News

Kit reflex digitali

01 giugno 2010

01 giugno 2010

Le macchine fotografiche reflex sono dotate del cosiddetto mirino prismatico: un sistema di specchi e prismi riflette l'immagine catturata, così che attraverso il mirino si possa vedere esattamente la stessa scena che verrà impressa dal sensore (nel caso degli apparecchi digitali) o sulla pellicola.

Reflex vs compatte
Rispetto alle compatte, le reflex dispongono di una messa a fuoco più rapida (un vantaggio quando si fotografano soggetti in movimento) e di una profondità di campo più ridotta (il soggetto risalta meglio su uno sfondo sfocato). Offrono anche una migliore qualità di foto in condizioni di scarsa luminosità.

Un'altra caratteristica delle macchine fotografiche reflex è la possibilità di montare una vasta gamma di obiettivi, adatta alle esigenze più disparate (zoom grandangolari, macro...).

Reflex più precise (e ingombranti)
Lo dice il nome stesso: le macchine fotografiche compatte sono poco ingombranti. Leggere e piuttosto semplici da usare, offrono una buona qualità a costi contenuti. Insomma, sono le classiche macchine alla portata di tutti. Rispetto alle reflex, non danno la possibilità di cambiare obiettivi e dispongono di uno zoom ottico limitato (mediamente 3x).

Oltre alla modalità in automatico, offrono la possibilità di scattare fotografie anche manualmente, ma la regolazione della messa a punto è più limitata rispetto alle reflex.
La scena che verrà impressa dal sensore viene vista attraverso un mirino o, più spesso, su uno schermo lcd. Il mirino non è però preciso come quello delle reflex: il rischio è quello di scattare una foto i cui margini non sono gli stessi che si sono visti inquadrati al momento dello scatto.

Kit reflex digitali: le marche del test
  1. Canon
  2. Nikon
  3. Olympus
  4. Panasonic
  5. Pentax
  6. Ricoh
  7. Sony

Stampa Invia