News

Router wifi

01 luglio 2009

01 luglio 2009

I router wi-fi permettono di collegare, senza fili, i computer di casa. Possono essere con o senza modem adsl integrato. I primi vanno bene per chi vuole avere un solo apparecchio, i secondi per chi ha già un modem esterno e vuole continuare a usare quello.

Sicurezza dei router
Nel complesso, lasciano a desiderare le misure di sicurezza reimpostate dei router. Per difendere la propria rete, serve un robusto algoritmo di protezione (wpa) e una password il più possibile ricca di numeri e lettere. Poi bisognerebbe chiudere l'accesso al pannello di configurazione del router, per evitare che qualcuno lo possa riconfigurare a suo piacimento.

Un ultimo trucco è dare un nuovo nome alla rete. Normalmente ha un nome standard (chiamato ssid, service set identifier) e corrispondente alla marca del router. Questo nome viene "sparato" nell'etere a intervalli regolari dal congegno per permettere l'identificazione della rete. Se però ci sono più router della stessa marca, le reti rischiano di confondersi l'una con l'altra. Meglio perciò trovare una denominazione di fantasia, per identificare univocamente la propria rete domestica.

Installazione del router
Un'altra magagna riguarda la configurazione, preceduta dal collegamento, tramite cavo ethernet, del router al pc. Di solito c'è un programma di installazione che aiuta nell'impresa, ma in ogni caso ci sono alcuni dati che bisogna inserire manualmente. L'impressione è che l'operazione sia pensata più per abili gestori di rete che per utenti inesperti. La difficoltà aumenta se il router ha il modem adsl, perché bisogna configurare anche la connessione adsl di quest'ultimo. E spesso non si sa dove trovare i parametri di configurazione richiesti, per cui è necessario ricorrere all'aiuto della società telefonica alla quale si è abbonati. La cosa può diventare un vero e proprio incubo se la rete contiene più di un router.

Generalmente tutta la programmazione si basa sul fatto che ce ne sia solo uno e così riuscire a integrarlo in un network più complesso è difficile. Questo soprattutto se c'è una funzione chiamata nat (network address translation), che permette al router di assegnare indirizzi di collegamento (ip) casuali ai vari computer che si collegano alla rete.

Le marche del test
  1. Apple
  2. Asus
  3. Belkin
  4. D-Link
  5. Hamlet
  6. Linksys
  7. Netgear
  8. Sitecom

Stampa Invia