News

Le fotocamere che "resistono"

24 dicembre 2013

24 dicembre 2013

Sono dispositivi piuttosto fragili, che tendiamo a utilizzare dimenticandoci che un colpo o una caduta accidentali potrebbero renderli inutilizzabili. Così abbiamo decido di testare le fotocamere anfibie e antiurto per verificare se sono davvero più resistenti di quelle tradizionali.

Sono prodotti espressamente pensati per resistere meglio a urti e cadute, utilizzabili anche in acqua. Le 13 macchine fotografiche che abbiamo sottoposto ai nostri test sono racchiuse in involucri particolarmente robusti e sono garantite impermeabili entro certi limiti. La robustezza, però, si paga: a parità di qualità, infatti, il costo è maggiore. Ciò non toglie che i prodotti migliori del nostro test garantiscano qualità migliori di uno smartphone.

Le prove di caduta

Una banale caduta da una tasca o da una borsa potrebbe avere conseguenze serie per una fotocamera. Il pericolo maggiore è che si verifichino problemi a una lente interna all'obiettivo, che finirebbe per compromettere la capacità di riprendere immagini nitide. Nelle nostre prove, perciò, abbiamo simulato una situazione reale: le fotocamere sono state fatte cadere da un metro di altezza su alcune lastre di cemento. Il test è stato ripetuto tre volte, con la fotocamera orientata in tre modi diversi e, naturalmente, accesa. Anche se alcuni produttori sconsigliano espressamente di tiffarsi con la fotocamera, noi abbiamo voluto testare questa opzione: abbiamo fatto cadere le macchine accese da un metro di altezza dentro un contenitore pieno d'acqua. Non abbiamo riscontrato problemi.


Stampa Invia