News

Test programmi di fotoritocco

01 settembre 2010

01 settembre 2010

Per creare un archivio intelligente delle vostre foto digitali e correggere le imperfezioni non è necessario mettere mano al portafoglio, potete scaricare gratis il programma che fa per voi.
È questo il risultato più interessante del nostro test che ha messo a confronto nove software per il fotoritocco scaricabili da internet (cinque gratuitamente, quattro a pagamento) destinati a un uso non professionale.

Nessun miracolo
La premessa da fare è che una brutta foto non diventerà mai un capolavoro neanche con il miglior programma di fotoritocco. Quindi, se lo scatto è venuto male buttatelo via e non sperate in miracoli. Se non volete precludervi la possibilità di migliorare le vostre foto meglio impostare la macchina fotografica alla massima risoluzione possibile.

Un "trucco" leggero
I software testati sono capaci di rifare il trucco alle vostre foto,purché non vi aspettiate di fare fotomontaggi o ritocchi professionali come quelli delle immagini destinate alla pubblicazione sulle riviste. Questi sono realizzati con Photoshop (versione avanzata), il programma di Adobe che spopola nel mondo della moda e della pubblicità. Insomma, niente gambe più lunghe e magre, assottigliamento del girovita, al massimo un piccolo spianamento delle rughe o un brufolo in meno grazie a una funzione presente in alcuni programmi.

Ritocco in rete: lasciate perdere
Programmi di fotoritocco Fixpicture.org, Pixer.us e Picnic.com danno la possibilità di lavorare sulle foto direttamente online e poi scaricarle sul computer. Li abbiamo sottoposti alle stesse prove dei programmi scaricabili gratis o a pagamento e abbiamo scoperto che Fixpictures e Pixer.us sono inutilizzabili. Quindi, non perdete tempo. Mentre, Picnic è ottimo per chi vuole condividere le foto sui più popolari social network (Facebook & co.) e consente anche di pescare le immagini da questi siti. Per questo può essere un'utile estensione dei migliori software di fotoritocco del test, che non brillano su questo fronte. Non ne costituisce una valida alternativa, perché richiede un pc potente e una connessione internet veloce e comunque ha dei limiti (carica solo cinque foto alla volta).


Stampa Invia