News

Chatroulette.com videochattare col caso

01 luglio 2010

01 luglio 2010
Per gli affezionati è diventata l’ultima moda in materia di social network, per i detrattori è un palcoscenico potenzialmente aperto ai peggiori esibizionisti. Stiamo parlando di chatroulette, sito che funziona come una classica chat room, dove due utenti possono comunicare, vedendosi attraverso una webcam. La particolarità è che gli abbinamenti tra gli interlocutori vengono scelti casualmente dal motore del sito. In pratica, non è possibile prevedere chi si troverà dall’altra parte dello schermo. Se uno dei due interlocutori non gradisce l’altro, in qualsiasi momento può interrompere la comunicazione. Il sito provvederà, sempre casualmente, a formare nuove accoppiate. C’è anche la possibilità di segnalare comportamenti ritenuti offensivi: se questi si ripetono, il “colpevole” viene temporaneamente estromesso dal sito. Da qui l’origine del nome Chatroulette, che richiama la roulette russa: gli abbinamenti sono casuali e si rischia l’eliminazione dal gioco. Nato alla fine del 2009, nei soli Stati Uniti questo particolare social network raccoglie circa 1 milione di utenti.
Data la natura del servizio e la sua totale accessibilità a chiunque voglia provarlo, il sito, oltre naturalmente a persone che vogliono ampliare la propria rete di contatti e amicizie, è frequentato anche da personaggi che approfittano dell’anonimità della rete per fare scherzi più o meno di cattivo gusto. Il rischio è di trasformare la webcam di Chatroulette in un canale improprio per oscenità di varia natura, potenzialmente dannose soprattutto per i navigatori più giovani. Proprio per questo fatto, il sito ha scatenato un gran numero di polemiche.

Stampa Invia