News

Maxthon il browser cinese non convince

30 dicembre 2009

30 dicembre 2009

Anche nell'informatica, tradizionale terreno di conquista europeo e soprattutto americano, iniziano ad arrivare prodotti dalla Cina. Abbiamo testato il browser Maxthon: interessante, ma non consigliabile agli utenti comuni.

E' sicuramente un segno dei tempi:

Il confronto con Explorer, Firefox e altri
Abbiamo testato Maxthon secondo le stesse modalità usate per il test comparativo recentemente pubblicato su Hi_Test (guarda tra gli argomenti correlati) , così da poter confrontare questo nuovo arrivo con internet Explorer, Firefox e gli altri nomi noti (vedi tabella tra le risorse ).

Maxthon è Innovativo
Maxthon presenta alcune funzionalità senza dubbio interessanti. È ricco di funzioni innovative:

  • chi è solito navigare tenendo molte schede aperte, può avere un grande controllo su quanto avviene in ciascuna di esse: si può regolare il volume di ciascuna scheda separatamente, così come gli altri elementi della pagina (immagini, script, flash...);
  • gli utenti esperti apprezzeranno anche la possibilità di personalizzare le scorciatoie da tastiera e anche le cosiddette "mouse gestures" (movimenti del mouse che è possibile collegare ad alcune azioni come "torna indietro", "salva"…);
  • interessanti anche le funzioni per prendere appunti al volo, il Super Drag & Drop (che amplia il numero di azioni eseguibili trascinando oggetti come link e parole evidenziate), l'elenco degli "undo" per tornare sui propri passi in caso di errore e altre ancora.

L'altro lato della medaglia
Cos'è che non ci convince, allora? Tre punti:

  • la compatibilità con gli standard web è ancora bassa: il rischio è di non riuscire a visualizzare al meglio alcuni siti internet;
  • su computer nuovi e potenti funziona senza problemi, ma per computer più meno evoluti risulta un po' pesante;
  • l'adattamento alla lingua italiana del browser è buono (c'è anche il correttore ortografico), ma nei servizi mirati alla comunità il cinese resta la lingua principale: per esempio, i componenti aggiuntivi sono numerosi, ma per molti di essi è disponibile solo una descrizione in cinese. Stessa cosa per i forum per l'aiuto online.

Nel complesso, un buon browser che può intrigare gli utenti più esperti e interessati alle novità, ma che non suggeriamo agli utenti comuni, ai quali continuiamo a consigliare Firefox.


Stampa Invia