Speciali

Groupon: il mercato dei coupon salute

05 febbraio 2014

05 febbraio 2014

Con Groupon e altri siti di social shopping puoi fare visite mediche o esami diagnostici a prezzi superscontati. Il pericolo? Esagerare con accertamenti inutili.

Una controllatina al cuore, con tanto di Ecg ed ecodoppler? Finora non ci avevi mai pensato, ma l’offerta che ti arriva nella casella di posta elettronica è troppo allettante per lasciartela sfuggire. Vivi in una città inquinata e vuoi sapere come stanno i tuoi polmoni? Con un clic, e senza neanche passare dal tuo medico di fiducia, ti togli lo sfizio di una visita pneumologica completa. Il tutto spendendo cifre che si avvicinano al ticket del sistema sanitario. È la nuova frontiera delle proposte low cost dei siti di social shopping: tra serate al ristorante, massaggi e offerte di week end fuori porta, fioccano anche gli annunci in camice bianco. Una manna per i consumatori? Dipende.

Quali rischi?
Per rispondere a questa domanda abbiamo raccolto 130 segnalazioni di soci e siamo anche andati di persona, acquistando 15 coupon di offerte di prestazioni di tipo medico su Groupon, Groupalia, Poinx e Letsbonus, in ambulatori di quattro città: Milano, Roma, Bari e Palermo. Il rischio di incappare in qualche problema, come la scarsa accuratezza della visita (cosa, per la verità, che può accadere anche nel servizio pubblico o tra le mura del più rinomato specialista) o l’ambiguità della reale consistenza dell’offerta, esiste. Ma le perplessità maggiori stanno nel fatto che si rischia di essere spinti ad acquistare, come una qualsiasi altra “merce”, visite ed esami di cui non abbiamo affatto bisogno. E che ciò ci faccia entrare in una spirale di accertamenti e approfondimenti che alla fine sono ininfluenti sulla qualità della nostra salute e sulla nostra aspettativa di vita. O che addirittura la peggiorino, contribuendo ad aumentare il nostro stress.

Stampa Invia