Consigli

Ritocco in rete: facile con Picnik, ma col pc giusto

01 settembre 2010

01 settembre 2010

Fixpicture.org, Pixer.us e Picnik.com danno la possibilità di lavorare sulle foto direttamente online e poi scaricarle sul computer. Li abbiamo sottoposti alle stesse prove dei programmi scaricabili gratis o a pagamento del nostro test.

Non perdete tempo con Fixpictures e Pixer.us, sono inutilizzabili. Il primo non è in grado di caricare foto ad alta definizione (sopra i 2 megapixel) in un tempo accettabile (le fotocamere in vendita producono immagini che vanno oltre gli 8 megapixel). Il secondo, invece, non consente lo zoom dell’immagine da ritoccare. Per esempio, se la foto è più grande della finestra scompaiono gli strumenti per l’editing e non si può ritoccare.
Picnik: ottima condivisione
L’incredibile inutilità di queste due applicazioni web fa risaltare ancora di più il programma online di Google, Picnik.com, che per un uso non professionale e se si ha una connessione internet veloce e un computer potente è la migliore soluzione in rete. Il suo punto di forza è la facilità d’uso: ha un’interfaccia intuitiva, gradevole e in italiano. Ottimo per chi vuole condividere le foto sui più popolari social network (Facebook, Flikr, MySpace, Twitter, Picasa Web Album e Photobucket) e consente anche di pescare le immagini da questi siti. Può essere un’utile estensione dei migliori software di fotoritocco del nostro test, che non brillano su questo fronte. Anche se i limiti non mancano: Picnik non va oltre le funzioni di editing base (consente di fare calendari, cartoline, biglietti di auguri... solo a pagamento) e permette di caricare solo cinque foto alla volta.

Stampa Invia