News

Liberta in rete Myanmar peggior Paese per i blogger

01 luglio 2009

01 luglio 2009
La lista nera dei Paesi che negano o limitano fortemente la libertà in rete. L'organizzazione americana Committee to protect journalists (Cpj), che difende i diritti dei giornalisti nel mondo, ha diffuso l'elenco dei dieci peggiori Paesi per i blogger. Tra i criteri per stilare questa classifica, c'è l'utilizzo di tecnologie da parte dell'autorità statale per il controllo della rete e la repressione della libera espressione su internet. Il Cpj ha reso noto che nel 2008, per la prima volta, il numero di blogger e giornalisti online imprigionati ha superato quello dei reporter di carta stampata e tv.
Maglia nera per la libertà in rete è Myanmar (la ex Birmania), seguito da Iran, Siria, Cuba, Arabia Saudita, Vietnam, Tunisia, Cina, Turkmenistan ed Egitto. Tutti questi Paesi sono contrassegnati da un elevato livello di censura degli spazi informativi su internet e chi si azzarda a esprimere in rete pareri non in linea con la politica governativa viene spesso condannato al carcere.

Stampa Invia