News

Telecom, Cubovision migliorabile

01 marzo 2010
Telecom, Cubovision migliorabile

01 marzo 2010

Lanciato come l'innovativo apparecchio che porta internet in televisione, Telecom Cubovision (199 euro) ha buone potenzialità e anche ampi margini di miglioramento. Perché testarlo a spese degli utenti?

Internet in tv
È stato presentato come l'apparecchio che sposa internet alla tv: Cubovision è un dispositivo che permette di vedere sul televisore video presenti o acquistabili su internet.
Si possono guardare canali come YouTube, news, meteo, oroscopo... e si possono vedere film a pagamento, anche in alta definizione. Perché l'apparecchio faccia il suo dovere, è quindi indispensabile avere un collegamento adsl, in teoria non necessariamente targato Telecom. Cubovision, inoltre, può essere utilizzato come decoder digitale terrestre; la presenza di connessioni usb e per schede di memoria SD permette di visualizzare file, video musicali e foto presenti su relativi supporti e memorizzarli nell'hard disk interno (da 500 GByte). Dispone inoltre di sistema Bluetooth e può essere usato con connessione wifi.

Prime versioni incomplete
Telecom ha lanciato Cubovision a gennaio, in una versione incompleta, tant'è che nel corso di ripetute prove che abbiamo fatto - aggiornandolo con l'apposito menu - i risultati continuavano a migliorare. In pratica, i primi modelli messi in commercio erano versioni "Beta", ossia in fase di test. I primi acquirenti si sono trovati a fare le cavie loro malgrado. Emblematico il fatto che, da qualche giorno, sul sito del CuboVision sia apparsa l'indicazione che il prodotto sarà commercializzato ad aprile: si sono presi altri due mesi per apportare le necessarie correzioni al prodotto prima di venderlo su larga scala.

La prima volta che abbiamo provato il prodotto, quindi nella versione iniziale, abbiamo riscontrato problemi in ogni sua funzionalità:

  • la connessione wi-fi non funzionava;
  • il bluetooth non era presente;
  • il passaggio da un canale del digitale terrestre ad un altro richiedeva un'attesa di qualche secondo;
  • alcuni formati video di file non venivano riconosciuti;
  • ogni volta che si faceva un aggiornamento era necessario reimpostare tutti i dati personali.

Ora questi problemi sono stati risolti. È auspicabile che al momento del lancio massiccio (ad aprile), anche le rimanenti pecche vengano risolte.

Molte le funzioni
In generale, le funzionalità dell'apparecchio sono molte e nel complesso soddisfacenti. Ci sono alcuni aspetti da migliorare. Per esempio, è zoppicante la funzionalità che riguarda i film a pagamento (nessuno è gratuito, neanche quelli vecchissimi): non essendo attivo l'acquisto con carta di credito (prova fatta a inizio febbraio), di fatto solo gli utenti adsl Telecom possono comprare i film, con addebito in bolletta.

Un'altra lacuna è data dal fatto che non si può andare avanti o indietro tra le scene dei film: ogni volta che si interrompe la visione bisogna ricominciare dall'inizio. Questo problema non si pone per i contenuti web (YouTube) ed è probabile che entro aprile venga risolto anche per i film a pagamento.

Spesso Cubovision si blocca e per farlo ripartire bisogna spegnerlo e riaccenderlo.

Nel complesso l'apparecchio promette bene. Prima di acquistarlo, però, è meglio attendere che Telecom gli faccia finire il rodaggio.


Stampa Invia