News

Museruola alla rete spunta il disegno di legge Carlucci Firma la petizione sul copyright

17 febbraio 2009

17 febbraio 2009

Dopo la proposta di legge sulla pirateria digitale e l'approvazione al Senato di un emendamento ecco spuntare alla Camera il disegno di legge 2195 volto ad assicurare la tutela della legalità in internet e a delegare al Governo l'istituzione di un fatidico Comitato per la tutela della legalità in Rete.

Dopo la proposta di legge sulla pirateria digitale e l'approvazione al Senato di un emendamento che in sostanza introduce una sorta di filtraggio/censura dei contenuti pubblicati in rete e attribuisce agli intermediari la responsabilità di quel che viene pubblicato, ecco spuntare alla Camera il disegno di legge 2195 (presentato da Gabriella Carlucci) volto ad assicurare la tutela della legalità in internet e a delegare al Governo l'istituzione di un fatidico Comitato per la tutela della legalità in Rete. Tutti questi provvedimenti concorrono a determinare una situazione in cui viene colpevolizzata la rete in quanto tale e a limitare la libera circolazione delle informazioni attraverso internet. Siamo contrari a questo approccio: rendendo responsabili gli intermediari si andrebbero a mettere a rischio gli aspetti positivi in termini di libertà di espressione, democrazia ed efficienza del mercato che la Rete ha significato sinora.

Sia ben chiaro, in Rete i cittadini devono avere gli stessi doveri previsti nel mondo reale, la legge deve essere rispettata, chi compie atti illeciti deve essere sanzionato. Perché questo sia possibile però non serve uccidere la Rete, bisogna invece al più presto adottare in Italia una norma sull'anonimato protetto che consentirebbe di colpire e sanzionare tutti coloro che commettono illeciti sanzionabili civilmente e penalmente. Senza per questo tornare al medioevo della comunicazione.


Stampa Invia