil.contratto, anche tramite il legale Altroconsumo. Volevo portarli in causa, pronto ad andare anche in Tribunale, noncurante magari di perder tempo e denaro coi viaggi, tanto che ero convinto di vincere perchè in anni mi ero appuntato tutte le loro bassezze, anche i codici dei singoli operatori telefonici con cui parlavo e le bugie che mi raccontavano...
Poi allo stremo delle energie psichiche che mi ha procurato seguire questa lotta (considerando che oltretutto lavoro, ho famiglia, figli piccoli da crescere....) ho deciso di accontentarmi di quanto ottenuto con l'avvocato Altroconsumo ovvero il minimo del minimo, cioè aver visti almeno rispettati i miei sacrosanti diritti. Ma tutti sti mesi di fegato gonfio di arrabbiature e le bugie ricevute ritengo che meritassero un risarcimento sdeguato.
Credetemi alla larga da Vodafone!

User name
ANTONIO SALERNI
15/02/2020

Alla larga da vodafon!!!!